Connect with us

storie horror vere

17 Leggende Urbane Reali Che ti Spaventeranno a Morte

Published

on

17 leggende urbane

17 Leggende Urbane – Abbiamo ricevuto tramite una community online 17 leggende che sembrano basarsi su fatti realmente accaduti e che ti spaventeranno a morte

17 Leggende Urbane

1. Le Cheerleaders intrappolate:

Vengo da una piccola città della Carolina del Nord, e si dice che le cheerleader del passato usassero una stanza nella mia scuola elementare per esercitarsi. Un giorno durante la pratica, scoppiò un incendio, uccidendo tutti dentro. La leggenda dice che fantasmi possono essere visti dentro e intorno a quel vecchio edificio – e se guardi attraverso i finestrini abbastanza a lungo, una cheerleader ti trascinerà dentro.

2. Devil’s Gate:
Vengo da Libertyville, Illinois, dove abbiamo il Devil’s Gate. È un grande cancello di ghisa nero con punte sulla parte superiore che si apre su una scuola abbandonata. La leggenda narra che il preside della scuola fosse un satanista che impalò diversi bambini sul cancello, uccidendoli. Se vai al cancello nel bel mezzo della notte, puoi sentire le urla dei bambini uccisi. Ad Halloween, potresti persino vedere i loro corpi ancora impalati sul cancello.

3. Ghost Hill:
Vivo in una piccola città della Louisiana dove abbiamo Ghost Hill. Se guidi sulla collina e metti la tua auto in folle, l’auto sale in salita da sola. Si dice che ci siano fantasmi che spingono la tua auto e se ci metti la farina, puoi vedere le impronte delle mani.

4. The Female Strangler:
Nella città vecchia, in Virginia, abbiamo la femmina sconosciuta. Una donna non identificata e suo marito sono entrati in un albergo dove lei ha finito per morire pochi giorni dopo. La leggenda dice che se guardi la finestra della stanza in cui è rimasta e vedi una candela accesa, lei è lì – e ti perseguiterà per il resto della tua vita.

5. The Mothman:
A Point Pleasant, West Virginia, abbiamo il Mothman. È una falena dalle dimensioni umane con occhi chiazzati rossi che si vedono solo in mezzo alla strada, a fissare la gente che passa. Non ha mai fatto del male a nessuno, e presumibilmente ha cercato di aiutare quando un ponte locale è crollato a Natale.

6. Sanatorio di Oakhurst:
A Elma, Washington, abbiamo il sanatorio di Oakhurst. Era in gran parte in uso durante la grande epidemia di tubercolosi nel 1932 e la leggenda narra che lo staff abbia eseguito diversi esperimenti non ortodossi sui pazienti. Per finire, hanno seppellito le persone sul terreno in tombe non segnate. Adesso c’è un nuovo ospedale, e le persone in città hanno riferito di aver sentito e / o di aver visto cose strane mentre stavano la notte.

7. La fabbrica di cereali:
Sono cresciuto a Northfield, nel Minnesota, dove tutti conoscono la storia della fabbrica di cereali. Una notte, il proprietario portò la figlia al lavoro, e lei cadde a terra da una rampa di scale. Da allora, le persone hanno riferito di aver visto il suo fantasma accendere e spegnere i macchinari e accendere e spegnere le luci.

8. The Bloody Bride Bridge:
Vengo da una piccola città del Wisconsin centrale conosciuta per il Bloody Bride Bridge. La storia racconta che una sposa e il suo sposo stavano guidando sul ponte la loro prima notte di nozze quando hanno avuto un incidente e sono caduti nell’acqua, uccidendoli entrambi. La gente dice che se fermi la tua auto sul ponte di notte e guardi nello specchietto retrovisore, sarai in grado di vedere la sposa sul sedile posteriore.

9. Lo scienziato pazzo:
A Kirtland, nell’Ohio, c’è una leggenda metropolitana di uno scienziato pazzo che viveva nel paese facendo esperimenti umani che producevano “teste di melone”, umani sadici mutati che alla fine fuggivano e vagavano per le strade di campagna di notte in cerca di ignari adolescenti da torturare. La leggenda dice che se vai a cercarli, ti troveranno prima loro e non rimarrai vivo.

10. Mary Jane’s Grave:
A Lucas, nell’Ohio, abbiamo la tomba di Mary Jane. Presumibilmente, una strega è stata incatenata ad un albero e torturata, lasciando una grande X bruciata nella corteccia. Se vai di notte e spegni le luci della tua auto, puoi vederla.

11. Strada costituzionale:
A Allentown, in Pennsylvania, abbiamo Constitution Road. È una strada sterrata completamente boscosa nel mezzo della città. Ci sono alcune leggende che la circondano, ma la storia più popolare riguarda una famiglia Albina che vive alla fine della strada e che è stata evitata dalla società. Cercando la vendetta, ora terrorizzano chiunque si avvicini a cercarli.

12. Tomba di Irma:
Vivo a Kaplan, in Louisiana, dove abbiamo la tomba di Irma. Anni fa, una donna che si pensava fosse una strega fu uccisa dai cittadini e ora è uno spirito vendicativo. Accanto al nostro cimitero, c’è una fitta macchia di boschi dove è presumibilmente sepolta. Ogni Halloween, le persone di Kaplan e le aree circostanti si radunano nei boschi. Le persone che sono andate nella sua tomba hanno avuto le chiavi della macchina strappate dalle incendi, le porte bloccate e le macchine che muoiono quando si è troppo vicini al bosco.

13. Clinton Road:
Vivo a Hewitt, nel New Jersey, dove abbiamo Clinton Road. Anni fa, un ragazzo stava camminando lungo la strada – e quando si chinò per raccogliere una moneta, fu investito da una macchina, uccidendolo. Fu colpito con tanta forza da essere gettato nel bacino sotto la strada. Ora, se esci a mezzanotte e getti una moneta, te la restituirà.

14. Ponte Crybaby:
A Columbus, in Georgia, abbiamo il ponte Crybaby. Come dice la leggenda, una giovane donna è rimasta incinta fuori dal matrimonio e la sua famiglia l’ha rinnegata. Dopo aver dato alla luce, si diresse verso un ponte vicino, gettò il bambino nell’acqua e si impiccò. Diverse persone che visitano il ponte hanno visto, e sentito un bambino piangere. Se parcheggi la tua auto in mezzo al ponte, non solo senti le grida del bambino, ma anche le dita di una donna appesa che grattano il tetto dell’auto.

15. L’albero del diavolo:
A Port St. Lucie, in Florida, abbiamo l’albero del diavolo. Nel 1971, un uomo di nome Gerard John Schaefer (alias il Deputato assassino) catturò due giovani ragazze, le legò a un albero e le impiccò. Da allora, ci sono stati avvistamenti di adoratori satanici incappucciati che danzavano intorno all’albero – e molti dicono che possono ancora sentire le ragazze urlare. Ci furono molti tentativi di bruciare e abbattere l’albero con motoseghe; tuttavia, l’albero esiste ancora oggi, ed è considerato l’albero personale del Diavolo.

16. Resurrezione Maria:
A Chicago, sono cresciuto ascoltando storie su Resurrection Mary. La leggenda narra che lei lasciò la Willowbrook Ballroom una sera tardi dopo aver litigato con il suo fidanzato, ma fu investita da un’auto prima che potesse tornare a casa. Presumibilmente, si presenterà nel suo abito bianco sul ciglio della strada e cercherà di ottenere un passaggio fino alla casa dei suoi genitori – che si trova proprio vicino al Cimitero della Resurrezione.

17. La leggenda di Madame Delphine LaLaurie:
A New Orleans, abbiamo la leggenda di Madame Delphine LaLaurie, che puoi riconoscere da American Horror Story: Coven. Ad una delle feste esclusive di Madame Delphine è iniziato un incendio. Dopo che la polizia investigò, fu scoperto che l’incendio era stato avviato da uno schiavo della cucina incatenato ai fornelli – uno schiavo che si sacrificò per essere liberato dalla tortura di Madame LaLaurie. Dopo l’incendio, Madame LaLaurie non fu mai più vista. Si crede che sia fuggita a Parigi per vivere il resto della sua vita.

Leggende Urbane

LEGGI ALTRE STORIE VERE

Nato a pane e horror, fin da subito sviluppa una particolare ed accesa passione verso il mondo del cinema horror. La cosa non si è mai attenuata, ma anzi viene accentuata dopo la creazione di Horror Stab.

Advertisement
Comments
Advertisement

 

Visualizza questo post su Instagram

 

La vera storia della bambola assassina! STORIA COMPLETA👇 Siamo nel 1906 quando Robert Eugene Otto, a cinque anni, ricevette in regalo, da un servitore di origini africane, una bambola. Secondo la leggenda, tale servitore era un praticante della magia nera e di rituali voodoo, che gli donò la bambola per lanciargli una maledizione. Robert il bambolotto, omonimo del suo nuovo piccolo padrone diede il via a svariati inquietanti episodi: i genitori erano del parere che la bambola parlasse e i vicini sostenevano di averla vista addirittura muoversi durante la loro assenza, notando i suoi movimenti da una finestra all’altra parte della casa. Secondo alcune fonti, Robert Eugene era davvero ossessionato dalla bambola, al punto che da adulto, dopo essersi sposato con sua moglie Anne, fece allestire nell’abitazione di famiglia un’intera stanza per il piccolo Robert con tanto di mobili in miniatura. La moglie Anne dubitò più volte della sanità mentale del marito e spesso, nascondeva la raccapricciante bambola in soffitta; ma il legame tra Robert la bambola e Robert Eugene era troppo forte per essere spezzato, riuscivano sempre a ritrovarsi. Fino alla sua morte, avvenuta nel 1974, Robert Eugene sosteneva che la bambola fosse maledetta.La bambola rimase in soffitta fino a quando la casa non venne acquistata da un’altra famiglia. La nuova famiglia aveva una bambina di dieci anni, che trovò la bambola girovagando per la casa. Una notte la bimba gridò e affermò ai suoi genitori che la bambola l’aveva aggredita, nel tentativo di assassinarla. Ancora oggi, da adulta, continua a sostenere la presunta vitalità di Robert. Robert Oggi la bambola si trova ancora nella casa di Eugene, trasformata in un museo locale chiamato East Fort Martello Museum, dove desta ancora oggi molta curiosità e divenendo la maggiore attrazione della città. Infatti, secondo le varie testimonianze dei visitatori, i poteri paranormali della bambola sono ancora attivi. #dark #legend #scary #horror #creepy #death #mystery #horrormovies #notte #darkmemes #paranormal #storia #horrorart #fotodelgiorno #horroraddict #horrorjunkie #horrorfanatic #horrorfilm #horrorfamily #horrorcollector #horrorclub #horrorstories

Un post condiviso da Horror Stab - Storie Horror (@horror_stab) in data: