Browsing Category

hot line news

Get Out
hot line news, news horror, novità film horror,

JORDAN PEELE PARLA DI UN POSSIBILE GET OUT 2 – FLASH NEWS

no comment

Il nome di Jordan Peele è stato correlato a una manciata di progetti sulla scia del successo di Get Out all’inizio di quest’anno, tra cui “Lovecraft Country” della HBO, ma che dire del film che lo ha lanciato come regista? Avete mai pensato che il regista potesse lanciare un seguito?

Get Out
Parlando con Deadline, Peele ha detto di essere aperto alla possibilità di sviluppare un seguito.
“Non ho ancora deciso nulla e sto permettendo alla parte creativa di esplodere, e non voglio costringerla, ha detto Peele. “So che se un seguito è destinato ad accadere, lo farà. Sono aperto a capire di cosa si tratta. Ma non voglio neanche deludere l’originale e le aspettative dei suoi fan. Semplicemente non farei qualcosa del genere solamente per fare dei soldi in più. “

gfuvsdbjk
hot line news, news horror, novità film horror,

STRANGERS: PREY AT NIGHT – PRIMO TEASER E LOCANDINA UFFICIALE

Tramite il nuovo teaser internazionale abbiamo appena appreso che The Strangers Prey at Night uscirà nelle sale americane il 9 Marzo 2018. A seguire potete anche vedere il primo poster ufficiale del film interpretato da Christina Hendricks, Bailee Madison, Lewis Pullman, Emma Bellomy, Lea Enslin e da Damian Maffei. Johannes Roberts (47 Metri) ha diretto il film su sceneggiatura di Brian Bertino e Ben Ketai.

Le vacanze di una famiglia prendono una piega pericolosa quando giungono in uno sperduto camping per roulotte per trascorrere un po’ di tempo con i parenti e lo trovano misteriosamente abbandonato. Grazie al favore delle tenebre, Dollface, la ragazza Pin-up e l’Uomo Mascherato vanno a trovarli per mettere alla prova i limiti della famiglia mentre questa dovrà combatte per la propria sopravvivenza.

The Strangers Prey at Night

KAY Copertina
hot line news, news horror, novità film horror, recensioni,

AMERICAN HORROR STORY CULT- IL MIO POST FINAL SEASON

1 comment

NO SPOILER EVIDENTI.

Il mercoledì sera, da qualche mese a questa parte per me è stato solo American Horror Story, la serie tv del secolo per gli amanti dell’horror. Ho aspettato ogni singolo mercoledì l’uscita della puntata coi sottotitoli che veniva trasmessa da Fox America la notte precedente. E stasera mi sono gustata come un bicchiere d’acqua nel deserto il finale di stagione.

Cult, all’inizio è per me è stata come la prima sigaretta adolescenziale; la fumi, ma non ti convince, boccata dopo boccata non ne puoi più fare a meno. Non me ne vogliano male gli anti tabagisti. E’ stata una scoperta avvenuta un passo alla volta, ed è diventata in pochissimo per me, la stagione meglio riuscita di Ryan Murphy.

Non sapevamo cosa aspettarci dalla scelta di un tema cosi controverso come quello delle elezioni americane del 2016. Devo ammettere che Murphy ha trattato l’argomento con eleganza unica. Non c’è satira, come tutti si aspettavano, ma c’è un’escalation verso una verità unica nel suo genere, che ci spiattella davanti agli occhi quello che sono gli Stati Uniti e credo anche il resto del mondo oggi.

Le minoranze vengono tutte nominate e trattate con particolare cura in ogni loro aspetto. Afroamericani, neonazisti, omosessuali, immigrati, fobici, detenuti, tutti utilizzati per descrivere quello che per noi è il real horror story, ovvero la paura del diverso e dell’ingestibilità di esso.

Il personaggio di Ally, interpretato dalla magnifica Sarah Paulson racchiude tutto quello che è l’uomo oggi. Siamo tutti vulnerabili in un modo o nell’altro e tutti possiamo cambiare idea anche su quello che dovrebbe essere imprescindibile. Io mi ripeto sempre che solo gli stolti non cambiano mai opinione.

La crescita del personaggio di Ally potrebbe essere comparata alla crescita della nostra persona, lo scopo finale della nostra vita è già insito in noi agli albori, ma siamo costretti a soffrire, sbagliare, massacrarci per arrivare al fine ultimo.

Il personaggio interpretato da Evan Peters, Kai Anderson, è un pazzo folle, ma anche un magnifico oratore, come quelli che la nostra storia ci ha sempre presentato fino ai giorni nostri. Le verità assolute che ho sentito uscire dalla sua bocca sono ineccepibili, il problema è che sono state utilizzate in maniera sbagliata da lui stesso, gli si sono ritorte contro. Non tutti gli esseri umani sono pronti a ricevere alcuni messaggi. Qui Murphy ha voluto descriverci quello che è l’uomo comune. Spesso in possesso della verità, ma a causa del vociferare, o meglio del beelare del mondo intero, ne fa un cattivo uso.

L’intreccio dei personaggi nel loro complesso è geniale. L’unione delle minoranze inizialmente ci convince che la rivoluzione estrema sia l’unica via per salvare il mondo, che è ormai nel caos più totale. O forse siamo noi a voler vedere il caos anche dove non esiste.

Andando avanti di puntata in puntata, capiamo invece che anche i leader più convinti sono frutto di un meccanismo comune , che l’essere umano è sempre e comunque debole, facilmente influenzabile dalla globalità esterna.

Sono una persona cresciuta a pane e horror, potrei tranquillamente vedere un film dal tema paranormale, la notte di Halloween in un cimitero. Eppure questa stagione di American Horror Story mi ha lasciato sempre col fiato sospeso ed è riuscita a creare dentro di me la vera paura che dovrebbe trasmettere un horrormovie. La paura dell’incognita e del fatto che tutto quello che noi vediamo è reale. Le vere paure sono dentro di noi e si liberano in diversi modi.

La puntata che parla delle sette americane, con veri documentari misti a scene girate sempre col nostro amato Evan Peters che interpreta tutti i vari leader, penso che sia la puntata meglio riuscita di tutti gli American Horror story visti fin ora. Tutto sembra reale, come se le famose “storielle di Kay” prendessero forma e i personaggi fossero realmente di fianco a me sul divano, a raccontare quello che sono stati e quello per cui vogliono essere ricordati, come se avessero ancora bisogno di trovare dei nuovi adepti, per il loro personale esercito di uomini fidati.

Il finale ci stupisce, non c’è un lieto fine per nessuno a mio avviso. Tutti rimangono ancorati a quello che vorrebbero essere e falliscono.

Lena Dunham

Come la povera Valerie Solanas, interpretata da una fantastica Lena Dunham, che per altro ho amato all’interno della stagione, ha fallito in quello che era il suo obiettivo di pulizia maschile, con la famosa SCUM, ma ha lasciato comunque un segno, che le generazioni femministe future hanno smussato, sistemato e reso sicuramente meno folle.

Proprio la scelta di Murphy di inserire un’icona femminista  controversa dei giorni nostri come la Dunham, ci fa comprendere quello che a mio avviso è stato l’obiettivo finale del regista. Un inno al femminismo moderno, che mette in guardia su quello che sta accadendo oggi. Ha giocato sui sentimenti di oppressione delle donne di questo ultimo decennio, che possono però essere molto pericolosi se gestiti in malo modo.

Ally è l’esempio del femminismo sbagliato. E’ il raggiungimento di emancipazione a discapito di tutto quello che ostacola il suo cammino. Credo che Murphy abbia voluto sensibilizzare le persone in egual modo, al di la del sesso, delle razze e di tutto il resto.

Solo con una sensibilizzazione al bene comune potremo vincere, al di la di ogni ideologia e partito politico.

Rimango in trepidante attesa per quella che sarà la nuova stagione e sono curiosa di capire se Murphy è riuscito a creare un filone horror più attento e intelligente, che può andare oltre alla passione per lo splatterismo incondizionato degli horror popolar vincenti.

Insidious 4
hot line news, news horror, novità film horror,

INSIDIOUS L’ULTIMA CHIAVE – DATA,TRAMA & POSTER

no comment

Lin Shaye tornerà nei panni della famosa dottoressa del paranormale Elise Rainer nel quarto capitolo di “Insidious”, il famoso franchise horror creato da Leigh Whannell.

Insidious 4 è finalmente realtà.  Il quarto capitolo della saga horror si intitolerà: “Insidious: L’ultima Chiave” e arriverà nei cinema Italiani il: 18 Gennaio 2018, distribuito da Warner Bros Entertainment.

PRIMI DETTAGLI TRAMA

Mentre il terzo Insidious ci ha mostrato come Elise sia tornata a combattere i demoni , il capitolo 4 andrà indietro nella storia, mostrandoci i veri inizi di Elise. La pellicola ci porterà a conoscere la famiglia di Elise nel New Mexico, con la donna decisa a trovare “l’uomo malvagio che la perseguita”.

Poster Insidious 4

 

Jigsaw
hot line news, news horror, novità film horror, recensioni,

LA RECENSIONE UFFICIALE DI: JIGSAW – NO SPOILER

no comment

Bene ragazzi, finalmente è giunto il momento di scrivervi per la pellicola appena uscita e già amata: Jigsaw, ovvero l’ottavo capitolo del franchise dell’enigmista.

Locandina Jigsaw

La carica è stata alta per tutto questo tempo, personalmente per me che ritengo Saw come uno delle più belle pellicole mai realizzate nel suo genere. Purtroppo però l’attesa e le aspettative sono state un pò “tranciate” da “IT” la pellicola che è uscita qualche settimana fa. Questa sarà una recensione un po diversa dalle solite, non includerò SPOILER quindi per chi ancora la deve vedere, state tranquilli non vi rovinerò il film.

Scena Jigsaw 

La pellicola ha un ritmo abbastanza incalzante anche se a parere mio non si può comparare con la forte vivacità strutturale delle prime tre pellicole di Darren Lynn Bousman. Le scene sono ben strutturate e ben girate ed è comunque facile intuire il percorso di senso del film.

Tutto si apre con la polizia investigativa che cerca risposte in merito ad una nuova serie di omicidi che si stanno susseguendo nella città. Varie persone verranno trovate morte in circostanze del tutto particolari che sembrano ricondurre alla firma dell’enigmista, colui che è già morto da 10 anni.

Jigsaw - Laser

Nel susseguirsi della pellicola vi giurò di non essermi perso nemmeno un pezzo e quando c’è stato il colpo di scena finale, posso confessarvi di non averlo intuito fin da subito, mi sono voluti parecchi aiuti esterni per capire fino in fondo quell’oasi di significato che sembrava sperduto.

Devo dare un giudizio non molto positivo alla traduzione della versione Italiana del film, poichè avendo visto anche quella in Inglese, tutto tornava perfettamente negli schemi e non ebbi quella difficoltà nel capire la pellicola.

Nonostante questa piccolezza negativa, DOVETE andare a vederla perchè vi prometto che quello che ci aspettiamo dal trailer “ovvero il ritorno in qualche maniera dell’enigmista” non è stato usato solo come metodo pubblicitario, ma vi ci assistiamo proprio.

Tutte le promesse vengono mantenute magistralmente e meticolosamente.

Se la vostra paura è quella di incorrere nel classico seguito di un film famoso che usa una frase d’esca per far correre tutti al cinema, fare il botto e poi sparire, posso assicurarvi che non è questo il caso e senza paura dovete andare al cinema.

Mi ripeto ancora una volta e ammetto di essere dispiaciuto dalla copertura che l’ultimo Saw ha subito da IT.

 

tv-shows-halloween-670x335
hot line news, news horror, novità film horror,

LISTA FILM TRASMESSI IN TV AD HALLOWEEN

Cosa possiamo guardare in TV la sera/notte di Halloween? Ecco a voi la risposta…

Martedì 31 Ottobre 2017

Digitale Terrestre

21:00 Cine Sony (canale 55) Wolf – La belva è fuori
23:15 Rai Movie (canale 24) Open Grave
00:45 TV8 (canale 8 HD 508) Don’t Blink
00:50 Rai 4 (canale 21 HD 521) Rec 3 – La genesi
01:55 Rai 2 (canale 2 HD 502) 1303 3D
02:25 Italia 1 (canale 6 HD 506) Il signore della morte
03:10 Paramount Channel (canale 27) Misery non deve morire
03:20 Italia 1 (canale 6 HD 506) Halloween III – Il signore della notte

Pay Tv (Mediaset Premium e Sky)

21:15 Studio Universal (canale 338) Halloween – The Beginning
21:15 Premium Energy (canale 334) La nona porta
21:15 Premium Cinema Comedy (canale 337) Una notte da paura
22:50 Premium Cinema Comedy (canale 337) Zora la vampira
23:10 Studio Universal (canale 338) Scream
01:10 Studio Universal (canale 338) Scream 2
02:15 Premium Energy (canale HD 334) L’esorcista
03:15 Studio Universal (canale 338) Scream 3
05:15 Premium Cinema (canale HD 330) The Strangers

00:50 Sky Cinema Max Blair Witch
00:55 Sky 3D Non aprite quella porta 3D
02:20 Sky Cinema Max It Follows
02:25 Sky 3D Piranha 3DD
05:40 Sky Cinema Max Suspiria

Se tutto questo non vi basta abbiamo fatto un articolo per voi dove vi consigliamo una serie di film da inserire assolutamente nella nostra maratona di Halloween. CLICCA QUI per leggere l’articolo…

 

The NUN
hot line news, news horror, novità film horror,

LA PRIMA IMMAGINE DAL SET DELL’HORROR “THE NUN”

no comment

Viene rivelata la prima immagine dal set di The Nun, il prossimo film spin-off della New Line Cinema, che segue The Conjuring e Annabelle, con i loro relativi sequel.

La storia di The Nun si concentra sulle vicende di una suora la quale insieme ad un sacerdote affrontano una potente forza demoniaca.

Foto dal set: The Nun

Foto dal set: The Nun

Taissa Farmiga, Demian Bichir, Bonnie Aarons, Charlotte Hope, Jonas Bloquet e Ingrid Bisu saranno i protagonisti della pellicola la quale verrà diretta da Corin Hardy.

La pellicola colpirà i nostri cinema a partire dal 13 Luglio 2018.

jigsaw-saw-8-title
hot line news, news horror, novità film horror,

JIGSAW HA TERRORIZZATO TORINO

In occasione dell’uscita del film Saw: Legacy, al cinema dal 31 Ottobre, Eagle Pictures ha organizzato con l’agenzia di comunicazione “Inside” una terrorizzante campagna marketing per le strade del capoluogo piemontese.

Jigsaw è tornato. Dal 31 ottobre Saw: Legacy, l’ottavo capitolo della saga dell’Enigmista diretto dai fratelli Spierig, arriverà nelle sale italiane grazie a Eagle Pictures. In occasione dell’uscita cinematografica, Eagle Pictures insieme all’agenzia di comunicazione “Inside” ha organizzato una terrorizzante campagna marketing per le strade di Torino.

Il capoluogo piemontese, da sempre legato alla tradizione del cinema horror e all’esoterismo, si è trasformato in un set per una campagna di guerrilla marketing per la promozione del film.

Sotto lo sguardo impaurito dei passanti, per due giorni un furgone insanguinato ha attraversato le strade del centro, offrendo raccapriccianti scene agli ignari spettatori. Come nelle migliori pellicole horror, in un oscuro sottopassaggio alcuni passanti hanno assistito alla furia omicida di Jigsaw, scappando terrorizzati.

SEGUICI NEI SOCIAL

leatherface-still-two-1024x576
hot line news, news horror, novità film horror, recensioni,

LEATHERFACE – UN PREQUEL CHE NON DECOLLA

Prodotto dalla Lionsgate, ed uscito lo scorso mese nei nostri cinema, Leatherface narra eventi precedenti ai fatti di Non Aprite Quella Porta.

Il film è diretto da Alexandre Bustillo e Julien Maury e troviamo, nel cast, Lili Taylor (The Conjuring), Finn Jones(Iron Fist), Stephen Dorff, Nicole Andrews e Sam Strike.

Quattro adolescenti violenti, scappati da un ospedale psichiatrico, rapiscono una giovane infermiera e la portano con loro in un viaggio all’inferno inseguiti da un poliziotto altrettanto squilibrato in cerca di vendetta. Uno dei ragazzi è destinato a vivere eventi tragici e una serie di orrori che distruggeranno la sua mente per sempre trasformandolo in un mostro noto come Leatherface, o Faccia di cuoio.

Devo dire che, come tanti altri film, questo lo aspettavo da tanti anni. Parliamo di una delle figure che ha fatto la storia. Faccia di Cuoio è sempre stato nel mio cuore come “cattivo” di quello che è il mio genere preferito ed ero curioso di scoprire come questo regista avrebbe potuto spiegare le sue origini nel migliore dei modi.

Il film segue un unico ordine cronologico: Leatherface, Non aprite quella porta (1974) e Non aprite quella porta 3D.

Fino ai tre quarti di questo film nessuno sa chi è / sarà Leatherface e quando finalmente le risposte vengono date … il film finisce !

Purtroppo penso che per salvare questa pellicola ci voglia un seque,l legato in tutto e per tutto, perchè faccio decisamente fatica a collocarlo prima di Non aprite quella porta (1974) e guardarlo con soddisfazione.

I due Leatherface manco si somigliano…per dire…

Vi lascio i primi quattro minuti di film, probabilmente i più stuzzicanti…

 

Se anche voi lo avete visto commentate qui sotto o condividete la vostra esperienza con noi tramite i nostri canali social

SEGUICI NEI SOCIAL

maxresdefault (9)
hot line news, news horror, novità film horror,

IT – DETTAGLI SULLA SCENA ELIMINATA

Facciamo un po’ di chiarezza sulle voci che girano da qualche giorno riguardanti una presunta scena eliminata dal nuovo film IT (al cinema da Giovedì 19 Ottobre).

Nel mese di Settembre, Bill Skarsgård, attore di Pennywise, è apparso sul podcast “Playback” di Variety e ha parlato di una scena cancellata da IT che esso ha descritto come “davvero ma davvero inquietante “.

Timothy Simons, che era tra i candidati per il nuovo Pennywise, ha rivelato a Throwing Shade info sullo script del film e, in particolare, sulla scena flashback di Pennywise.

Skarsgård non stava scherzando. È veramente inquietante

Eccovi la segna descritta nel dettaglio…BUONA LETTURA

1637: INT. SORGENTE – NOTTE ABIGAIL, 19. Corre dentro e sbatte la porta. Come se tentasse di tenere fuori Satana. Stringe il bambino al suo seno. Si inginocchia vicino alle braci morenti del camino. Lei soffia ma la fiamma non accenna a riprendersi. Il suo bambino comincia ad agitarsi…

ABIGAIL: “Silenzio ora, shhhh… si sta… si sta fermando.”
Sopra di lei nota un piccolo candelabro che lentamente le rotea sopra la testa. Come se una forza innaturale avesse provocato la rotazione della luce per tutta la stanza, come dei primitivi piccoli proiettori. Sente qualcosa che striscia nelle ombre grigie dal pozzo. Occasionalmente vediamo scorci di un SILHOUETTE NERA che cambia la sua forma. Come se stesse cercando di decidere una forma.
ABIGAIL (CONTINUA): “Per favore, diavolo… lasciateci…” la forma cambia di nuovo. Un fascio di luce passa, rivelando PENNYWISE, nudo, agile, carnale pallido e traslucido, un’immagine semi-formata di un essere umano, apre le sue fauci piene di grandi denti taglienti, gocciolanti di saliva. Mentre la latta di stoccaggio ruota in senso orario, Pennywise muove il bancone dentro la stanza. Ogni volta che la luce colpisce il suo volto, è diverso. Un uomo. Una donna. Una bestia. Un mostro.
PENNYWISE: “Mi confondi donna. Nessun diavolo, io sono il mangiatore dei mondi.” La sua voce è gutturale, innaturale.
ABIGAIL: “Ma mio figlio, non mio figlio… è innocente…”
PENNYWISE: “Così dici.” Il bambino urla. Pennywise sorride.
PENNYWISE (CONTINUA): Bellissima paura…
ABIGAIL: “Ti prego, prendi me.” Abigail torna indietro.
PENNYWISE: “Lo farò. E poi, lui. E tuo marito e il resto dei tuoi figli, e tutti i selvaggi che ti hanno portato qui.
E quando tutti marciranno sulla terra, prenderò le vostre ossa secche finché non rimanga della carne. E poi cercherò le tue ossa e consumerò le vostre anime, finché non rimarranno altro che erbacce!” Batte. “Oppure ti occuperai di te stessa e non interferirai. Prenderò lei e tu vivrai, e anche gli altri bambini, per cui non provo interesse. E mi ringrazierai perché la febbre e il gelo non vi hanno uccisi.” Abigail guarda il suo bambino.

Sta scuotendo la testa, non vuole lasciarlo andare. Dietro di lei, la porta si apre. Un bambino di sei anni chiede: “Mamma?
ABIGAIL: “No! Fuori! Adesso!” Spaventato da sua madre, il ragazzo inizia a correre. Abigail torna a Pennywise. Ovunque possa trovarsi adesso nella camera. La luce in qualche modo sembra girare più veloce ora. Bacia il suo bambino e lo mette giù. Piange.
ABIGAIL: Mi dispiace, mi dispiace molto …

Si allontana dal bambino. Di fronte alle braci morenti. Continuiamo a rimanere sul suo volto mentre le braci iniziano a brillare ancor più – dietro le sue spalle – fuori dal fuoco – Pennywise striscia verso il bambino e inizia a banchettare. Le forti grida del bambino si interrompono mentre sentiamo Pennywise che sgranocchia le ossa del bambino. Abigail continua a guardare la brillante luce arancione non del fuoco tremolante… ma delle lampadine. La sua espressione cambia. Paura. Rifiuto. Dolore. Accettazione. E poi niente. Solo uno sguardo vitreo. Come se nulla di orribile stesse accadendo dietro di lei.

Alcuni recenti commenti di Skarsgård ci suggeriscono che almeno una parte di questa scena è stata girata

La vedremo nel secondo capitolo che arriverà nel 2019?

SEGUICI NEI SOCIAL

635640223157498302330990119_scary-movie-thumbnail
hot line news, news horror, novità film horror,

COSA GUARDARE LA NOTTE DI HALLOWEEN

Il genere Horror cresce, ogni anno sempre di più, e ho deciso di condividere insieme a voi questa mia VOGLIA di Halloween. Per me il 31 Ottobre è sacro, ogni anno il programma è sempre lo stesso : maratona di Film Horror.

Ho creato questo articolo per voi, per aiutarvi, per consigliarvi…
Una lista di film, in ordine cronologico di uscita, che fa al caso nostro…
In fondo troverete un Video Mix contenente alcune scene dei film presenti in lista…
Cominciamo…


1. L’esorcista (1973)

Tratto dall’omonimo romanzo di William Peter Blatty, che ne firma personalmente l’adattamento cinematografico, L’esorcista racconta la storia di Regan MacNeil (Linda Blair), una ragazzina che inizia a mostrare comportamenti strani e inquietanti. Quando la medicina fallisce nel trovare una spiegazione, ma soprattutto una cura, Chris, la madre di Regan (Ellen Burstyn) si rivolge a un prete: è convinta che sua figlia sia posseduta dal demonio e vuole che venga esorcizzata.


2. Halloween – La notte delle streghe (1978)

Nel 1963, nel villaggio di Haddonfield (Illinois), il piccolo Michael, a soli 6 anni, uccide la sorella Judith Myers. Ricoverato in clinica psichiatrica, 15 anni dopo, alla vigilia fatidica, il mostro fugge per dirigersi verso la cittadina di origine. Conscio del pericolo, il dottor Loomis insegue Michael e mette in allarme lo sceriffo Brackett che, tuttavia, non gli dà troppo credito. La circostanza, infatti, è a favore del mostro assassino poiché le urla delle vittime o le richieste di aiuto vengono prese per scherzi di cattivo genere…


3. Shining (1980)

Jack Torrance – ex istitutore e scrittore in crisi con tendenza all’alcoolismo – nella speranza di ritrovare se stesso e l’ispirazione accetta di fungere da custode per la stagione invernale dell’immenso e deserto Hotel Overlook, sulle Montagne Rocciose. Dieci anni prima, in analoghe circostanze, un uomo, prima di suicidarsi, aveva fatto a pezzi le due figliolette e la moglie. Jack è al corrente dei precedenti, ma non se ne cura e raggiunge il posto con la moglie Wendy e il figlioletto Danny di sette anni.


4. Venerdì 13 (1980)

Un gruppo di ragazzi e ragazze sta allestendo il campeggio di Crystal Lake, incuranti della maledizione che incombe sul posto, dopo la morte tragica, nel lontano 1958, del figlio della signora Voorhess, padrona del terreno. È un venerdì 13, nonché notte di luna piena: dalla strage collettiva si salva soltanto Alice, dopo aver decapitato il “mostro”: il solito personaggio insospettabile.


5. Nightmare – Dal profondo della morte (1984)

Tina, una giovanissima, dopo essersi persa in un intricato groviglio di stradine viene assalita dal mostro che tenta di ucciderla con la sua “mano” micidiale. Ma Tina si sveglia, si è trattato solo di un tremendo sogno (molto strano come sogno poiché effettivamente la sua camicia da notte è strappata). L’indomani ella incontra i suoi amici, Nancy che pure ha fatto un sogno simile al suo, Rod che ama Tina e che ha avuto anche lui incubi notturni e Glen spasimante di Nancy che non crede a niente. Continua l’incubo per Tina la quale, dopo la partenza della madre con l’amico, vuole i tre amici con lei la notte a casa sua poiché ha paura. Inizia una notte memorabile…


6. Scream (1996)

In una cittadina americana si aggira un pericoloso serial killer che agisce coperto con una maschera da fantasma dell’opera. Mentre Sidney, la cui madre è stata assassinata un anno prima, si trasferisce a casa dell’amica Tatum, i giovani Billy, Stu e Randy, appassionati di cinema horror, hanno un motivo in più per organizzare serate all’insegna del brivido. Ma dopo un po’ realtà e finzione finiscono per mescolarsi.


7. Saw – L’enigmista (2004)

Due uomini si svegliano in un bagno sotterraneo, entrambi incatenati al muro. L’unica cosa che sanno è che uno dovrà uccidere l’altro entro otto ore, altrimenti moriranno entrambi…Un uomo deve fuggire per non essere sepolto vivo, infilandosi in una rete che gli squarcia la carne…una donna deve uccidere un uomo per liberarsi da un involucro d’acciaio che le imprigiona la testa e che è programmato per esplodere e trinciarle la mascella


8. Trick ‘r Treat – La vendetta di Halloween (2007)

In una cittadina dell’Ohio, quattro storie raccapriccianti si intrecciano tra loro, nella notte di Halloween. Laurie, una giovane donna travestita da cappuccetto rosso, si reca da sola attraverso il bosco. Steven un padre di famiglia che nasconde un’identità da serial killer, cerca disperatamente una zucca per suo figlio. Un gruppo di adolescenti si dirige nel luogo in cui accadde una tragedia per architettare uno scherzo alquanto macabro. Infine, un uomo scontroso, l’anziano signor Kreeg, combatte contro un malizioso demone di nome Sam, uno strano gnomo con la testa a forma di zucca. Nella notte stregata, i quattro racconti hanno come denominatore comune strane creature, non-morti e spiriti che vagano insieme agli esseri umani.


9. The Conjuring – L’evocazione (2013)

L’evocazione – The Conjuring è ispirato a eventi realmente accaduti, The Conjuring racconta la storia degli investigatori Ed e Lorraine Warren, chiamati ad aiutare una famiglia per liberare la loro casa da una presenza maligna. Il demone contro cui si troveranno a combattere terrorizza gli stessi Warren, che dovranno affrontare il caso più inquietante della loro vita.


10. Babadook (2014)

Sei anni dopo la morte violenta del marito, Amelia (Essie Davis) è ancora in lutto. Lotta per dare un’educazione al figlio ribelle di 6 anni, Samuel (Noah Wiseman), un figlio che non riesce proprio ad amare. I sogni di Samuel sono tormentati da un mostro che crede sia venuto per ucciderli entrambi. Quando l’inquietante libro di fiabe Babadook arriva in casa, Samuel è convinto che il Babadook sia la creatura che ha sempre sognato. Le sue allucinazioni diventano incontrollabili e il bambino sempre più imprevedibile e violento. Amelia, seriamente spaventata dal comportamento del figlio, è costretta a fargli assumere dei farmaci. Ma quando Amelia comincia a percepire una presenza sinistra intorno a lei, inizia ad insinuarsi nella sua mente il dubbio che la creatura su cui Samuel l’ha messa in guardia possa essere reale.


VIDEO MIX

 

SEGUICI NEI SOCIAL

Halloween
hot line news, storie vere,

SIETE PRONTI A FESTEGGIARE HALLOWEEN!? CONOSCIAMONE LE ORIGINI

no comment

La festa conosciuta come Halloween deriva da una tradizione celtica, poiche per essi l’anno terminava il 31 Ottobre e non il 31 Dicembre. Per loro il giorno 31 Ottobre era un vero e proprio capodanno, questo rappresenta il motivo per il quale la festa di Halloween viene anche chiamata “Capodanno Celtico”.

Halloween

Costumi di Halloween

Per i Celti, in questa specifica data tutte le leggi naturali e spirituali che normalmente regolavano e separavano il mondo dei vivi da quello dei morti venivano temporaneamente sospese ed il mondo degli spiriti si univa a quello dei viventi. Anche la frase usata e riusata, quasi diventata parte della nostra cultura, “Dolcetto o Scherzetto” risale alla tradizione Celta.

LA LEGGENDA

La leggenda della nascita di Halloween racconta che durante la notte del 31 ottobre, delle “fate” (le quali non erano considerate buone, come oggi) erano solite fare “scherzi” molto cattivi, come quello di spingere uomini a camminare sulle colline, dove sarebbero poi rimasti intrappolati per sempre. Per fare si che le “fate” non se la prendessero con loro, i Celti erano soliti offrirgli cibo e latte, i quali venivano lasciati sui gradini delle proprie case.

Anche l’usanza di travestirsi deriva sempre dal popolo Celto, i quali usavano le pelli di animali morti per spaventare e scacciare gli spiriti malvagi. Essi erano soliti indossare costumi e maschere grottesche marciando verso il villaggio, illuminando il cammino con delle lanterne.

JACK-O’-LANTERN

Jack o Lantern

Le origini di Jack-ò-Lantern.

La leggenda più famosa all’interno proprio di Halloween è quella di Jack-ò-lantern: ovvero “Jack e la Lanterna”; la quale parla di un avido e spilorcio fabbro irlandese che durante la notte di Halloween incontrò il diavolo.

Il signore delle tenebre era quasi riuscito a farlo cadere nelle proprie grinfie, ma per una fatalità, uno scherzo del destino, Jack la fece franca. Nonostante la sconfitta il diavolo non si diede pervinto e continuò ad andare a trovarlo per cercare di rubargli l’anima, ma in qualche modo Jack riusciva sempre ad averla vinta. Nonostante l’uomo era convinto di avere vinto contro il suo nemico, ben presto il pensiero più cupo e malevolo si fece largo nella sua mente.

Una volta morto sarebbe andato all’inferno a causa delle peccaminose azioni da lui commesse. Quando quel giorno arrivò il diavolo ebbe la sua rivincita e non appena lo vide all’inferno gli tirò addosso un tizzone ardente, come segno di spregio.

L’uomo usò quel tizzone per trovare la strada di ritorno al nostro mondo, a causa del forte vento, l’uomo mise il tizzone sotto una rapa. Da allora Jack è diventato il simbolo delle anime dannate, le quali si presentano durante la notte del 31 ottobre con un lume. Dato che la rapa non era molto conosciuta nella tradizione americana, essa venne sostituita con la classica zucca che tutti conosciamo.

Oltre a questa che io e non solo ritengo come il pilastro fondamentale sulla quale si basa tutta la tradizione di Halloween, esistono altri simboli e figure emblematicamente oscure ed affascinanti che popolano questa fascinosa e sfarzosa notte di terrore.

Le Streghe: insieme alle zucche rappresentano il simbolo più antico e più esplicativo di Halloween. In molte zone d’Europa, il cui popolo era prevalentemente pagano, si credeva fortemente all’esistenza della stregoneria.

Uno degli aspetti più importanti consisteva nella celebrazione del Sabba, durante il quale le streghe si radunavano sulla cima dei monti per poter liberamente evocare diavoli e demoni. Un importante rito celebrativo del 31 Ottobre era chiamato Black Sabbath (come la famosa band capitanata da Ozzy).

Lo “stato cattolico” in Italia e nel mondo cercò fin da subito di reprimere questa festività etichettandola e considerandola “la festa del male” per il fatto dei riti che vi ho spiegato all’inizio dell’articolo. La chiesa utilizzò la festa di Tutti i Santi ed Il Giorno Dei Morti per cercare di arginare la popolarità che questo “capodanno celtico” stava avendo.

Nonostante il “rimedio” che la chiesa cercò di attuare, la festa di Halloween si è sempre ingigantita e mai fermata, diventando un “fenomeno” anche nel nostro paese, portando l’atmosfera notturna sotto l’attenzione dei media e dei giornalisti.

Halloween oggi

E adesso che Halloween è alle porte siamo pronti ad augurarvi una buona festività all’insegna delle creature che da sempre popolano i nostri più bei film preferiti.