Author

p04t3r8m
novità film horror,

GLI ULTIMI HORROR DEL 2017

no comment

Mancano poco più di 2 mesi ormai alla fine del 2017. Cosa ci aspetta al cinema e in Home Video per quanto riguarda l’horror in quest’ultimo periodo? Diamo un’occhiata.

Come tutti saprete il 31 Ottobre da noi uscirà “Saw: Legacy”, l’ottavo capitolo dell’amatissima saga dell’enigmista. Diretto da Michael e Peter Spierig, scritto da James Wan (regista del primo film), questa nuova pellicola esordisce oggi al cinema in Germania.

Da noi sarà vietato ai minori di 18 anni, e per chi non lo sapesse, nei The Space Cinema verrà proiettato in anteprima il 30 Ottobre, insieme al primo capitolo della saga (ovviamente ci sarà prima la proiezione di “Saw- L’enigmista” e poi del nuovo film).

1 # SAW:LEGACY

Il titolo, Saw: Legacy, rivela un piccolo indizio sulla trama dell’ottavo capitolo della saga dell’Enigmista. La sanguinaria eredità di John Kramer, malato terminale e aspirante suicida, preda infine di una lucida follia omicida, viene raccolta da un assassino sconosciuto che miete vittime in città.

Uno scenario raccapricciante inaugura il nuovo “gioco” mortale: i corpi dilaniati sparsi per le strade recano sulle ferite inferte la firma del famigerato Jigsaw. Ma il killer che per anni si è divertito a testare l’istinto di sopravvivenza di uomini e donne reputati indegni di vivere, è morto ormai da tempo. 


2 # AUGURI PER LA TUA MORTE

Novembre si apre invece con “Auguri per la tua morte”, diretto da Christopher Landon (regista di Paranormal Activity 3) in uscita il 9 precisamente. Film che dal trailer sembra abbastanza interessante, nonostante la trama del “vivi, muori e ripeti” sia già stata vista moltissime volte.

La mattina del suo compleanno, la bella e popolare studentessa del college Tree Gelbman si sveglia nella camera di un ragazzo conosciuto la sera prima; intontita e con i postumi della sbornia ancora addosso, attraversa il campus e torna a prepararsi per la festa. Quando la fine della giornata si avvicina, Tree viene aggredita alle spalle e pugnalata a morte da un individuo incappucciato e mascherato, entrato dalla finestra. Ma invece di imboccare il tunnel luminoso e lasciarsi la vita terrena alle spalle, la ragazza finisce in un nauseante vortice temporale il quale finisce sempre con la sua morte. Cosa dovrà fare per liberarsene?

 


3 # FLATLINERS

Il 23 Novembre invece approderà al cinema “Flatliners- linea mortale”, diretto da Niels Oplev, con attrice Ellen Page (X-Men; Inception). Remake del film diretto da Joel Schumacher “La linea mortale” del 1990, questo thriller fantascientifico sembra avere sulla carta, potenzialità.

Cinque studenti di medicina, decisi a svelare i misteri della morte e dell’aldilà mediante un esperimento avventato, vivono in prima persona un’angosciante esperienza di premorte.

Flatliners – Linea mortale segue le vicende della visionaria studentessa Courtney Hall, la cui ambizione sfrenata la spinge a coinvolgere un gruppo di compagni in una ricerca audace e pericolosa, al limite della fantascienza. Riuniti in un laboratorio del seminterrato della facoltà, i ragazzi a turno si stendono sul lettino lasciando che gli altri gli fermino il cuore; anche i più scettici tra loro assistono e riconoscono gli effetti del “risveglio” sulle funzioni cerebrali, oltre alle potenzialità della scoperta scientifica.

Ma al ritorno dall’altra dimensione, le giovani promesse della medicina cominciano a essere tormentate da orrende allucinazioni visive e uditive, immagini di un passato sepolto, ricordi sgranati tornati a fuoco. L’esperimento cominciato per verificare l’esistenza dell’aldilà, finisce per aprirne le porte e punire chi ha osato sconfinarvi.


Passiamo al 30 Novembre, dove usciranno ben due film: “The Void – Il vuoto” e “Polaroid”.

4 # THE VOID

Quando incontra un uomo ricoperto di sangue in una strada buia e isolata, un agente di polizia lo conduce nell’ospedale più vicino. In breve staff e pazienti della struttura saranno intrappolati da una minaccia terribile e sovrannaturale, e costretti a un viaggio infernale nelle profondità dell’edificio per sfuggire a quell’incubo.

 


5 # POLAROID

La storia di Polaroid comincia con due amiche impegnate a rovistare nella soffitta di casa. Mentre saccheggiano uno scatolone pieno di cianfrusaglie inutili, le ragazze si imbattono in una vecchia macchina fotografica pieghevole in ottime condizioni. Una sola fotografia condanna una delle due a una fine orrenda, preannunciata da scricchiolii sinistri, visioni di donne impiccate e pericolose ombre sfuggenti.


6 # THE WICKED GIFT

A Dicembre invece è programmato un Horror tutto italiano, diretto da Roberto D’Antona, in uscita il 6 Dicembre nelle nostre sale. Un Horror italiano mancava da un bel po’, quindi sosteniamo il nostro cinema e diamogli un’occasione.

Da anni le notti del timido Ethan sono funestate da terribili incubi che gli impediscono di dormire. Afflitto da insonnia incurabile, e convinto di soffrire di disturbi della personalità, il riservato designer affida le sue inquietudini a un terapista. Ma è grazie al suggerimento di un amico e all’intervento spirituale di una medium che il protagonista di The Wicked Gift riuscirà finalmente ad affrontare i suoi demoni: nel lungo viaggio interiore alla ricerca di significati, l’uomo scoprirà che la fonte dei suoi incubi ha una natura ancora più oscura di quella che immaginava.


Ricordiamo inoltre che il 27 Ottobre, alle ore 8:00, Netflix caricherà l’attesissima seconda stagione di Stranger Things.


Voglio ricordare che il 4 Novembre verrà proiettato il lingua originale in tutti i The Space Cinema, il primo capitolo della saga di “Halloween“, mentre il 27 Novembre toccherà a “La notte dei morti viventi” di Romero.

Per quanto riguarda l’Home Video, segnaliamo l’uscita in DVD de “Il Culto di Chucky” (sequel della saga della bambola assassina) il 15 Novembre.

Il 22 Novembre sarà disponibile in DVD e Blu-Ray “Annabelle 2: Creation”.

Concludiamo il mese di Novembre con 3 film che usciranno il 23: “Deathgasm” e “Bedevil- Non installarla” in DVD e Blu-Ray, mentre “Dark Waters”, film del 1993 diretto da Mariano Baino, solo in DVD.

A dicembre usciranno invece i seguenti titoli: “Lake Bodom” il 12 (DVD e Blu-Ray), “Dèmoni” e “Dèmoni 2: l’incubo ritorna” il 14 dicembre (in DVD).

Slender-Man-The-Documentary-Proof-He-Is-Real-2
al cinema, novità film horror, prossimamente,

SLENDERMAN: IL FILM IN USCITA NEL 2018

no comment

Finalmente qualche mese fa è stato annunciato ufficialmente il film Horror su Slenderman diretto da Sylvain White (regista francese), in uscita nelle sale cinematografiche americane il 18 maggio 2018.

Per ora l’unica cosa che sappiamo è il cast, con i seguenti attori: Joey King, Julia Goldani Telles, Annalise Basso, Jaz Sinclair, Talitha Bateman (Annabelle: Creation) ed Alex Fitzalan.

Inoltre disponiamo anche di un teaser poster pubblicato sul sito Cooming Soon, in cui si intravedono gli alberi del famoso bosco dove caccia il terrificante Slenderman. Purtroppo non sappiamo ancora nulla sulla trama.

 

Teaser Poster

 

Vediamo alcune cose da sapere sul personaggio.

Innanzitutto Slenderman è una creatura sovrannaturale di carnagione bianca e corporatura snella, alto circa 240 cm (infatti tradotto Slenderman significa “uomo snello”). Non ha occhi, naso, bocca e orecchie. Ha delle braccia lunghissime (fino alle ginocchia), delle mani grandi con delle dita molto lunghe che fungono da artigli. Ma non finisce qua; dalla schiena fuoriescono tentacoli neri, indossa un abito nero con una cravatta di colore rosso o nero.

Una creatura spaventosa, no? Tuttavia è quello che fa a mettere terrore, più che il suo inquietante aspetto. Slenderman cattura bambini (probabilmente dai 5 ai 15 anni), va a caccia di essi, a quanto pare per stuprarli e ucciderli.

 

 

 

Ma questo personaggio da dove ha avuto origine? Fu creato nel 2009 da Eric Knudsennel per un contest fotografico lanciato sul forum “Any Something Awful”.

In poco tempo spopolò il web (soprattutto come meme), fu citato nel famoso videogioco “Minecraft”, ma soprattutto fu creato un videogioco in prima persona per pc su di lui: “Slender: The Eight Pages”. Quest’ultimo divenne conosciuto in pochissimo, anche grazie agli Youtubers che hanno caricato il loro Gameplay di quel disturbante videogioco. Se non ci avete ancora giocato e amate l’Horror, cosa state aspettando?

Praticamente è capace di caricarti d’ansia per l’atmosfera cupa e i suoni, nonostante la grafica non sia nulla di che e l’obiettivo molto semplice (semplice per modo di dire), ossia raccogliere 8 pagine sparse in un bosco, in compagnia di una torcia, non facendoti catturare da Slender. Successivamente però la giocabilità e la grafica vengono migliorate in un altro gioco (sempre per pc) dedicato alla creatura bianca in giacca e cravatta: “Slender: The Arrival”. Se il primo gioco era capace di mettere ansia, immaginate il secondo con una grafica migliorata parecchio e con una vera e propria storia da vivere in prima persona.

 

 

Infine, c’è da dire che nel 2016 in America fu mandato in onda dalla HBO, il film documentario “Beware the Slenderman”. Grazie ad esso sappiamo che il personaggio è stato chiamato in causa anche in alcuni atti violenti e in omicidi.

Il più famoso di questi è stata l’aggressione quasi fatale ad una bambina di 12 anni a Waukesha in Wisconsin, ma abbiamo anche altri esempi, come il tentato omicidio nella contea di Milwaukee, dove due ragazzine di 12 anni, cercarono di uccidere una loro coetanea “per sacrificarla a Slenderman”, affermarono durante l’interrogatorio.

 

 

 

Numerose sono le storie e le creepypaste che girano attorno al personaggio di Slenderman. Amato dai fan dell’Horror, finalmente dopo anni di attesa potremo ammirarlo sul grande schermo in un film (speriamo bello) tutto suo.

Attendiamo un primo teaser trailer per capire la trama del film e altri dettagli, vi aggiorneremo non appena avremo ulteriori novità!

6497cd5db1e5a0c11748
storie vere,

NIGHTMARE- DAL PROFONDO DELLA NOTTE: LA VERA STORIA

no comment

Attualmente possiamo dire che la saga di Nightmare è un cult del genere Horror, con il primo film “Nightmare on Elm Street”, in italiano “Nightmare- Dal Profondo della Notte”, che uscì nelle sale cinematografiche nel 1984. Il protagonista assoluto è Freddy Krueger, diventato iconico grazie alle 8 pellicole a lui dedicate (compreso il remake/reboot), e di fatto il terribile killer dei sogni è conosciuto da tutti, anche da chi non ha mai visto un film della saga.

Ma scopriamo insieme la vera storia che ispirò il regista Wes Craven.

Wes ebbe l’idea basandosi su una storia di cronaca letta sul Los Angeles Time, dove si narrava la storia di una famiglia cambogiana che, scappata dai campi di sterminio nella loro nazione, raggiunse gli Stati Uniti. Questa sfortunata famiglia sembrava aver trovato finalmente la pace; tuttavia un giorno l’ultimo genito della famiglia, confessò ai genitori di non stare dormendo più bene e di vivere con un’ansia continua. Questo perché durante la notte era solito da un po’, sognare un mostro che gli dava la caccia. A detta del giovane esso era davvero strano, una specie di essere umano deformato, dannatamente inquietante.  A quanto pare il ragazzo decise di non dormire più, poiché tormentato dalla creatura ogni volta che si addormentava; arrivò a credere che la sua vita fosse davvero in pericolo. Riuscì a rimanere sveglio per più di 5 giorni, ma ebbe un esaurimento nervoso, ed i genitori intervennero somministrandogli un sonnifero. Dormì tutto il pomeriggio e non ci furono problemi, ma la notte stessa i genitori lo sentirono urlare e quando entrarono in camera sua, lo videro, ancora addormentato, dimenarsi disperatamente nel letto. Il povero ragazzo morì nel sonno; probabilmente fu un infarto ad ucciderlo. Diciamo “probabilmente” perché ci basiamo su di uno studio pubblicato sullo “Psychosomatic Journal” nel 2011, secondo cui << i pazienti colpiti da infarto durante il sonno, mostravano una sequenza di incubi significativamente più elevata, una più alta iperattività del sistema nervoso autonomo e un maggiore livello di ansia diurna rispetto alle persone che avevano avuto l’infarto mentre erano sveglie. Questi risultati supportano l’ipotesi che gli incubi possano svolgere un ruolo come fattore scatenante emozionale dell’infarto del miocardio mentre si dorme >>.  Chi lo sa se è stato effettivamente un infarto ad uccidere quel ragazzo oppure se dietro la sua morte si cela qualcosa di misterioso ed inquietante.

 

Wes Craven nel 2008 dichiarò di essersi ispirato, per quanto riguarda la figura di Freddy Krueger, ad un assassino attivo in America dal 1924 al 1932. Parliamo di Albert Fish, uno dei più efferati serial killer, pedofili e cannibali di tutta la storia. Conosciuto anche come l’Uomo grigio, il Lupo mannaro di Wysteria e il Vampiro di Brooklyn. Gli anni di attività si riferiscono solo agli omicidi che si sono potuti provare, ma lui dichiarò di avere ucciso anche prima. Fish è conosciuto per essere stato un torturatore, killer, pedofilo e cannibale con varie perversioni sessuali. Venne arrestato e condannato alla sedia elettrica per l’omicidio di Grace Budd, una bambina di dieci anni. Questo spietato assassino molestò più di 400 bambini, uccidendone più di 300.

                             Albert Fish

 

Il regista dunque mescolò gli incubi del ragazzo cambogiano con gli omicidi di Albert Fish, e il risultato come sappiamo è a dir poco agghiacciante. Prese vita la figura di Freddy Krueger, lo spietato serial killer che è l’incarnazione delle nostre paure dove il buio sovrasta i nostri sogni.

Freddy Krueger

maxresdefault
Home Video, novità film horror,

MIDNIGHT FACTORY: L’IMPORTANZA DELL’HORROR

no comment

L’Horror è un genere amatissimo, per quello che suscita nello spettatore e per quello che riesce a trasmettere. Io personalmente, ho adorato questo genere sin da piccolo, vedendo qualsiasi film Horror. Ho sempre amato le atmosfere e il senso di angoscia che una bella pellicola di questo genere riesce a trasmettere.

Ci sono moltissimi film (soprattutto del passato) introvabili in Home Video, dunque gli appassionati, i collezionisti, per un bel po’ di tempo non li hanno potuti aggiungere alla loro lista o non li hanno proprio visionati. Questo discorso vale soprattutto per noi italiani, dato che in DVD e Blu-ray sono molti i cult non disponibili o che sono subito finiti fuori catalogo; basti pensare al primo “Non Aprite Quella Porta” di Tobe Hooper o alle saghe di “Chucky – La Bambola Assassina”, “Saw – L’Enigmista”, “Halloween”, “Venerdì 13”, ecc. Sembra quasi che questo genere di film sia snobbato qui nel nostro paese. D’altronde alcuni Horror non escono neanche in tutti i cinema in Italia, o comunque non restano per molto tempo e incassano relativamente poco.

Da qualche anno però grazie alla Midnight Factory molti Horror (sconosciuti o classici) vengono distribuiti in Home Video sia in DVD sia soprattutto in Blu-ray, nonché al cinema. Ma conosciamo meglio le origini della Midnight: l’azienda leader nella produzione e nella distribuzione di prodotti per l’intrattenimento digitale, ossia la Koch Media, fonda la Midnight Factory, il cui obiettivo è quello di diffondere e quindi di far conoscere al pubblico italiano, attraverso il cinema e l’Home Video, i film dei grandi maestri, le opere prime dei registi emergenti, i grandi classici del passato, le produzioni indipendenti e i titoli inediti. Per di più i titoli che vengono distribuiti dalla Midnight, escono in edizione da collezione, rimasterizzati in alta definizione nella loro versione integrale (senza tagli), con le limited edition Blu-ray o DVD + Booklet e con contenuti extra.

 

 

Insomma, grazie al lavoro della Koch Media attraverso la Midnight Factory, il genere Horror qui da noi è salvaguardato. Al cinema quasi sempre vengono distribuiti film di qualità, altrettanto in DVD e Blu-ray con delle edizioni da collezione bellissime, stimolando gli appassionati e i collezionisti e, perché no, provando a far avvicinare le nuove generazioni e i non appassionati, a questo unico e splendido genere che è l’Horror.

ATTENZIONE:

Per chi non lo sapesse, a quanto pare la Midnight Factory distribuirà in Blu-ray tra qualche mese, il primo “Non Aprite Quella Porta” di Tobe Hooper (capolavoro dell’Horror). Mentre nei The Space Cinema il 4 Novembre verrà proiettato il primo film di “Halloween” (1978) in inglese con sottotitoli in italiano, mentre il 27 Novembre verrà proiettato “La Notte Dei Morti Viventi” di George A. Romero (sempre in inglese con sottotitoli in italiano). Non perdeteveli!

Luomo-di-neve
recensioni,

L’UOMO DI NEVE – RECENSIONE

no comment

L’Uomo di Neve, The Snowman, è un film del 2017 diretto da Tomas Alfredson (La Talpa). Nel cast troviamo Michael Fassbender, Rebecca Ferguson, Val Kilmer e J.K. Simmons. Il film è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo del premiato autore norvegese Joe Nesbø, e attualmente sta ottenendo un discreto successo al botteghino, nelle nostre sale è uscito giovedì 12 Ottobre.

Harry Hole è un detective, con la dipendenza dell’alcol, che indaga su un assassino che firma i suoi omicidi decapitando le vittime.

IL PARERE:

Innanzitutto esordisco col dire che non ho letto il romanzo, quindi non farò dei paragoni tra esso ed il film. Che dire di questa pellicola allora? Beh, il trailer lo vidi al cinema e mi piacque moderatamente, poteva essere un bel thriller di quelli avvincenti o semplicemente un buon film, e quindi decisi di vederlo, anche per la presenza di Michael Fassbender, che è uno dei miei attori preferiti. Ieri sono andato al cinema per gustarmelo, con delle aspettative medie, per quello che mi aveva lasciato il trailer, e purtroppo sono stato molto deluso; ma andiamo per gradi. La regia è proprio l’A B C, nel senso che è una regia normalissima, senza alcun guizzo particolare e in certi tratti si perde anche con degli errori banali. Gli effetti sono terribili, salvo qualcosa. Dal punto di vista visivo è stato veramente ma veramente brutto, e non parliamo di un film action con delle grosse esplosioni o alieni e quant’altro, quindi non capisco veramente come sia possibile che non siano riusciti a rendere credibili gli ambienti e gli elementi naturali. Il film è stato girato in Norvegia, perché non sfruttare i paesaggi naturali per delle belle inquadrature? La fotografia inutile dire che in certi momenti è pessima, poiché appunto non sfrutta per niente l’ambiente circostante e le atmosfere, per creare qualcosa di significativo. Le musiche sono praticamente anonime, in qualche scena vengono aggiunte, ma più che aggiunte mi sembrano buttate lì, giusto perché ci dovevano essere. Ultima cosa tecnica: il montaggio. Mi dispiace lamentarmi anche di questo aspetto, ma il montaggio di questo film è fastidioso, ci sono degli stacchi fatti senza senso, togliendo suspense e facendoci fare domande del tipo “Ma qui come è entrato? La porta era aperta? Perché passiamo a questa scena?”. Il punto di vista tecnico, per quanto mi riguarda, è stato deludente nonché fastidioso, mi è sembrato seriamente di vedere una fiction su Canale 5. Passiamo ora alla trama. Il caso che ci viene presentato sembrava essere potenzialmente interessante, tuttavia alcune scelte iniziali tolgono un po’ di sano mistero al film (non dico quali ovviamente), che comunque può ancora dire la sua. Nonostante ciò, dopo i primi 20 minuti, ho iniziato ad annoiarmi pesantemente. I personaggi non sono caratterizzati, a parte quello interpretato da Michael Fassbender, che almeno un poco viene presentato e caratterizzato, anche se molto superficialmente. Ci sono scene morte, ossia delle scene che potevano benissimo non essere mostrate, poiché futili allo svolgimento della trama; idem con alcuni personaggi. I dialoghi in alcuni momenti non funzionano, sono imbarazzanti, così come alcune azioni dei personaggi stessi; sembra che ognuno agisca per sé, senza comunicare il perché si faccia quella cosa piuttosto che quell’altra. Arriviamo al finale: c’è un colpo di scena, che a mio parere è troppo stupido e buttato lì perché non sapevano più che scrivere nel copione, con i personaggi che impazziscono ( è impazzito chi ha scritto la sceneggiatura), facendo e dicendo cose da mani nei capelli; il tutto girato da mal di testa, vi giuro che ci sono dei momenti che dici “MA COME È SUCCESSO?”.

Le uniche note positive sono:

  1. La recitazione di Michael Fassbender, che a mio parere è sempre sul pezzo, pur non essendo questa una delle sue migliori interpretazioni (ed il suo personaggio non era malaccio);
  2. Alcuni momenti di caratterizzazione dell’assassino.

Film consigliato? Io credo che tutti debbano vedere tutto, per farsi la propria idea. Ovviamente io non lo consiglio, sono 2 ore (ahimè) buttate. Noioso e brutto visivamente.

VOTO: 4

anya_taylor-joy_split_interview
novità film horror,

THE NEW MUTANTS: LA FOX OSA!

no comment

Il titolo dice tutto: la 20th Century Fox osa! In che modo? Abbiamo visto proprio ieri il nuovo trailer del film “The New Mutants” (in italiano “I Nuovi Mutanti”), e notiamo la particolarità di quello che sarà questa nuova pellicola horror targata Marvel. Ebbene si, un horror della Marvel, e se da un lato abbiamo il Marvel Cinematic Universe gestito dalla Disney, dall’altro abbiamo il mondo degli X-Men gestito da uno degli studi cinematografici statunitensi più importanti del mondo, ossia la 20th Century Fox. Mentre il primo, essendo Disney, sforna film per tutta la famiglia, il secondo, soprattutto recentemente, ha alzato il target. Pensiamo a “Deadpool”, in America vietato ai minori di 18 anni, mentre qui in Italia è adatto ad un pubblico normale, infatti quest’ultimo è un film abbastanza cruento e un po’ più spinto per quanto riguarda i dialoghi. Mossa azzeccata da parte della Fox poiché “Deadpool” oltre ad essere stato amato da molti negli Stati Uniti d’America, ha stabilito un nuovo record diventando il film vietato ai minori ad incassare di più ($132.4 milioni) nel week-end d’apertura, per un esordio totale di $264.7 milioni, dietro solo a “Cinquanta Sfumature di Grigio”, che mantiene il primato (purtroppo si, ma è la vita) per quanto riguarda i film rated R.

Arriviamo poi ad un altro film amato da molti, uscito a Marzo nelle nostre sale cinematografiche, ossia “Logan”. Questa pellicola, come nel caso precedente di “Deadpool”, è stata vietato in America ai minori di 18 anni, mentre qui in Italia ai minori di 14. “Logan”, ultimo film con Hugh Jackman nel ruolo di Wolverine, è stato un successo sia al botteghino sia per le critiche. Questo cosa significa? Che la Fox ha osato ed ha vinto, riducendo il target (rispetto per esempio ai precedenti film sugli X-Men), guadagnando molto bene ugualmente e producendo film di qualità; secondo me infatti l’ultimo film su Wolverine è stato un road movie supereroistico splendido, sia dal punto di vista della trama sia dal punto di vista tecnico.

Ora attendiamo di vedere questo nuovo film, “The New Mutants”, spin-off del franchise degli X-Men (post “Logan”?), diretto da Josh Boone, mentre tra gli attori spicca Anya Taylor-Joy (“The VVitch”;”Split”).

Ma perché usiamo la parola “particolare” per quanto riguarda il trailer di questa curiosa pellicola? Beh,unisce due generi: supereroistico e horror, creando un’atmosfera particolare, come si evince già dal trailer. Dunque non ci resta altro che attendere l’uscita del film, 13 Aprile 2018 negli USA, per giudicarlo appieno, dato che queste sono solo impressioni.

Vi lascio col trailer del film in questione, per chi non lo avesse ancora visto.

THE CONJURING
storie vere,

LA VERA STORIA DI EDWARD E LORRAINE WARREN

no comment

Dopo “L’Evocazione – The Conjuring”, i coniugi Warren sono diventati la coppia più famosa tra i demonologi e i ricercatori del paranormale. Ma in quanti conoscono davvero la loro storia?

Ed e Lorraine Warren (Patrick Wilson e Vera Farmiga) in “The Conjuring”

Edward e Lorraine Warren si sposano nel 1945 e la loro attività di ricercatori dell’occulto inizia poiché Edward amava la pittura. Segnato da bambino da esperienze paranormali, inizia a voler dipingere case infestate e per farlo viaggia attraverso il New England e il New Hampshire insieme alla moglie ed ad un’altra coppia. La loro carriera di demonologi inizia proprio in uno di questi viaggi, ossia ad Henniker. Proprio qui Lorraine inizia ad usare i suoi poteri da sensitiva. Infatti nella casa infestata, la “Ocean Born Mary”, si proietta astralmente fuori dal suo corpo e inizia a volteggiare intorno a suo marito e i due amici.

Nel 1952 fondano la New England Society for Psychic Research , l’associazione di cacciatori di fantasmi del New England. All’interno di questa società non lavoravano solo ricercatori del paranormale, bensì anche medici, ricercatori e funzionari di polizia. I coniugi Warren guidarono questa società raccogliendo vere testimonianze da parte di vari sensitivi. Uso la parola “vere”, dato che i Warren erano soliti prelevare dei sensitivi, portandoli nel luogo infestato in questione, senza dirgli nulla. Alla fine essi raccoglievano le testimonianze dei sensitivi, separatamente, e le confrontavano. Infatti le documentazioni ottenute dai coniugi Warren sono state talmente esaustive che sono state spesso prese in considerazione da tribunali e giudici, aiutando a vincere cause. Nonostante le numerose critiche, i Warren condussero numerose documentazioni (testimonianze, materiale fotografico, registrazioni vocali, ecc.) e aiutarono molte famiglie a liberarsi dei loro demoni, fantasmi e poltergeist.

Edward e Lorraine Warren nella realtà

Ed Warren scrisse anche libri come “Ghost Hunters: True Stories From the World’s Most Famous Demonologists” nel 1989 e “Werewolf: A True Story of Demonic Possession” nel 1991. Nel 1980, lo scrittore Gerald Brittle, pubblica un libro sulla coppia intitolato “The Demonologist: The Extraordinary Career of Ed and Lorraine Warren. Essi ovviamente furono anche citati nel libro “The Amityville Horror” di Jay Anson nel 1977.

Ed è proprio uno dei casi più famosi dei Warren ad essere il più criticato; stiamo parlando del caso Amityville, dove un uomo uccise la sua famiglia dando la colpa a delle voci interne alla casa. Secondo Benjamin Radford, la vicenda è stata «smentita dai testimoni, dalle indagini e dalle prove forensi.» L’avvocato William Weber riferì che lui, Jay Anson e i coniugi Lutz “inventarono” la storia della casa infestata dopo aver fatto uso di molte bottiglie di vino.

Durante il loro percorso, i Warren hanno affrontato numerosi casi, alcuni dei quali molto pericolosi. Tra di questi vi è il già sopra citato caso Amityville, il caso della bambola demoniaca (conosciuta con il nome di Annabelle), e i casi delle famiglie Smurl, Perron e Snedeker. Molti sono i film basati su questi famosi casi: i numerosi film su Amityville  (ma prendiamo in considerazione solo il cult horror del 1979, ossia il primissimo film sulla casa infestata: “The Amytiville Horror”).

Successivamente venne realizzato un film televisivo basato sulle vicende della famiglia Smurl intitolato “La casa delle anime perdute” (1991).

Poi abbiamo il film basato sulla storia della famiglia Snedeker: “Il Messaggero- The Haunting in Connecticut” del 2009.

E arriviamo ai film più recenti, ossia questo universo iniziato con “L’Evocazione – The Conjuring”, basato sugli eventi realmente accaduti alla famiglia Perron, diretto da James Wan, a mio parere uno dei migliori registi dell’Horror attuale. Arriviamo poi all’ormai celebre “Annabelle”, prequel de “L’Evocazione”, e al sequel “The Conjuring 2 – Il Caso Enfield”. Ad Agosto nel nostro paese è uscito l’ultimo film di questo piccolo universo dell’orrore, ossia “Annabelle 2: Creation”, il prequel del primo film sulla nostra amata bambola demoniaca.

Dunque, i vari casi dei coniugi Warren ci hanno regalato vari prodotti cinematografici, anche di un certo spessore considerando i più recenti. Purtroppo Edward Warren ci ha lasciato nel 2006, concludendo una lunga carriera di casi paranormali, che ha portato anche all’apertura del Museo dell’Occulto dei coniugi Warren.

La bambola demoniaca, conosciuta come Annabelle, all’interno del Museo dell’Orrore

C’è chi li ritiene degli “eroi”, per aver aiutato numerose famiglie, e chi invece dei ladri, che si sono approfittati dei problemi della gente onesta. E quindi in conclusione, vi lascio con questa domanda: I coniugi Warren sono o non sono degli onesti “eroi”? A voi la scelta.

Ecco a voi l’intervista ufficiale a Lorraine Warren:

Si prega di attivare i Javascript! / Please turn on Javascript!

Javaskripta ko calu karem! / Bitte schalten Sie Javascript!

S'il vous plaît activer Javascript! / Por favor, active Javascript!

Qing dakai JavaScript! / Qing dakai JavaScript!

Пожалуйста включите JavaScript! / Silakan aktifkan Javascript!
[ Disattiva AdBlock per visitare Horror Stab e una volta fatto ricarica la pagina oppure clicca qui ]