Author

Francesco Monti

Francesco Monti

Nato a pane e horror, fin da subito sviluppa una particolare ed accesa passione verso il mondo del cinema horror. La cosa non si è mai attenuata, ma anzi viene accentuata dopo la creazione di Horror Stab.

west-image-3-518461097
Featured, storie vere,

Frederick West & Rosemary Letts – Il mostro di Gloucester – Il killer delle babysitter

no comment

Frederick West & Rosemary Letts – Il mostro di Gloucester – Il killer delle babysitter

Nato il 29 settembre del 1941, Fred è figlio di due genitori di origini contadine, abituati ai lavori in fattoria, alla solitudine e ad avere come unico bene prezioso un gran numero di figli per il lavoro nei campi o nelle stalle. Infatti Fred ha sette fratelli, quattro maschi e tre femmine.
Fin dalla più tenera età, la vita dei fratelli West fu caratterizzata dall’isolamento e dall’insaziabile appetito sessuale del padre Walter che, in un ambiente per lo più separato dal resto della società, non mancò di indirizzare verso le figlie.
La madre Daisy non era mai stata particolarmente attraente e la precoce perdita di attenzioni del marito le fece instaurare un legame sempre più morboso con i figli maschi, soprattutto con Fred, a tal punto da intraprendere una relazione sessuale quando il figlio aveva da poco compiuto i dodici anni.
Si può dire che in quella fattoria isolata di Much Marcle, la vita fosse stata improntata su due frasi ben precise, che Walter West era solito ripetere ai figli:

“Io vi ho generato e ho il diritto di avervi”

“Fate ciò che desiderate, basta che non vi scoprano”.

Con questo tipo di ambiente familiare, non stupisce come gran parte degli aspetti più devianti di Fred West si fossero già formati nel passaggio dall’infanzia all’adolescenza, trasformandolo in uno psicopatico sadico in grado di provare soddisfazione solo nell’infliggere dolore e nell’abusare di donne anche molto giovani, deboli e umili nel lavoro, esattamente come la madre Daisy.
A peggiorare, forse, uno stato mentale già compromesso, ci si mise anche il destino: a diciassette anni ebbe un incidente in motocicletta che lo lasciò in coma per una settimana e gli fu inserita una placca metallica di sostegno per riparare la frattura; due anni dopo, a seguito di una caduta da una scala antincendio, entrò nuovamente in coma per due giorni per una nuova frattura alla testa.
Nel 1962, Fred incontra Rena Costello, una ragazza incinta che era solita prostituirsi per sopravvivere. Inizia fra loro una relazione ambigua, fondata su un accordo ben chiaro per entrambi: Rena doveva abbassarsi a soddisfare qualunque perversione sessuale (spesso sadica) di Fred, e, nel caso si fosse opposta, sarebbe stata picchiata.
Nel frattempo, la donna partorì e chiamarono la figlia Charmaine. In seguito ebbero anche una seconda figlia che chiamarono Anne Marie.


Rimasero assieme fino al 1968. Ci vollero sei lunghi anni di torture, violenze e tradimenti prima che Rena riuscisse finalmente a lasciare quel mostro, che però tenne con sé le due figlie. Durante la storia con Rena, Fred aveva avuto una relazione anche con l’amica Anna McFall che, una volta rimasta incinta, sparì nel nulla senza lasciare traccia. Il suo corpo, insieme a quello del bambino che portava in grembo, fu ritrovato nel 1994, su indicazione dello stesso Fred. Anche lei, come le successive vittime, portava la firma del mostro: smembrata e con le dita di mani e piedi amputate.
Fu dopo l’abbandono di Rena che Fred incontrò per la prima volta Rosemary “Rose” Letts, sua futura compagna di omicidi.
Dopo l’incontro con Rosemary e la nascita della loro prima figlia Heather, nel 1970, Fred finì in prigione per furto, e la moglie dovette occuparsi di tutte e 3 le figlie: Heather, Charmaine e Anne Marie (anche se Charmaine, in realtà, non era figlia di Fred, in quanto Rena era già incinta quando si erano conosciuti).
Rosemary aveva attenzioni solo per sua figlia, trattando in modo anche molto crudele sia Charmaine che Anne Marie. La piccola Charmaine, in particolare, divenne il bersaglio preferito della donna, essendo dotata di un carattere forte nonostante la sua tenera età.
Non è un caso, quindi, che nell’estate del 1971, mentre Fred era ancora in carcere, la bambina scomparve. Il suo corpo venne ritrovato solo a metà degli anni novanta, quando, nel pieno delle indagini sulla famiglia West, venne rinvenuto sotto il pavimento della cucina della casa di Midland Road, quella dove abitavano i West al tempo della scomparsa. Il suo omicidio venne attribuito alla sola Rosemary.


Uscito di prigione, Fred dovette giustificarsi con il vicinato per l’improvvisa scomparsa della bambina, ma fu piuttosto semplice: Charmaine era tornata dalla madre in Scozia.
Questa scusa, però, si rivelò azzardata. Rena Costello, madre della bambina, quando venne raggiunta dalla notizia della sparizione della figlia, si precipitò a Gloucester, per sapere cosa le fosse accaduto. Ma anche di lei si persero le tracce, finché i suoi resti non furono rinvenuti a fianco a quelli di Anna McFall, nel 1994, con la stessa asportazione delle dita di mani e piedi. Di nuovo la firma di Fred West.
L’omicidio di Charmaine da parte di Rosemary creò un’unione indissolubile e malata tra lei e il marito. Ciascuno dei due sapeva cosa aveva fatto l’altro, e insieme svilupparono una sessualità deviata che comprendeva sadismo, prostituzione, violenza fisica, fantasie di stupro e omicidio.
Nel 1972 Rosemary diede alla luce una seconda figlia. Oramai c’era la necessità di una casa più grande, e la scelta cadde sull’abitazione al numero 25 di Cromwell Street, che era spaziosa e aveva un bel giardino con un’ampia cantina.
Proprio quest’ultimo locale, una volta insonorizzato, sarebbe divenuto la camera della tortura di Fred West. E’ ancora sconosciuto il numero di donne che varcarono quella porta. Alcune vennero prima torturate e poi violentate, alcune liberate perché talmente sotto shock da essere ormai innocue, altre fatte a pezzi e sepolte in giardino.
La prima vittima della lunga serie di violenze fu la stessa figlia di Fred, Anne Marie, a quel tempo di soli otto anni, che fu ripetutamente violentata e abusata fisicamente, anche in presenza (e con la partecipazione) di Rose.
Inoltre, come era solito per l’epoca, anche i West divennero affittacamere per giovani adolescenti, che venivano attirate con la buona prospettiva di un lavoro come babysitter delle figlie della coppia.


Nel corso degli anni, i West predilessero adolescenti, possibilmente con pochi legami familiari, e crearono un iter preciso: la ragazza veniva drogata o ubriacata, quindi al risveglio nella cantina di Cromwell Street, veniva torturata e violentata, e spesso poi smembrata e sepolta sotto il garage o in giardino.
Fred, come il padre Walter, intraprese diverse relazioni incestuose con le figlie, in particolare con la figlia Heather, dopo che l’altra figlia era scappata di casa col fidanzato.
Questa sua relazione incestuosa si sarebbe rivelato il suo errore più grande.
Heather denunciò gli abusi subiti dal padre alla polizia. E, anche se Heather sparì nel nulla il giorno stesso della testimonianza, le ricerche andarono avanti. Ci vollero 7 anni per ottenere un mandato di perquisizione della casa.
La prima a essere trovata fu proprio Heather, in uno stretto buco preparato da Fred, con la testa staccata dal busto e le ossa fracassate per limitarne l’ingombro.
Poi, mano a mano, vennero trovati i resti di tutta la schiera di donne, ragazze, bambine e addirittura feti, scomparsi da anni nel nulla.
Arrestato e in attesa di giudizio, Fred si suiciderà impiccandosi nella sua cella. Rosemary, dichiaratasi sempre innocente, verrà condannata a 10 ergastoli.

Candyman-e1543353475209
hot line news, novità film horror,

“Candyman” di Jordan Peele confermato e in uscita nel 2020

no comment

Lo scorso settembre, Horror Stab ha dato la notizia che Monkeypaw Productions di Jordan Peele produrrebbe un remake per Candyman, diretto da Bernard Rose, un film horror urbano adattato dal racconto “The Books of Blood” di Clive Barker “The Forbidden”. Questo pomeriggio è stato confermato con la notizia che è stato annunciato come un “sequel spirituale” che ritorna nel quartiere dove è iniziata la leggenda: la sezione di Chicago, dove un tempo si trovavano i progetti abitativi di Cabrini-Green.

“Urban” ha avuto un duplice significato in quanto l’adattamento originale è stato spostato dall’Inghilterra allo sviluppo di abitazioni pubbliche Cabrini-Green ormai demolito a Chicago, mentre l’antagonista è una leggenda metropolitana in sé, il Candyman (interpretato da Tony Todd), un artista e figlio di uno schiavo che gli ha tagliato la mano e che è stato poi ucciso dal padre del suo amante. Rilasciato nel 1992, il film ha dato vita a due sequel, quest’ultimo diretto al video.

Mentre meno noto tra le icone dell’orrore, Candyman è facilmente uno dei più spaventosi; può essere convocato pronunciando il suo nome cinque volte di fronte a uno specchio. Non si sa nulla se Todd riprenderà il suo ruolo.

Nia DaCosta (Little Woods) dirigerà da una sceneggiatura di Peele e Win Rosenfeld, aggiunge Deadline.

“L’originale era un film di riferimento per la rappresentazione nera nel genere horror”, ha dichiarato Peele nel comunicato stampa. “Accanto a Night of the Living Dead, Candyman è stata per me una grande fonte d’ispirazione come cineasta e avere un nuovo audace talento come Nia alla guida di questo progetto è davvero emozionante. Siamo onorati di portare in vita il prossimo capitolo del canone Candyman e desideroso di offrire un nuovo pubblico con un punto di accesso alla leggenda di Clive Barker. “

MGM pubblicherà questo nuovo film il 12 giugno 2020.

via GIPHY

Screen-Shot-2018-11-27-at-1.40.21-PM
novità film horror,

Zoey Deutch sarà presente nel cast del nuovo “Zombieland”

no comment

Zoey Deutch della Vampire Academy ha ottenuto il primo nuovo ruolo nel lungo ritardo di Zombieland 2, che vedrà Emma Stone, Woody Harrelson, Jesse Eisenberg e Abigail Breslin che riprendono i loro ruoli, dice Deadline. Ruben Fleischer, che sta venendo fuori dal successo al botteghino di Venom, sta tornando a dirigere il sequel.
Deutch interpreterà un interesse amoroso per Columbus di Eisenberg.

In questa prossima puntata, i killer di zombi devono combattere contro molti nuovi tipi di morti viventi che si sono evoluti dal primo film, così come alcuni nuovi sopravvissuti umani.
Il film è composto da scribi, Paul Wernick e Rhett Reese, che saranno entrambi produttori esecutivi. Anche Gavin Polone tornerà nel film, che inizierà le riprese all’inizio del prossimo anno con una data prevista per l’11 ottobre 2019.

download
storie vere,

La vera storia di Black Dahlia

no comment

(ATTENZIONE, ATTENZIONE ATTENZIONE foto della scena del crimine molto forti)

 

Black Dahlia è un film di Brian De Palma del 2006 che racconta un inquietante omicidio avvenuto nel 1947 a Hollywood: quello di Elizabeth Short, aspirante attrice soprannominata “Dalia Nera”.


Elizabeth nacque a Boston il 29 Luglio del 1924. A soli 19 anni decise di lasciare la madre e andare a vivere insieme al padre nella soleggiata California. Era una giovane ragazza molto bella, dai capelli neri e folti, occhi azzurri e con un sogno nel cassetto: diventare una diva. Hollywood stava sfornando le prime star di fama mondiale e lei si trovava nel posto giusto al momento giusto. Per un attimo era quasi riuscita a realizzare il suo sogno accettando di sposare un ufficiale, ma la morte dell’uomo a causa di un incidente aereo aveva infranto i suoi sogni. Dovette così cercare impiego in un ufficio postale sperando, nel frattempo, di sfondare nel cinema. Soprannominata la Dalia Nera per la sua attitudine a vestirsi sempre di nero e la passione per il film La Dalia Azzurra, la giovane Elizabeth finì per lavorare nel mondo del porno fino a quando, il 15 gennaio del 1947, non fu trovata morta.
Elizabeth fu vista l’ultima volta il 9 gennaio insieme a Robert Red Manley, un venditore sposato, per recarsi insieme a San Diego per qualche giorno. In seguito dichiarerà di averla lasciata al Biltmore Hotel e di non aver avuto più nessuno contatto con lei.

Il 15 gennaio, nel quartiere meridionale di Los Angeles, Betty Bersinger, una signora in giro con la figlia, vide un corpo tra l’erba alta, inizialmente scambiato per un manichino.
Lo spettacolo che invece si rivelò ai suoi occhi era davvero terrificante: la ragazza era stata squarciata in due parti con un taglio netto in vita e il sangue era stato completamente rimosso, tanto che la pelle era bianchissima. Il corpo era stato lavato e, sul volto, era stato scolpito con un coltello il “sorriso di Glasgow”, che faceva pensare al Joker. I capelli scuri di Elizabeth erano stati tinti di rosso, forse per ricordare un clown. Aveva ecchimosi e ferite: alcune parti del corpo erano state squarciate, cosa che aveva portato subito a pensare a delle torture.
Se ne occuparono grandi squadre di detective, ma non si arrivò mai a inchiodare il responsabile. Nel corso degli anni furono accusati o confessarono il delitto circa 40 sospettati, uomini e donne.
Qualcuno era portato a ritenere che la mano fosse quella di un chirurgo, qualcun altro di una donna, perché l’assassino aveva voluto infierire sulla bellezza di Elizabeth. Inoltre sulla ragazza non c’erano segni di violenza sessuale.

Qualcuno ha seguito la pista del serial killer; qualcun altro ha provato a indagare su una possibile attività di squillo di Elizabeth Short.
Ancora oggi non ci sono prove sufficienti per trovare un colpevole.

 

 

Ghostland-film-2018
hot line news, novità film horror,

“Ghostland – La casa delle bambole” nuovo horror dal regista di “Martyrs” Pascal Laugier

no comment

Distribuito da Midnight Factory, l’etichetta horror di proprietà di Koch Media, il film sarà nelle sale italiane dal prossimo 6 dicembre. Ghostland è un horror spaventoso che vi farà passare la voglia di giocare. Fotogramma dopo fotogramma, scena dopo scena, non potrete fare a meno di immedesimarvi in questa inquietante storia fatta di angoscia, paura e colpi di scena che vi terranno con il fiato sospeso per tutta la durata del film.
Le bambole forse rappresentano, nell’immaginario collettivo, il ricordo d’infanzia, il gioco che tutti abbiamo avuto da bambini e con il quale siamo cresciuti, ma La casa delle bambole – Ghostland spazzerà via tutto questo. Sarete letteralmente trascinati all’interno di una casa in cui proprio questo oggetto, all’apparenza così innocuo, sarà simbolo del male più puro.

locandina ghostland la casa delle bambole

SINOSSI
Pauline e le due figlie adolescenti, Beth e Vera, ricevono in eredità una vecchia villa piena di cimeli e bambole antiche che rendono l’atmosfera casalinga tetra e inquietante. Durante la notte, due intrusi penetrano nella casa e prendono in ostaggio le ragazze. Pauline lotta disperatamente per la vita delle figlie e riesce ad avere la meglio sugli assalitori, ma il trauma di quella notte segnerà per sempre il destino delle ragazze. Mentre Beth riesce a reagire e a lasciarsi il passato alle spalle, diventando una scrittrice di successo, Vera invece non supera lo shock e si rinchiude nelle sue paranoie. Sedici anni più tardi Beth riceve una telefonata dalla sorella che le chiede aiuto. La ragazza ritorna così nella casa delle bambole dove scoprirà che l’incubo, in realtà, non è ancora finito…

 

Se vi sentite pronti ad entrare ne La casa delle bambole, gustatevi questa clip in esclusiva ed il trailer ufficiale italiano!

Screen-Shot-2018-11-16-at-12.27.44-PM
novità film horror,

Trailer per “Break” una nuova pellicola che ricorda “Frozen”

no comment

Dopo il trailer del teaser da Santa Monica, in California, Russian World Vision ha rilasciato il primo trailer ufficiale di Break, che sembra una versione più grande di Frozen di Adam Green.

Diretto da Tigran Saakyan, “La compagnia di tre ragazzi e due ragazze si fa strada verso la vecchia funicolare per festeggiare l’indimenticabile Capodanno in cima alla montagna. Un’avventura divertente si trasforma in un incubo quando la funicolare si ferma sopra l’abisso. Il freddo, l’altezza e la paura di una morte lenta fanno sì che rivelino la loro vera essenza e combattino tra di loro. “Irina Antonenko, Andrey Nazimov e Ingrid Olerinskaya.

Rimanete aggiornati per ulteriori news ed aggiornamenti.

Shay Mitchell
novità film horror,

Nuovo poster per “The possession of Hannah Grace”

no comment

Sony Screen Gems ha recentemente condiviso il primo trailer di The Possession of Hannah Grace, inquietante nuovo horror in uscita dal 30 novembre 2018. Nel film diretto da Diederik Van Rooijen e scritto da Brian Sieve (Boogeyman 2):

“Uno scioccante esorcismo rivendica la vita di una giovane donna. Mesi dopo, Megan Reed (Shay Mitchell) sta lavorando al turno del cimitero nell’obitorio quando prende in consegna un cadavere sfigurato. Bloccato da solo nei corridoi del seminterrato, Megan inizia a sperimentare visioni terrificanti e inizia a sospettare che il corpo possa essere posseduto da una spietata forza demoniaca. ”
“Pretty Little Liars” “Shay Mitchell interpreta Gray Damon, Kirby Johnson e Stana Katic.

BLUMHOUSE_PRODUCTIONS_1.85_720x389_03
novità film horror,

Amazon e Blumhouse uniti per 8 horror collegati tra di loro

no comment

Ultimamente, Blumhouse ha affrontato alcuni progetti molto interessanti, tra cui la serie antologica di Hulu “Into the Dark”, un episodio al mese, e stasera stiamo imparando che stanno facendo qualcosa di simile con Amazon.

Amazon Studios ha chiuso un accordo di produzione esclusivo con Blumhouse Television per una serie di otto thriller / produzioni a lungometraggio a tema dark.
I film saranno pubblicati direttamente sul servizio su Amazon Prime Video, e il sito nota che esiste una sorta di collegamento tematico che collega i film insieme.

“Siamo lieti che Amazon stia affidando a Blumhouse il compito di offrire il suo brivido e il suo brivido al pubblico globale attraverso questo accordo”, ha affermato Jason Blum. “Questa è una grande opportunità per Blumhouse Television per potenziare i registi sottorappresentati offrendo una nuova interpretazione dei generi horror amati dai fan di tutto il mondo”.

captive-state
novità film horror,

Nuovo Teaser Trailer per “Captive State” con John Goodman

no comment

Gli alieni hanno preso il posto in Captive State di Rupert Wyatt, Rise of the Planet of the Apes, che era stato originariamente pubblicato per quest’anno ma è stato riportato all’inizio del 2019.
John Goodman e Vera Farmiga sono le stelle del film di fantascienza, che oggi ha il suo secondo trailer di teaser. Questo sembra essere il tipo di fantascienza / horror originale che desideriamo sempre, sentendosi un mix tra They Live, The Purge e Cloverfield. Siamo così a bordo di questa particolare nave.

Ambientato in un quartiere di Chicago quasi un decennio dopo l’occupazione da parte di una forza extraterrestre …
“Lo stato in cattività esplora le vite su entrambi i lati del conflitto: i collaboratori e i dissidenti”.

Wyatt ha anche co-sceneggiato la sceneggiatura originale con Erica Beeney. Nel cast figurano anche Ashton Sanders (Moonlight) e Jonathan Majors.
Il film è prodotto da David Crockett e Rupert Wyatt e prodotto da Jeff Skoll e Jonathan King.

Focus Features rilascerà Captive State nei cinema degli Stati Uniti il ​​29 marzo 2019.

bad-robot
novità film horror,

Una nuovo Thriller della Bad Robot sara’ ambientato in una scuola superiore

no comment

Non abbiamo ancora un titolo o una trama, ma Deadline riporta che J.J. Bad Robot di Abrams ha vinto un’asta competitiva e ha optato per un lungometraggio dello scrittore “The Crown” Ed Hemming.
“I dettagli della trama vengono tenuti sotto controllo sul tono in-demand, che è inteso come un thriller ambientato nel liceo nel presente con una svolta socialmente rilevante.”
Il sito aggiunge: “Il progetto è stato presentato come un progetto televisivo o cinematografico, ma Bad Robot lo sta posizionando come un film”.
Maggiori informazioni in arrivo.

leprechaun-returns-syfy-e1540995113769
novità film horror,

“Leprechaun Returns” il nuovo poster spacca di brutto

no comment

Lionsgate sta offrendo il primo regalo di Halloween di oggi: le notizie che Leprechaun Returns arriveranno su Digital and On Demand l’11 dicembre 2018.

Leprechaun, il subdolo e micidiale, che tutti conosciamo (e che amiamo odiare) torna a reclamare la sua pentola d’oro da una proprietà di una casa di sorelle … mentre si divertiva allegramente in una follia omicida in stile Leprechaun.
HS ha anche il debutto in esclusiva del poster che è la perfezione. Non solo ha un aspetto mondano e collezionistico, ma richiama il finale del film originale del 1993 in cui il personaggio del titolo aveva un trifoglio a quattro foglie che gli scendeva in gola e cade in un pozzo. Sembra che questo sia un sequel diretto, proprio come Halloween di questo mese.
Inoltre, mentre il Leprechaun è ora interpretato da Linden Porco (TV “Channel Zero”, Cult of Chucky), Leprechaun Returns è co-protagonista Mark Holton, che ritorna alla serie per la prima volta dal film originale del 1993! Boom!
Steven Kostanski di The Void dirige il film:
“Il Leprechaun letale e spiritoso è tornato in tutta la sua gloria cruenta. Quando le sorelle della casa di Alpha Upsilon decidono di diventare ambientalmente responsabili, usando un vecchio pozzo come fonte d’acqua, svegliano involontariamente un mostro dalle dimensioni ridotte, vestito di verde. Il Leprechaun vuole una pentola d’oro sepolta vicino alla casa delle sorelle, ma prima deve recuperare i suoi poteri con una follia omicida e solo le ragazze dell’UA possono fermarlo. ”

pet-sematary-3D
novità film horror,

Tramite facebook scopriamo una foto esclusiva del nuovo “Pet Sematary”

no comment

Dennis Widmyer e Kevin Kolsch hanno riadattato Pet Sematary romanzo di Stephen King a adattamento cinematografico del 1989, come notato nel primo trailer del nuovo film, un gruppo di ragazzini in maschere raccapriccianti, forse i bambini originali che avevano costruito il “cimitero”. Non scopriremo cosa gli succede fino al prossimo anno, ma questa settimana abbiamo per voi una nuova”foto 3D” dei bambini raccapriccianti, che puoi consultare qui sotto.
Sposta il mouse per il divertimento “3D”!

Fred Gwynne: John Lithgow interpreta il ruolo di Jud Crandall, interpretato nell’adattamento originale. I gemelli Hugo Lavoie e Lucas Lavoie interpretano Gage Creed, con Jeté Laurence che interpreta il ruolo di Ellie Creed. Jason Clarke (Winchester) e Amy Seimetz (Alien: Covenant, A Horrible Way to Die) sono il nostro nuovo Louis e Rachel Creed. La giovane attrice Alyssa Brooke Levine è stata scritturata come la nostra nuova Zelda, con Obssa Ahmed che interpreta Victor Pascow.
In Pet Sematary, adattato da Jeff Buhler …
Stephen King, Pet Sematary segue il Dr. Louis Creed, che si trasferisce con sua moglie Rachel e i loro due bambini da Boston nel Maine rurale, egli scopre un misterioso luogo di sepoltura nascosto nei boschi vicino alla nuova casa della famiglia. Quando la tragedia colpisce, Jud Crandall, scatena una pericolosa reazione a catena che scatena un male insondabile con terribili conseguenze. “

La pellicola esce nei cinema americani a partire dal 5 aprile 2019.

Si prega di attivare i Javascript! / Please turn on Javascript!

Javaskripta ko calu karem! / Bitte schalten Sie Javascript!

S'il vous plaît activer Javascript! / Por favor, active Javascript!

Qing dakai JavaScript! / Qing dakai JavaScript!

Пожалуйста включите JavaScript! / Silakan aktifkan Javascript!
[ Disattiva AdBlock per visitare Horror Stab e una volta fatto ricarica la pagina oppure clicca qui ]