Author

Francesco Monti

Francesco Monti

Nato a pane e horror, fin da subito sviluppa una particolare ed accesa passione verso il mondo del cinema horror. La cosa non si è mai attenuata, ma anzi viene accentuata dopo la creazione di Horror Stab.

halloween-house-headtilt-700x318
hot line news, novità film horror,

Video di anteprima al film “Halloween”, in arrivo in ottobre, con contenuti in esclusiva

no comment

Halloween segna il ritorno di Michal Myers oltre che di Jamie Lee Curtis (nel ruolo originale di Laurie Strode) e di John Carpenter come produttore. Il film uscirà nelle sale italiane il prossimo 25 ottobre. Xister ci ha resi disponibili alcune immagini in anteprima del film ed un backstage esclusivo che ci porterà per qualche minuto all’interno del film. Prima però ricordiamo alcuni dettagli sulla pellicola.

Nel nuovo film diretto da David Gordon Green e co-sceneggiato da Danny McBride …
“Laurie Strode (Jamie Lee Curtis) arriva al suo ultimo confronto con Michael Myers, che l’ha perseguitata da quando è sfuggita a malapena alla sua follia omicida nella notte di Halloween di quarant’anni fa.”
“Una troupe di documentari britannici arriva negli Stati Uniti per visitare Michael in prigione per una retrospettiva della notte di terrore del maniaco – ma il loro progetto diventa molto più interessante quando Myers sfugge alla custodia, recupera la sua maschera e cerca vendetta su Laurie.

Nei decenni successivi alla fatidica notte di Halloween che ha cambiato per sempre la vita dell’ex babysitter, Laurie si è armata e preparata per l’inevitabile ritorno di Michael – a scapito della sua famiglia, tra cui la figlia Karen e la nipote Allyson. ”


Judy Greer interpreta Karen Strode, la figlia di Laurie, mentre Andi Matichak ha ottenuto l’ambito ruolo del giovane protagonista del film (figlia di Greer e nipote di Curtis).
Nick Castle tornerà nel ruolo di Michael Myers, mentre lo stuntman e attore James Jude Courtney è stato anche scelto per interpretare Myers.Il cast comprende anche Virginia “Ginny” Gardner (Project Almanac, Marvel’s “Runaways”), Miles Robbins (Mozart nella giungla, My Friend Dahmer), Dylan Arnold (Mudbound, Laggies, When We Rise) e Drew Scheid (“Stranger” Cose “). Interpreteranno gli amici di Allyson di Matichak.

VIDEO BACKSTAGE IN ESCLUSIVA (SOTTOTITOLI ITALIANO)

 

bruce-greenwood
novità film horror,

Bruce Greenwood si unisce al cast di Doctor Sleep

no comment

Riportato da Deadline stasera, Bruce Greenwood è l’ultimo ad unirsi al cast di Doctor Sleep di Mike Flanagan, un adattamento del sequel di Stephen King a The Shining. Greenwood ha conquistato il ruolo del Dr. John, con i dettagli del personaggio che vengono tenuti nascosti per ora.


Recentemente, Carl Lumbly interpreta Dick Hallorann con Alex Essoe interpretando Wendy Torrance nella continuazione della trama di The Shining. Kyliegh Curran è stato scelto nel ruolo di Abra Stone, una ragazza che ha il dono della ‘luccicanza’.

Anche Ewan McGregor e Rebecca Ferguson sono i protagonisti. McGregor interpreta la versione per adulti di Danny Torrance, mentre Ferguson interpreta Rose the Hat.

Flanagan ha riscritto l’adattamento di Akiva Goldsman del romanzo del 2013 di Stephen King che raccoglie la vita del ragazzo di Redrum quando ha 40 anni e lotta con gli stessi demoni di rabbia e alcolismo che affliggono suo padre.
Doctor Sleep esce nei cinema il 24 gennaio 2020.

in-fabric
novità film horror,

A24 acquisisce ‘In Fabric,’ un nuovo horror

no comment

All’inizio di questo mese al Toronto International Film Festival, è stato presentato in anteprima mondiale il film horror di Peter Strickland In Fabric, il film ambientato durante la vendita invernale di un grande magazzino in cui i clienti – da una divorziata solitaria (Marianne Jean-Baptiste) alla moglie (Hayley Squires) di un riparatore di lavatrici – finiscono maledetti da un vestito scarlatto che corrompe le loro vite.
THR riferisce oggi che A24 ha acquisito In Fabric da TIFF, afferrando i diritti del Nord America per il film. Stanno pianificando un rilascio nazionale nel 2019.
In Fabric racconta la storia di una donna solitaria, interpretata da Jean-Baptiste che visita un grande magazzino a Londra alla ricerca di un abito che trasformerà la sua vita.
“È equipaggiata con un abito rosso scuro perfetto che scatena una maledizione maligna e un male inarrestabile, minacciando tutti quelli che vengono sul suo cammino”.
Joe Lipsett ha recensito In Fabric per noi al TIFF, assegnandogli 4/5 stelle e scrivendo che il film “veste una semplice storia dall’effetto inquietante”.
Il cast comprende anche Leo Bill, Julian Barrett, Steve Oram e Gwendoline Christie.

BZAHNMWQCLNNTTA5RTY5XPUDJI
storie vere,

Gerard Schaefer: Il carneficie

no comment

“Uccidere coppie da solo è doppiamente difficile, ma si raddoppia il divertimento”

Gerard nasce il 25 marzo del 1946 nel Wisconsis. Durante l’infanzia pensava che il padre volesse più bene alla sorella e quindi Gerard sfogava la sua frustrazione uccidendo animali.


Divenne precocemente un voyeur ed era ossessionato dagli indumenti femminili, in particolare biancheria intima. Diventò anche un guardone, cominciando a spiare Leigh Hainline, una vicina di casa.
La Hainline sparì nel 1969 dicendo al marito che lo lasciava per andare a vivere con un suo amico di quando era ragazzina: sarebbe stata la prima vittima, anche se Schaefer successivamente avrebbe preferito uccidere due donne per volta e il delitto gli è stato associato solo dopo che si trovava in prigione da tempo.
Quando aveva 19 anni, frequentò la diciottenne Sondra London, impressionando a tal punto i suoi genitori per il comportamento da “bravo ragazzo” che lo portarono con loro per le vacanze estive. Dopo un anno i due si lasciarono e Gerard scrisse a Sondra malinconiche poesie in cui tra le righe si potevano leggere inquietanti minacce.
Scrittore talentuoso di racconti violenti e sadici verso le donne, prima di trasformarsi in assassino fece in tempo a sposarsi, giovanissimo, per ben due volte. Le mogli chiesero entrambe il divorzio, la prima per “comportamenti inappropriati” del marito.

Nel 1966, rendendosi conto che le sue fantasie stavano diventando sempre più violente, consultò uno psichiatra. La terapia non lo liberò dalle voci che gli dicevano di uccidere.
In seguito provò a diventare prima insegnante e poi sacerdote, ma fu allontanato dal seminario di San Giovanni perché era privo della necessaria fede. Irato per il rifiuto, Schaefer abbandonò la Chiesa cattolica.

All’inizio del 1972, a venticinque anni, fu assunto come poliziotto in prova nel dipartimento di Wilton Manors, ma venne allontanato dopo un mese perché aveva usato il lavoro per impossessarsi di informazioni relative a giovani donne che avevano commesso infrazioni stradali.
A marzo passò alla contea di Martin e ci riprovò, sempre per poter spiare i dati relativi alle patenti e alle macchine delle sue potenziali vittime. Usò poi la divisa per convincere le donne a seguirlo.

Il 21 luglio 1972 Schaefer fermò due giovani autostoppiste, Pamela Wells (17 anni) e Nancy Trotter (18), sostenendo falsamente che l’autostop fosse illegale. Per riconoscenza all’agente che le liberò subito dopo, le ragazze accettarono di andare in spiaggia con lui il giorno seguente.
Schaefer però il 22 luglio 1972 le condusse nella zona paludosa di Hutchinson Island. Dopo aver minacciato di venderle al mercato della prostituzione, complice la pistola calibro .22 che aveva in mano, le fece scendere dalla macchina e le legò per il collo a un albero in modo che, in equilibro sulle radici, le ragazze si sarebbero impiccate se fossero scivolate. Chiamato sulla radio di servizio, Schaefer fu costretto ad allontanarsi: quando tornò, le ragazze erano sparite.
Telefonò allora allo sceriffo Richard Crowder sostenendo di aver fatto “qualcosa di stupido” ma a fin di bene: voleva spaventare le ragazze al punto che non avrebbero più fatto l’autostop. Patteggiando al processo e dichiarandosi colpevole per l’accusa di aggressione, se la cavo’ con solo sei mesi di carcere.
Il 27 settembre 1972, mentre Schaefer era libero su cauzione in attesa del processo, Susan Place (17 anni) e Georgia Jessup (16) scomparvero da Fort Lauderdale.
L’ultima volta che videro la figlia, i genitori di Susan si annotarono il numero della targa posteriore dell’auto dell’uomo, forse un poliziotto, con cui parlava: nonostante la divisa sembrava un tipo poco raccomandabile. Solo a marzo dell’anno successivo la polizia scoprì che apparteneva a Schaefer, già in carcere per aver aggredito Pamela Wells e Nancy Trotter.

Ad aprile ritrovarono i corpi decomposti delle due ragazze legati a un albero. Gli investigatori notarono le somiglianze con il caso di aggressione dell’ex poliziotto a due autostoppiste, perciò perquisirono la camera da letto di Shaefer a casa della madre.
Vi trovarono alcuni oggetti appartenenti alle vittime e di molte altre donne, in particolare di Collette Goodenough e Barbara Wilcox, entrambe di 19 anni e svanite nel nulla l’8 gennaio 1973 a Cedar Rapids, Iowa. Rinvennero anche 11 pistole, racconti sadomaso in cui le donne erano definite tutte “Whores” (puttane) e un centinaio di foto di donne e di Schaefer stesso in abiti femminili.
Il 18 maggio del 1973 fu perciò incriminato per duplice omicidio e condannato a due ergastoli.
Dopo la condanna vennero alla luce numerosi altri omicidi:


Susan Place e Georgia Jessup nel 1972
Pamela Ann Nater e Nancy Leichner nel 1966
Due bambine di 9 e 8 anni nel 1969. Dichiarerà in seguito di aver compiuto atti di cannibalismo sui loro corpi.
Elise e Mary, 14 enni, nel 1972. Vennero ritrovati dei gioielli a casa del killer
Leigh Hainline, la sua vicina di casa di quando era ragazzo.
Carmen e Belinda, 22 enni, uccise nel 1969. Due denti di Carmen vennero ritrovati a casa di Schaefer, insieme all’agenda di Belinda.


Tutti questi omicidi vengono raccontati in terza persona da Schaefer nel suo libro “Killer Fiction”, corredandolo con numerosi disegni a sfondo misogino. Sempre in terza persona racconta di aver cominciato a uccidere nel 1965 e di aver praticato atti di cannibalismo.
Nonostante la condanna, si dichiarerà sempre innocente.


Il 3 dicembre 1995 Schaefer è stato trovato pugnalato a morte nella sua cella presso il Penitenziario della Contea di Bradford, Florida. Era stato ucciso da Vincenzo Rivera, sembra per una divergenza su una tazzina di caffè. Il detenuto non ha mai confessato il delitto.

Katherine-Knight-main-image
storie vere,

Katerine Mary Knight – La cannibale sangunaria australiana

no comment

Quella di Katerine Mary Knight è una storia davvero disturbante, una storia di violenza e follia con un epilogo che non ha nulla da invidiare ai più famosi serial killer della storia.

Katerine nasce in Australia nel 1955 in una famiglia numerosa, il padre Ken è di professione macellaio. La famiglia si sposta di città in città finché non si stabilisce ad Aberdeen dove tutti, compresa la sedicenne Katerine, trovano impiego nel macello pubblico.

Katerine ci sa fare col coltello, ne fa collezione, la sua cameretta non è tappezzata di poster di cantanti rock come quelle delle sue coetanee, ma di coltelli affilati. Scuoiare animali, farli a pezzi è una passione per la ragazza, e presto al gusto del sangue che sprizza sulle pareti e al fare a pezzi corpi inanimati, si associa una forte eccitazione sessuale.


A soli 18 anni sposa un camionista, David, da cui avrà una figlioletta. Katerine ha un appetito sessuale smisurato e, quando il marito non soddisfa le sue richieste, scoppia in forti attacchi di violenza e isteria.Il matrimonio dura due anni finché David non se ne va lasciandola sola con la bambina.
Katerine si vendica in modo spaventoso sulla piccola: prende la bambina di pochi mesi e la sistema sui binari in attesa di un treno. La piccola si salva grazie al provvidenziale intervento di un senzatetto che la sente piangere.

Katerine è fuori controllo, è aggressiva e minacciosa. Viene internata, le viene diagnosticata una grave forma di depressione post partum, le danno un po’ di medicine e la rimandano a casa.
Un giorno, per un futile motivo, accoltella una donna, che sopravvive per miracolo; poi prende in ostaggio un ragazzino minacciando di ucciderlo, ma viene fermata in tempo e ricoverata di nuovo.

A questo punto David, il marito, torna sui suoi passi, decide di accudire la moglie malata nella speranza che guarisca. La convivenza dura 4 anni e, tra scoppi di violenza improvvisi e appassionate notti d’amore, i due mettono al mondo un’altra figlia.
Esausto dalla situazione, decide di andarsene per sempre, ma questa volta prende le due bambine e torna a vivere dai suoi.

Katerine colleziona uomini, è attraente (almeno per gli standard australiani) e soprattutto sessualmente disinibita e calda. Conosce un minatore, David, un brav’uomo, anche se coltiva il vizio del bere. I due convivono per qualche tempo, ma i litigi sono frequenti e culminano nel 1987 con Kate che sgozza il cagnolino del compagno.
A David Kate piace parecchio, se è disposto comunque a tollerare tutte le sue violenze e le sue stranezze (colleziona animali imbalsamati, crani e ossa di mucche e pecore, ritagli di giornale, pelli di animali); quando è “normale” diventa simpatica e poi a letto è molto calda e disponibile, qualità che un uomo apprezza. Ma anche lui alla fine cede e la abbandona.

Si mette con un altro uomo, John Chilliworth, da cui avrà un altro figlio. La relazione dura due anni, giusto il tempo di conoscere un altro uomo, quello fatidico, John Price.
Fin qui la storia di Katerine è una storia tutto sommato “comune”: è una donna malata, probabilmente le verrebbe diagnosticato un disturbo di personalità, una storia come tante ai margini delle nostre società, un problema da servizi sociali e centri di salute mentale.
Ma Kate è qualcosa di più di una semplice psicopatica…

Price è un minatore, guadagna bene, e Kate decide di andare a vivere da lui. Lascia la sua casa, la relazione procede come le altre di Kate: a slanci di passione con sesso sfrenato, si alternano liti furibonde e violente. Kate soffre di un disturbo borderline molto estremo, lo si capisce dal modo in cui si allontana quando la relazione si fa più stretta e da come cerca di ricucire quando teme di essere abbandonata. A Price ne combina di cotte e di crude, arriva a farlo persino licenziare. Gli amici gli consigliano di lasciarla, ma Price è troppo coinvolto, Kate lo manipola. Quella del borderline e del compagno/vittima è una dinamica fin troppo conosciuta ai giorni nostri.
Nel 2000 arriva però l’episodio che lo convince a lasciarla, dopo l’ennesimo litigio, Kate lo colpisce con una coltellata. Price corre in tribunale e ottiene l’ordinanza per cacciarla di casa.

Il 29 Febbraio Kate si presenta alla porta di Price che non resiste e la fa entrare. I due finiscono a letto. Poi forse litigano, o forse Kate aveva già in mente quello che voleva fare.
Uccide Price con un coltello, lo scuoia in modo professionale. Poi lo decapita e taglia un po’ di carne dalle sue natiche che cucina e mangia. Dopodiché torna a dormire di sopra.
La polizia fa irruzione la mattina dopo e si trova di fronte ad uno spettacolo agghiacciante: trova la pelle dell’uomo attaccata all’architrave della porta, accanto i suoi genitali. Le pareti e il pavimento sono coperti di sangue.


In cucina c’è una pentola sul fuoco, nella pentola galleggia una testa umana scuoiata perfettamente. Sul tavolo due piatti di carne e verdure. La carne proviene dal corpo in salotto, immerso in una pozza di sangue.
Risultati immagini per katherine mary knight house
Kate è in camera, dorme profondamente. Non ricorda nulla di quanto è successo.

Il tribunale che si occupa del caso la considera disturbata, ma in grado di intendere e volere, e la condanna all’ergastolo senza condizionale.
Kate, ancora oggi, si dichiara non colpevole e ritiene che la pena sia eccessiva per il crimine commesso.

mondo-suspiria-poster
novità film horror,

Il nuovo poster di “Suspiria” spacca!

no comment

Lascia che la mamma si prenda cura di te.

Con Suspiria all’orizzonte di Luca Guadagnino, Mondo e l’artista Sara Deck hanno unito le forze per una splendida serigrafia in edizione limitata, con il personaggio di Tilda Swinton tratto dalla nuova versione del classico film horror di Dario Argento. La stampa 24 “x” 36 sarà una edizione limitata di soli 275, venduta per $ 50 a volte la prossima settimana.

“Non riesco a pensare a qualcosa di più eccitante che a fornire materiale illustrativo per un film che stavi già aspettando con impazienza di vedere”, dice Deck. “Ammetterò un estremo nervosismo prima di sedermi finalmente per elaborare alcuni concetti per la stampa finale. Alla fine, Suspiria offriva un’ampia gamma di immagini straordinariamente belle da offrire, quindi era meno una lotta e più un piacere interpretare. Di tutti i concetti che mi sono venuti in mente, sono così felice che siamo andati avanti con questo. “

Aggiunge: “Questa immagine riflette la tensione inquietante che circonda Madame. Blanc e il suo desiderio. Con i palmi in su implorando lo spettatore, e il viso velato che nasconde le sue vere intenzioni. Questo film è molto più di un remake. ”
Guarda l’immagine qui sotto e segui @MondoNews per la data di vendita.

 

Nel nuovo film …

“Un’oscurità turbina al centro di una compagnia di danza di fama mondiale, che inghiottirà il direttore artistico della troupe (Swinton), un giovane ballerino ambizioso (Johnson) e uno psicoterapeuta addolorato (Ebersdorf). Alcuni soccomberanno all’incubo. Gli altri alla fine si sveglieranno. ”
Il cast comprende Dakota Johnson, Chloe Grace-Moretz, Tilda Swinton, Mia Goth, Sylvie Testud, Renée Soutendijk, Angela Winkler, Małgosia Bela e Lutz Ebersdorf.
Thom Yorke dei Radiohead ha composto il punteggio. David Kajganich ha scritto il film, co-finanziato da Amazon Studios e K Period Media.
Suspiria nei cinema dal 2 novembre.

girl-in-the-spiders-web
novità film horror,

Lisbeth torna a casa nel secondo Trailer di Fede Alvarez “Girl in the Spider’s Web”

no comment

Lisbeth Salander, la figura di culto e il personaggio principale dell’acclamata serie di libri Millennium creata da Stieg Larsson, tornerà sullo schermo di Sony Girl in the Spider’s Web, un adattamento per la prima volta del recente bestseller mondiale.

Per questo ultimo capitolo della serie, il regista di Evil Dead e Do not Breathe, Fede Alvarez, ha colpito il pulsante di riavvio, e ha scelto Claire Foy come nostra nuova Salander.
In vista dell’uscita di novembre, è arrivato il secondo trailer. Guardalo qui sotto.Nel film, un adattamento del romanzo di David Lagercrantz …

“Il giovane hacker informatico Lisbeth Salander e il giornalista Mikael Blomkvist si ritrovano intrappolati in una rete di spie, criminali informatici e funzionari governativi corrotti”.

Il cast comprende anche Sverrir Gudnason, Lakeith Stanfield, Sylvia Hoeks, Stephen Merchant, Claes Bang, Christopher Convery, Synnøve Macody Lund e Vicky Krieps.
Steven Knight e Fede Alvarez e Jay Basu hanno scritto la sceneggiatura.

The Girl in the Spider’s Web arriva nelle sale americane a partire dal 9 novembre.

apostle-trailer
novità film horror,

Il trailer di “Apostle” un nuovo prodotto [Netflix]

no comment

Questo autunno, il regista di The Raid si sta vendicando. Il trailer di Gareth Evans ‘Apostle è qui in vista della sua anteprima mondiale al Fantastic Fest di quest’anno. In streaming su Netflix in tutto il mondo il 12 ottobre 2018, il filmato sembra un incubo lovecraftiano nella vena di Wicker Man in cui i falsi profeti portano l’inferno a quello che potrebbe essere il paradiso.

“Legion” e Dan Stevens dell’ospite sono protagonisti della stella del franchise Underworld Michael Sheen.

Evans, che ha anche co-diretto il segmento ‘Safe Haven’ nel nostro V / H / S / 2, sembra tornare nel mondo dei culti sadici nel suo ultimo film, che riprende a Londra nel 1905.

“Il figlio prodigo Thomas Richardson (Dan Stevens) è tornato a casa, solo per sapere che sua sorella è detenuta per riscatto da un culto religioso. Determinata a riportarla a qualsiasi costo, Thomas si reca nell’isola idilliaca dove vive il culto sotto la guida del carismatico Prophet Malcolm (Michael Sheen). Mentre Thomas si infiltra nella comunità dell’isola, scopre che la corruzione della società continentale che pretendono di respingere ha infestato comunque le fila del culto e scopre un segreto molto più malvagio di quanto avrebbe potuto immaginare. L’apostolo è una fiaba occulta straziante in cui l’unica cosa più terrificante della pazzia è la sinistra realtà dietro di essa “.

Anche Lucy Boynton, Bill Millner e Kristine Froseth sono le stelle.

predator-image
novità film horror,

“The Predator” vince il botteghino con “The Nun”, $ 200 milioni; ‘Sender Man’ si avvicina a $ 50 milioni ‘

no comment

Come previsto, The Predator ha vinto il box office di questo fine settimana con una cifra stimata di $ 24 milioni di dollari solo nel territorio USA. È un film interessante per la 20th Century Fox che avrebbe speso 88 milioni di dollari per il sequel diretto da Shane Black, il che significa che deve attraversare almeno $ 300 milioni in tutto il mondo per pareggiare. Questo weekend non è stato abbastanza forte a livello nazionale, con il successo del film in sella a numeri internazionali, che partono da un valore stimato di $ 30,7 milioni per un totale di $ 54,7 in tutto il mondo. Questo non sembra buono, gente. Tuttavia, mi chiedo sempre, in che modo l’uscita di un film in franchising influenza anche i numeri di home video e il franchising? Sono cose a cui pensare sempre. C’è anche il fattore Disney, che entrerà in gioco entro la prossima estate. Questo potrebbe benissimo essere l’ultimo film di Predator mai realizzato.


Per quanto riguarda The Nun di New Line Cinema, ha preso una leggera battuta dalla concorrenza, ma è stato così forte nel suo weekend di apertura ($ 131 milioni in tutto il mondo) che ha gestito un altro stimato $ 18,2 milioni di dollari ($ 84 milioni in totale). Ora ha superato i $ 200 milioni in tutto il mondo nella sua seconda settimana di rilascio ($ 228.7 milioni in tutto il mondo con $ 143.6 milioni internazionali). L’ultimo successo nell’universo Conjuring di grande successo dello studio, The Nun ha spinto il franchise dell’orrore che ha già raggiunto il punteggio più alto a più di $ 1,4 miliardi … e contando.

Tom Molter, responsabile della distribuzione internazionale, Warner Bros. Pictures, ha dichiarato: “The Nun
continua a spaventare il pubblico di tutto il mondo, e in tutte le regioni vengono registrati record, in particolare in America Latina e Messico, dove la popolarità della stella Demian Bichir ha attirato numerosi fan al cinema. Applaudiamo l’intero cast, così come tutti i registi di The Nun, su questo straordinario successo “.
Digressione, nella storia di due pubblici simili, il successo di The Nun ha mangiato un po ‘nell’apertura di The Predator, mentre dall’altra parte, The Predator ha anche tolto l’abilità di The Nun di dominare per un secondo rettilineo settimana.

Slender Man di Sony Screen Gems, di cui nessuno sta parlando, si avvicina tranquillamente a 50 milioni di dollari in tutto il mondo. Come ho scritto in precedenza, questo mi ricorda Jigsaw dello scorso anno, l’otto film della serie di Saw che diversi siti web hanno dichiarato un flop anche se ha incassato $ 100 milioni su un budget di $ 10 milioni. (Erano sbagliati nei loro reportage e un nono film è attualmente in sviluppo.)

Mentre Slender Man non è esattamente un successo, sta andando bene abbastanza da dover prendere nota. Ne abbiamo parlato diverse volte prima, ma il Creepypasta di Sylvain White è stato massacrato dai capi dello studio per timore di ritorsioni pubbliche (2018 per la vittoria). Eppure, con un marketing minimale, recensioni orrende e terribile passaparola, Slender Man ha appena superato $ 50 milioni in tutto il mondo. Con un budget di $ 10 milioni e una spesa di marketing inferiore a quella tipica, lo star-star di Joey è nel territorio degli utili per lo studio. Potrebbe essere stato un successo enorme. Mentre alcuni chiamano Slender Man (il personaggio) morto prima ancora di avere la possibilità di spaventare il pubblico, dico che è possibile che questo sia solo l’inizio. Un sequel – che sia teatrale o diretto al video – è più che probabile a questo punto.

SLENDER MAN Trailer Screen grab
https://www.youtube.com/watch?v=eRV-c3hs3vw
Credit: Sony Pictures Entertainment

the-nun-movie-0p
hot line news, recensioni,

La recensione di “The Nun”

no comment

Film che non cattura e non spaventa

La stagione di Halloween è ufficialmente in corso, grazie a New Line Cinema e Atomic Monster di James Wan. Buone recensioni o meno, The Nun diretto da Corin Hardy ha distrutto il box office guadagnando $ 53,5 milioni negli Stati Uniti e altri $ 77,5 milioni a livello internazionale. Questo è $ 131 milioni nel suo weekend di apertura, che lo rende il più grande apertura al botteghino di qualsiasi film Conjuring. Con un budget riferito di circa $ 22 milioni, questo spin-off di Conjuring è già molto redditizio e destinato a diventare un gigante del botteghino.

In The Nun, un prete con un passato infestato e un noviziato sulla soglia dei suoi voti definitivi vengono inviati dal Vaticano per indagare sulla morte di una giovane suora in Romania e affrontare una forza malvagia nella forma di una monaca demoniaca.
Bonnie Aarons riprende il suo ruolo di Conjuring 2 come personaggio del titolo, il che significa più horror fisico e meno CGI, ha detto Hardy.

The Nun vede la candidatura all’Oscar Demian Bichir (“A Better Life”) come padre Burke, Taissa Farmiga (“American Horror Story” della TV) come sorella Irene, Jonas Bloquet (Elle) come abitante del villaggio francese Frenchie, Charlotte Hope (TV “Game of Thrones “) come Suor Victoria e Ingrid Bisu (” Toni Erdmann “) come sorella Oana.

Il film inizia da subito con delle ragazze che si trovano in un collegio e sono vittime delle vessazioni di una suora pazza, che crede che solo col dolore e la sofferenza si possa cancellare il peccato.Perciò, appena questa scopre che una ragazza è incinta, inizia a torturarla e cerca di farla abortire : ma non ci riesce perché le ragazze accorrono per fermarla e finiscono per ucciderla, soffocandola in una vasca da bagno che si trovava lì vicino (sono molti i riferimenti all’acqua e agli elementi naturali).

La suora muore, ma non del tutto : il suo fantasma penetra nelle vite delle superstiti.
Il film non fa affatto paura, non è degno di lode, la sceneggiatura è alquanto ridicola, gli effetti non sono ben riusciti e non sono efficaci, non ci sono tecniche classiche horror, a dire il vero non ci sono proprio tecniche.La trama è scarsa, c’è poco riferimento all’aspetto psicologico, c’è sempre un tentativo da parte del regista di far paura,ma con scarsi risultati.La trama quindi risulta complessa e finisce col diventare noiosa, soprattutto nella parte centrale quando si ”sviluppa” e si entra nel ”clu” della vicenda.Durante la visione di questo film, mi stavo quasi addormentando.Questo non è neanche definibile un film horror. Assolutamente sconsigliato.

Nei cinema Italiani a partire dal 20 settembre 2018.

Screen-Shot-2018-09-14-at-2.40.21-PM
hot line news, novità film horror,

Nuove immagini per il nuovo Halloween

no comment

La Universal Pictures ha appena mandato a Horror Stab la galleria completa per Halloween, che include nuovi sguardi all’intero cast.

Nel nuovo film diretto da David Gordon Green e co-sceneggiato da Danny McBride …
“Laurie Strode (Jamie Lee Curtis) arriva al suo ultimo confronto con Michael Myers, che l’ha perseguitata da quando è sfuggita a malapena alla sua follia omicida nella notte di Halloween di quarant’anni fa.”
“Una troupe di documentari britannici arriva negli Stati Uniti per visitare Michael in prigione per una retrospettiva della notte di terrore del maniaco – ma il loro progetto diventa molto più interessante quando Myers sfugge alla custodia, recupera la sua maschera e cerca vendetta su Laurie, con gli altri che sono naturalmente parte del suo impressionante numero di membri della carriera lungo la strada.

Nei decenni successivi alla fatidica notte di Halloween che ha cambiato per sempre la vita dell’ex babysitter, Laurie si è armata e preparata per l’inevitabile ritorno di Michael – a scapito della sua famiglia, tra cui la figlia Karen e la nipote Allyson. ”
Judy Greer interpreta Karen Strode, la figlia di Laurie, mentre Andi Matichak ha ottenuto l’ambito ruolo del giovane protagonista del film (figlia di Greer e nipote di Curtis).
Nick Castle tornerà nel ruolo di Michael Myers, mentre lo stuntman e attore James Jude Courtney è stato anche scelto per interpretare Myers.

Il cast comprende anche Virginia “Ginny” Gardner (Project Almanac, Marvel’s “Runaways”), Miles Robbins (Mozart nella giungla, My Friend Dahmer), Dylan Arnold (Mudbound, Laggies, When We Rise) e Drew Scheid (“Stranger” Cose “).  Interpreteranno gli amici di Allyson di Matichak.
Joe Lipset ha partecipato alla World Premiere e ha scritto nella sua recensione che “Halloween offre una soddisfacente dimostrazione di Laurie vs Michael da 40 anni in poi!”

THE CONJURING
hot line news, novità film horror,

Le riprese per “The Conjuring 3” potrebbero iniziare il prossimo anno

no comment

Ogni singolo film nell’universo cinematografico di The Conjuring è stato un grande successo al box office fino ad ora, con The Nun che ha superato le aspettative lo scorso weekend per accumulare il più grande weekend di apertura del franchise fino ad oggi. Qual’è il prossimo? Annabelle 3 è in lavorazione, è in fase di sviluppo anche uno spinoff Crooked Man, e sì, presto ci sarà The Conjuring 3.
Parlando con Cinema Blend, il produttore Peter Safran aggiorna che tutto si muove lungo il fronte di Conjuring 3, con David Leslie Johnson (The Conjuring 2) che firma la sceneggiatura.
“In realtà sta andando benissimo”, ha detto Safran al sito. “David Leslie Johnson sta lavorando alla sceneggiatura, e mi sento abbastanza fiducioso che l’anno prossimo sarà attivo e funzionante.”
In questo momento, non sappiamo ancora dove il terzo film vedrà la partecipazione di Ed Warren di Patrick Wilson e Lorraine Warren di Vera Farmiga, ma noi di Horror Stab abbiamo sentito che James Wan * non * dirigerà The Conjuring 3. Un peccato, certo, ma l’universo di Conjuring ha finora avuto pochi problemi a coinvolgere i registi che hanno il compito di continuare il lavoro di Wan.
Scopriremo maggiori dettagli, state con noi!

Si prega di attivare i Javascript! / Please turn on Javascript!

Javaskripta ko calu karem! / Bitte schalten Sie Javascript!

S'il vous plaît activer Javascript! / Por favor, active Javascript!

Qing dakai JavaScript! / Qing dakai JavaScript!

Пожалуйста включите JavaScript! / Silakan aktifkan Javascript!
[ Disattiva AdBlock per visitare Horror Stab e una volta fatto ricarica la pagina oppure clicca qui ]