Browsing Category

hot line news

maxresdefault (9)
hot line news, news horror, novità film horror,

IT – DETTAGLI SULLA SCENA ELIMINATA

Facciamo un po’ di chiarezza sulle voci che girano da qualche giorno riguardanti una presunta scena eliminata dal nuovo film IT (al cinema da Giovedì 19 Ottobre).

Nel mese di Settembre, Bill Skarsgård, attore di Pennywise, è apparso sul podcast “Playback” di Variety e ha parlato di una scena cancellata da IT che esso ha descritto come “davvero ma davvero inquietante “.

Timothy Simons, che era tra i candidati per il nuovo Pennywise, ha rivelato a Throwing Shade info sullo script del film e, in particolare, sulla scena flashback di Pennywise.

Skarsgård non stava scherzando. È veramente inquietante

Eccovi la segna descritta nel dettaglio…BUONA LETTURA

1637: INT. SORGENTE – NOTTE ABIGAIL, 19. Corre dentro e sbatte la porta. Come se tentasse di tenere fuori Satana. Stringe il bambino al suo seno. Si inginocchia vicino alle braci morenti del camino. Lei soffia ma la fiamma non accenna a riprendersi. Il suo bambino comincia ad agitarsi…

ABIGAIL: “Silenzio ora, shhhh… si sta… si sta fermando.”
Sopra di lei nota un piccolo candelabro che lentamente le rotea sopra la testa. Come se una forza innaturale avesse provocato la rotazione della luce per tutta la stanza, come dei primitivi piccoli proiettori. Sente qualcosa che striscia nelle ombre grigie dal pozzo. Occasionalmente vediamo scorci di un SILHOUETTE NERA che cambia la sua forma. Come se stesse cercando di decidere una forma.
ABIGAIL (CONTINUA): “Per favore, diavolo… lasciateci…” la forma cambia di nuovo. Un fascio di luce passa, rivelando PENNYWISE, nudo, agile, carnale pallido e traslucido, un’immagine semi-formata di un essere umano, apre le sue fauci piene di grandi denti taglienti, gocciolanti di saliva. Mentre la latta di stoccaggio ruota in senso orario, Pennywise muove il bancone dentro la stanza. Ogni volta che la luce colpisce il suo volto, è diverso. Un uomo. Una donna. Una bestia. Un mostro.
PENNYWISE: “Mi confondi donna. Nessun diavolo, io sono il mangiatore dei mondi.” La sua voce è gutturale, innaturale.
ABIGAIL: “Ma mio figlio, non mio figlio… è innocente…”
PENNYWISE: “Così dici.” Il bambino urla. Pennywise sorride.
PENNYWISE (CONTINUA): Bellissima paura…
ABIGAIL: “Ti prego, prendi me.” Abigail torna indietro.
PENNYWISE: “Lo farò. E poi, lui. E tuo marito e il resto dei tuoi figli, e tutti i selvaggi che ti hanno portato qui.
E quando tutti marciranno sulla terra, prenderò le vostre ossa secche finché non rimanga della carne. E poi cercherò le tue ossa e consumerò le vostre anime, finché non rimarranno altro che erbacce!” Batte. “Oppure ti occuperai di te stessa e non interferirai. Prenderò lei e tu vivrai, e anche gli altri bambini, per cui non provo interesse. E mi ringrazierai perché la febbre e il gelo non vi hanno uccisi.” Abigail guarda il suo bambino.

Sta scuotendo la testa, non vuole lasciarlo andare. Dietro di lei, la porta si apre. Un bambino di sei anni chiede: “Mamma?
ABIGAIL: “No! Fuori! Adesso!” Spaventato da sua madre, il ragazzo inizia a correre. Abigail torna a Pennywise. Ovunque possa trovarsi adesso nella camera. La luce in qualche modo sembra girare più veloce ora. Bacia il suo bambino e lo mette giù. Piange.
ABIGAIL: Mi dispiace, mi dispiace molto …

Si allontana dal bambino. Di fronte alle braci morenti. Continuiamo a rimanere sul suo volto mentre le braci iniziano a brillare ancor più – dietro le sue spalle – fuori dal fuoco – Pennywise striscia verso il bambino e inizia a banchettare. Le forti grida del bambino si interrompono mentre sentiamo Pennywise che sgranocchia le ossa del bambino. Abigail continua a guardare la brillante luce arancione non del fuoco tremolante… ma delle lampadine. La sua espressione cambia. Paura. Rifiuto. Dolore. Accettazione. E poi niente. Solo uno sguardo vitreo. Come se nulla di orribile stesse accadendo dietro di lei.

Alcuni recenti commenti di Skarsgård ci suggeriscono che almeno una parte di questa scena è stata girata

La vedremo nel secondo capitolo che arriverà nel 2019?

SEGUICI NEI SOCIAL

635640223157498302330990119_scary-movie-thumbnail
hot line news, news horror, novità film horror,

COSA GUARDARE LA NOTTE DI HALLOWEEN

Il genere Horror cresce, ogni anno sempre di più, e ho deciso di condividere insieme a voi questa mia VOGLIA di Halloween. Per me il 31 Ottobre è sacro, ogni anno il programma è sempre lo stesso : maratona di Film Horror.

Ho creato questo articolo per voi, per aiutarvi, per consigliarvi…
Una lista di film, in ordine cronologico di uscita, che fa al caso nostro…
In fondo troverete un Video Mix contenente alcune scene dei film presenti in lista…
Cominciamo…


1. L’esorcista (1973)

Tratto dall’omonimo romanzo di William Peter Blatty, che ne firma personalmente l’adattamento cinematografico, L’esorcista racconta la storia di Regan MacNeil (Linda Blair), una ragazzina che inizia a mostrare comportamenti strani e inquietanti. Quando la medicina fallisce nel trovare una spiegazione, ma soprattutto una cura, Chris, la madre di Regan (Ellen Burstyn) si rivolge a un prete: è convinta che sua figlia sia posseduta dal demonio e vuole che venga esorcizzata.


2. Halloween – La notte delle streghe (1978)

Nel 1963, nel villaggio di Haddonfield (Illinois), il piccolo Michael, a soli 6 anni, uccide la sorella Judith Myers. Ricoverato in clinica psichiatrica, 15 anni dopo, alla vigilia fatidica, il mostro fugge per dirigersi verso la cittadina di origine. Conscio del pericolo, il dottor Loomis insegue Michael e mette in allarme lo sceriffo Brackett che, tuttavia, non gli dà troppo credito. La circostanza, infatti, è a favore del mostro assassino poiché le urla delle vittime o le richieste di aiuto vengono prese per scherzi di cattivo genere…


3. Shining (1980)

Jack Torrance – ex istitutore e scrittore in crisi con tendenza all’alcoolismo – nella speranza di ritrovare se stesso e l’ispirazione accetta di fungere da custode per la stagione invernale dell’immenso e deserto Hotel Overlook, sulle Montagne Rocciose. Dieci anni prima, in analoghe circostanze, un uomo, prima di suicidarsi, aveva fatto a pezzi le due figliolette e la moglie. Jack è al corrente dei precedenti, ma non se ne cura e raggiunge il posto con la moglie Wendy e il figlioletto Danny di sette anni.


4. Venerdì 13 (1980)

Un gruppo di ragazzi e ragazze sta allestendo il campeggio di Crystal Lake, incuranti della maledizione che incombe sul posto, dopo la morte tragica, nel lontano 1958, del figlio della signora Voorhess, padrona del terreno. È un venerdì 13, nonché notte di luna piena: dalla strage collettiva si salva soltanto Alice, dopo aver decapitato il “mostro”: il solito personaggio insospettabile.


5. Nightmare – Dal profondo della morte (1984)

Tina, una giovanissima, dopo essersi persa in un intricato groviglio di stradine viene assalita dal mostro che tenta di ucciderla con la sua “mano” micidiale. Ma Tina si sveglia, si è trattato solo di un tremendo sogno (molto strano come sogno poiché effettivamente la sua camicia da notte è strappata). L’indomani ella incontra i suoi amici, Nancy che pure ha fatto un sogno simile al suo, Rod che ama Tina e che ha avuto anche lui incubi notturni e Glen spasimante di Nancy che non crede a niente. Continua l’incubo per Tina la quale, dopo la partenza della madre con l’amico, vuole i tre amici con lei la notte a casa sua poiché ha paura. Inizia una notte memorabile…


6. Scream (1996)

In una cittadina americana si aggira un pericoloso serial killer che agisce coperto con una maschera da fantasma dell’opera. Mentre Sidney, la cui madre è stata assassinata un anno prima, si trasferisce a casa dell’amica Tatum, i giovani Billy, Stu e Randy, appassionati di cinema horror, hanno un motivo in più per organizzare serate all’insegna del brivido. Ma dopo un po’ realtà e finzione finiscono per mescolarsi.


7. Saw – L’enigmista (2004)

Due uomini si svegliano in un bagno sotterraneo, entrambi incatenati al muro. L’unica cosa che sanno è che uno dovrà uccidere l’altro entro otto ore, altrimenti moriranno entrambi…Un uomo deve fuggire per non essere sepolto vivo, infilandosi in una rete che gli squarcia la carne…una donna deve uccidere un uomo per liberarsi da un involucro d’acciaio che le imprigiona la testa e che è programmato per esplodere e trinciarle la mascella


8. Trick ‘r Treat – La vendetta di Halloween (2007)

In una cittadina dell’Ohio, quattro storie raccapriccianti si intrecciano tra loro, nella notte di Halloween. Laurie, una giovane donna travestita da cappuccetto rosso, si reca da sola attraverso il bosco. Steven un padre di famiglia che nasconde un’identità da serial killer, cerca disperatamente una zucca per suo figlio. Un gruppo di adolescenti si dirige nel luogo in cui accadde una tragedia per architettare uno scherzo alquanto macabro. Infine, un uomo scontroso, l’anziano signor Kreeg, combatte contro un malizioso demone di nome Sam, uno strano gnomo con la testa a forma di zucca. Nella notte stregata, i quattro racconti hanno come denominatore comune strane creature, non-morti e spiriti che vagano insieme agli esseri umani.


9. The Conjuring – L’evocazione (2013)

L’evocazione – The Conjuring è ispirato a eventi realmente accaduti, The Conjuring racconta la storia degli investigatori Ed e Lorraine Warren, chiamati ad aiutare una famiglia per liberare la loro casa da una presenza maligna. Il demone contro cui si troveranno a combattere terrorizza gli stessi Warren, che dovranno affrontare il caso più inquietante della loro vita.


10. Babadook (2014)

Sei anni dopo la morte violenta del marito, Amelia (Essie Davis) è ancora in lutto. Lotta per dare un’educazione al figlio ribelle di 6 anni, Samuel (Noah Wiseman), un figlio che non riesce proprio ad amare. I sogni di Samuel sono tormentati da un mostro che crede sia venuto per ucciderli entrambi. Quando l’inquietante libro di fiabe Babadook arriva in casa, Samuel è convinto che il Babadook sia la creatura che ha sempre sognato. Le sue allucinazioni diventano incontrollabili e il bambino sempre più imprevedibile e violento. Amelia, seriamente spaventata dal comportamento del figlio, è costretta a fargli assumere dei farmaci. Ma quando Amelia comincia a percepire una presenza sinistra intorno a lei, inizia ad insinuarsi nella sua mente il dubbio che la creatura su cui Samuel l’ha messa in guardia possa essere reale.


VIDEO MIX

 

SEGUICI NEI SOCIAL

Halloween
hot line news, storie vere,

SIETE PRONTI A FESTEGGIARE HALLOWEEN!? CONOSCIAMONE LE ORIGINI

no comment

La festa conosciuta come Halloween deriva da una tradizione celtica, poiche per essi l’anno terminava il 31 Ottobre e non il 31 Dicembre. Per loro il giorno 31 Ottobre era un vero e proprio capodanno, questo rappresenta il motivo per il quale la festa di Halloween viene anche chiamata “Capodanno Celtico”.

Halloween

Costumi di Halloween

Per i Celti, in questa specifica data tutte le leggi naturali e spirituali che normalmente regolavano e separavano il mondo dei vivi da quello dei morti venivano temporaneamente sospese ed il mondo degli spiriti si univa a quello dei viventi. Anche la frase usata e riusata, quasi diventata parte della nostra cultura, “Dolcetto o Scherzetto” risale alla tradizione Celta.

LA LEGGENDA

La leggenda della nascita di Halloween racconta che durante la notte del 31 ottobre, delle “fate” (le quali non erano considerate buone, come oggi) erano solite fare “scherzi” molto cattivi, come quello di spingere uomini a camminare sulle colline, dove sarebbero poi rimasti intrappolati per sempre. Per fare si che le “fate” non se la prendessero con loro, i Celti erano soliti offrirgli cibo e latte, i quali venivano lasciati sui gradini delle proprie case.

Anche l’usanza di travestirsi deriva sempre dal popolo Celto, i quali usavano le pelli di animali morti per spaventare e scacciare gli spiriti malvagi. Essi erano soliti indossare costumi e maschere grottesche marciando verso il villaggio, illuminando il cammino con delle lanterne.

JACK-O’-LANTERN

Jack o Lantern

Le origini di Jack-ò-Lantern.

La leggenda più famosa all’interno proprio di Halloween è quella di Jack-ò-lantern: ovvero “Jack e la Lanterna”; la quale parla di un avido e spilorcio fabbro irlandese che durante la notte di Halloween incontrò il diavolo.

Il signore delle tenebre era quasi riuscito a farlo cadere nelle proprie grinfie, ma per una fatalità, uno scherzo del destino, Jack la fece franca. Nonostante la sconfitta il diavolo non si diede pervinto e continuò ad andare a trovarlo per cercare di rubargli l’anima, ma in qualche modo Jack riusciva sempre ad averla vinta. Nonostante l’uomo era convinto di avere vinto contro il suo nemico, ben presto il pensiero più cupo e malevolo si fece largo nella sua mente.

Una volta morto sarebbe andato all’inferno a causa delle peccaminose azioni da lui commesse. Quando quel giorno arrivò il diavolo ebbe la sua rivincita e non appena lo vide all’inferno gli tirò addosso un tizzone ardente, come segno di spregio.

L’uomo usò quel tizzone per trovare la strada di ritorno al nostro mondo, a causa del forte vento, l’uomo mise il tizzone sotto una rapa. Da allora Jack è diventato il simbolo delle anime dannate, le quali si presentano durante la notte del 31 ottobre con un lume. Dato che la rapa non era molto conosciuta nella tradizione americana, essa venne sostituita con la classica zucca che tutti conosciamo.

Oltre a questa che io e non solo ritengo come il pilastro fondamentale sulla quale si basa tutta la tradizione di Halloween, esistono altri simboli e figure emblematicamente oscure ed affascinanti che popolano questa fascinosa e sfarzosa notte di terrore.

Le Streghe: insieme alle zucche rappresentano il simbolo più antico e più esplicativo di Halloween. In molte zone d’Europa, il cui popolo era prevalentemente pagano, si credeva fortemente all’esistenza della stregoneria.

Uno degli aspetti più importanti consisteva nella celebrazione del Sabba, durante il quale le streghe si radunavano sulla cima dei monti per poter liberamente evocare diavoli e demoni. Un importante rito celebrativo del 31 Ottobre era chiamato Black Sabbath (come la famosa band capitanata da Ozzy).

Lo “stato cattolico” in Italia e nel mondo cercò fin da subito di reprimere questa festività etichettandola e considerandola “la festa del male” per il fatto dei riti che vi ho spiegato all’inizio dell’articolo. La chiesa utilizzò la festa di Tutti i Santi ed Il Giorno Dei Morti per cercare di arginare la popolarità che questo “capodanno celtico” stava avendo.

Nonostante il “rimedio” che la chiesa cercò di attuare, la festa di Halloween si è sempre ingigantita e mai fermata, diventando un “fenomeno” anche nel nostro paese, portando l’atmosfera notturna sotto l’attenzione dei media e dei giornalisti.

Halloween oggi

E adesso che Halloween è alle porte siamo pronti ad augurarvi una buona festività all’insegna delle creature che da sempre popolano i nostri più bei film preferiti.

The Strangers Prey at Night
hot line news, news horror, novità film horror,

THE STRANGERS 2 – NUOVO TITOLO, NUOVA IMMAGINE E DATA DI RILASCIO UFFICIALE

Finalmente dopo mesi di attesa possiamo dirvi quando uscirà e soprattutto qual’è il nome definitivo del secondo capitolo di The Strangers. La pellicola verrà distribuita nelle sale americane a partire dal 9 Marzo 2018 ed è intitolata Strangers: Prey at Night. Inoltre durante la giornata di ieri è stata pubblicata una nuova foto che ci mostra Kinsey (Bailee Madison) mentre sta gridando in cerca di aiuto mentre cerca di scappare da Dollface.

The Strangers Prey at Night

Strangers: Prey at Night è stato diretto da Johannes Roberts su sceneggiatura di Bryan Bertino and Ben Ketai. Il cast è formato da Christina Hendricks, Martin Henderson, Bailee Madison e da Lewis Pullman.

Le vacanze di una famiglia prendono una piega pericolosa quando giungono in uno sperduto camping per roulotte per trascorrere un po’ di tempo con i parenti e lo trovano misteriosamente abbandonato. Grazie al favore delle tenebre, Dollface, la ragazza Pin-up e l’Uomo Mascherato vanno a trovarli per mettere alla prova i limiti della famiglia mentre questa dovrà combatte per la propria sopravvivenza.

dead-silence-2
hot line news, storie vere,

LA STORIA VERA DI MARY SHAW – DEAD SILENCE

« Attenti a Mary Shaw dagli occhi pazzi!
Non aveva figli, ma solo pupazzi!
E se per caso nei vostri sogni appare,
non dovete mai, mai gridare! »


Questa filastrocca viene pronunciata nel film “Dead Silence”, uscito nelle sale nel 2007, che a sua volta si basa su una vecchia storia di fantasmi che si raccontava in tutto il nord degli Stati Uniti ad inizio del 1900. Nel film la vicenda è ambientata in una ipotetica cittadina chiamata Ravens Fair, ma c’è chi giura che qualcosa di simile sia accaduto in Oregon, nel piccolo centro abitato di Hood River.

Tutto ebbe inizio negli anni ’30 quando Mary Shaw e suo marito andarono in rovina: il marito di Mary era un artigiano specializzato nella costruzione di bambole e marionette e Mary negli anni aveva imparato qualcosa sul come usarle dagli spettacoli dei gruppi circensi che di tanto in tanto passavano da quelle parti. Avevano un lavoro tutto sommato redditizio e colmarono la sfortuna di non poter avere figli con delle bellissime marionette, talmente realistiche da sembrare bambini veri. Mary le chiamava “i suoi bambini”.

Un giorno un gruppo di balordi si convinse che il negozio di marionette attirasse in città troppi girovaghi e gruppi di “freaks” (persone gravemente menomate impiegate come fenomeni da baraccone) così appiccarono il fuoco e distrussero tutto ciò che la coppia aveva per guadagnarsi da vivere. Il marito di Mary cadde in una profonda depressione e si suicidò, mentre Mary cercò di guadagnarsi da vivere come poteva.

L’unica cosa che sapeva fare era usare le sue marionette e così fece organizzando degli spettacoli su palchi improvvisati per strada; il suo talento divenne tale che addirittura in città le fu permesso di esibirsi in piccolo auditorium e pian piano riuscì a migliorare la sua vita, anche perchè sviluppò un altro talento che aveva: il ventriloquo.

Era il 1941 e Mary Shaw stava eseguendo il suo show sul palco assieme alle sue bambole, quando un ragazzo tra il pubblico di nome Michael Ashen, noto in città per essere turbolento e combina guai, si alzò tra il pubblico e iniziò ad insultare pesantemente Mary, accusandola di frode e di essere incapace di far divertire con i suoi manichini. Quella volta vennero a vedere lo spettacolo anche persone piuttosto importanti con cui Mary aveva in ballo un contratto per una tournèe in giro per gli Stati Uniti, ma quel ragazzo riuscì a condizionarli al punto che Mary perse quell’ambita opportunità.

Il pubblico la derise e gli abitanti della cittadina di certo non ci andarono sul leggero, prendendola in giro per diverso tempo. Circa un mese dopo Michael Ashen venne trovato morto, in una pozza di sangue, con diverse pugnalate in riva al lago e la famiglia del ragazzo accusò pubblicamente Mary di esserne l’artefice.
Un gruppo di uomini, composto da membri della famiglia e alcuni locali, sfondarono la porta della casa di Mary durante la notte e la trascinarono in piazza accusandola di omicidio.

Nonostante Mary affermasse la sua innocenza, uno dei parenti di Michael estrasse un coltello e le tagliò la lingua come punizione per quella bugia. La donna venne lasciata a terra e dopo alcuni giorni di sofferenza morì per una grave infezione.

L’impresario di pompe funebri locale in casa di Mary trovò un testamento scritto dalla donna poco prima di morire, nel quale donava ogni sua cosa alla chiesa locale, tutto tranne le sue bambole: i “suoi figli”, come le chiamava lei, dovevano essere sepolti con lei, e lei stessa chiedeva che fosse vestita come una bambola e che ai piedi e alle mani fossero legate delle corde per farla assomigliare ad una marionetta.
Nessuno dei due voleri della donna fu eseguito: le bambole, di pregevole fattura, furono trafugate dagli abitanti che le vendettero per soldi e il notaio si rifiutò di ridicolizzare la salma trasformandola in una marionetta.

Alcuni giorni dopo che Maria fu sepolta le uccisioni iniziarono.
Ogni persona che era coinvolta nel suo omicidio o nel furto delle sue bambole disse che durante la notte veniva visitata da una delle bambole di Mary. Gli abitanti ad uno ad uno si convinsero di aver scatenato una maledizione talmente forte da non aver alcuno scampo ed infatti, nel giro di un mese, 4 degli abitanti che portarono la donna in piazza furono trovati morti con la lingua strappata dalla bocca.

Si dice che il fantasma di Mary poi iniziò a visitare le mogli e i figli di quegli uomini, prevedendo per loro sciagure e morti violente. Col passare degli anni anche i figli dei figli dissero di aver visto almeno una volta una marionetta apparire nella loro casa o il fantasma di una donna dallo sguardo truce. Le morti nella famiglie colpevoli della morte di Mary si susseguirono con una certa continuità.

Ancora oggi gli abitanti della cittadina si rifiutano di pronunciare il nome di Mary Shaw: secondo le credenze locali anche solo nominarla attirerebbe la maledizione su se stessi o i loro figli.

Grazie a “I Killer più efferati della storia”

SEGUICI NEI SOCIAL

halloween 2018
hot line news, news horror, novità film horror,

PER JOHN CARPENTER IL NUOVO HALLOWEEN IGNORERA’ I PRECEDENTI

no comment

Fin dall’inizio, la convinzione è che Halloween di David Gordon Green stia riprendendo dopo gli eventi di Halloween 2, ignorando tutti i sequel che sono venuti alla luce a partire dal 1981. Ma come abbiamo recentemente speculato, i commenti di Gordon Green e del co-sceneggiatore Danny McBride hanno suggerito che anche Halloween 2 sarà spazzato dalla timeline.

Dopo tutto, McBride ha recentemente osservato che non è un grande fan del rivelare che Laurie Strode è la sorella di Michael, che naturalmente è stato presentato in Halloween 2.
Allora qual è l’affare qui? Quale film userà Gordon Green come punto di collegamento? Halloween o Halloween 2? Il primo, secondo John Carpenter stesso!
Parlando con Stereo Gum oggi, Carpenter ha rivelato alcuni dettagli.

“È un tipo … non so come descriverlo. È quasi una realtà alternativa, “Carpenter ha descritto il film. “Riparte dopo il primo e finge che nessuno degli altri sia stato fatto. Sarà divertente. C’è un regista molto talentuoso ed è stato ben scritto. Sono impressionato.”
Jamie Lee Curtis riprende il ruolo di Laurie Strode, mentre Judy Greer è in discussione per interpretare la figlia di Laurie, Karen Strode.

Trama Nuovo Halloween
“Laurie Strode arriva al suo ultimo confronto con Michael Myers, la figura mascherata che l’ha perseguitata fin da quando ha scampato la sua spaventosa uccisione durante la notte di Halloween quattro decenni fa”.
Carpenter è esecutivo che produce il nuovo film con Malek Akkad che produce per Trancas e Jason Blum che produce per Blumhouse. Gordon Green e McBride saranno anche produttori esecutivi sotto il loro banner Rough House Pictures.

Michael Myers ritornerà il 19 ottobre 2018.

Saw Legacy
hot line news, news horror, novità film horror,

SAW LEGACY SI RIPRENDE HALLOWEEN CON QUESTO NUOVO POSTER ITALIANO

no comment

Dopo ben 14 anni di distanza dal settimo capitolo, Jigsaw o meglio conosciuto come: “L’enigmista” è pronto a tornare alla ribalta dal 31 ottobre di quest’anno con: Saw Legacy, il quale rappresenterà l’ottavo capitolo di uno dei franchise horror di maggior successo degli ultimi anni. Oggi vi mostriamo il poster ufficiale italiano del film diretto dai fratelli Spierig.

Saw Legacy

Saw: Legacy inizierà con gli organi di polizia che si solleveranno letteralmente intorno alla città dopo aver incontrato una serie di morti raccapriccianti e uniche. Durante le indagini, tutte le prove porteranno a un solo uomo: John Kramer. Ma come può essere? L’uomo conosciuto come Jigsaw è morto da più di un decennio, un nuovo apprendista potrebbe essere nascosto nel mantello di Jigsaw, forse qualcuno da dentro le indagini comanda di nuovo il gioco?

LEGGETE LA SCHEDA DEL FILM

Clifford Hoyt
hot line news, storie vere,

CLIFFORD HOYT: L’UOMO CHE VIDE L’INFERNO

no comment

Clifford Hoyt era un uomo come tanti altri, ma proprio mentre si accingeva a tornare a casa dopo una lunga giornata di lavoro, qualcosa di veramente terribile ed unico accadde. Nel 1999 Clifford aveva 31 anni compiuti e quel giorno, mentre guidava la sua automobile su un suolo ghiacciato e pericoloso, un incidente cambiò la sua vita per sempre. I dettagli dell’incidente automobilistico non sono noti, ne importanti, ma dopo alcune ore di coma, Clifford si risvegliò in una sala di ospedale.

Non appena vide il volto amico di un essere umano come lui, iniziò subito a raccontare della tremenda esperienza da lui subita. Giurò di essere stato risucchiato in un vortice, che a detta di Hoyt, l’avrebbe trascinato direttamente all’inferno.

Non era la prima volta che i medici ed il personale medico assisteva a sceneggiate di questo tipo, ma i particolari minuziosi con i quali Clifford descrisse tutti i dettagli “dell’altro mondo” fecero rabbrividire per giorni tutto il personale ospedaliero. Egli raccontò di come le fiamme erano vivide e di come bruciassero sulla sua pelle senza tregua. Raccontò anche minuziosi dettagli di uomini e donne straziati dalle fiamme e di creature mostruose presenti anche nella divina commedia. Il personale medico iniziò a chiedersi dall’oscuro della propria mente quante cose potessero essere vere, sembrava proprio che l’uomo avesse avuto un vero e proprio incontro con quelle creature, che così minuziosamente era in grado di descrivere e narrare.

Alcune settimane dopo il ricovero, Hoyt firmò e uscì volontariamente dall’ospedale. I vicini di casa iniziarono quasi subito ad udire della musica ad alto volume uscire dal suo appartamento, sopratutto durante le ore notturne. Il proprietario dello stabile dopo aver cercato invano di mettersi in contatto con Clifford decise di recarsi di persona. Purtroppo anche in questa maniera non riuscì ad ottenere nessuna risposta, sembrava che la casa fosse deserta.
La polizia trovo Hoyt in uno stato a dir poco pietoso. L’uomo era riverso al suolo ed abbracciava un cubo di ghiaccio di dimensioni notevoli. Il propietario dell’appartamento scioccato ed impaurito decise di scattare una foto per ritrarre la scena, con il prinipale scopo di poter riportare e provare eventuali danni causati all’immobile.

La foto è diventata ed è tutt’ora il simbolo di questo fatto misterioso e terrificante.

Clifford Hoyt

La foto ritrae Hoyt che abbraccia un grosso blocco di ghiaccio il quale da sua testimonianza rappresentava l’unico modo per lenire il bruciore degli “inferi”.

Una volta in centrale Clifford disse che i demoni dell’inferno stavano ancora cercando di catturarlo. Spiegò con stupore dei poliziotti che il ghiaccio serviva per tenere lontano e lenire il bruciore e la musica aveva la funzione di distrarre i demoni dal suo corpo. Venne visto pochissimo uscire dalla propria abitazione, ed i vicini lo viderò “trainare” grossi e pesanti blocchi di ghiaccio. Venne poi trasportato in un centro di riabilitazione mentale del Maryland dove risiede ancora oggi.

Cosa è veramente successo a Clifford Hoyt? Perchè nonostante le assurdità che ha raccontato, tutti i membri del personale sanitario i quali hanno avuto a che fare con lui e la sua storia non vogliono parlarne o si impauriscono al pensiero? Personalmente anche se ormai è una storia distante posso garantirvi che mi mette i brividi tutt’ora.

SEGUICI NEI SOCIAL

 

 

geralds-game
hot line news, news horror, Novità Film, novità film horror, novità horror, prossimamente,

THE GERALD’S GAME-IL RIADATTAMENTO DELLA NOVELLA DI STEPHEN KING FIRMATO NETFLIX

no comment

Questo è decisamente l’anno di Stephen King. Netflix il 29 Ottobre 2017, lancerà nei paesi in cui è concesso, la pellicola dedicata al romanzo “The Gerarld’s Game”, proprio di King. 

Il regista è Mike Flanagan, ancora fresco del successo di Ouija: le origini del male. Questa volta il regista decide di voltare dall’horror paranormale al thriller psicologico.

La sfida è altissima; il romanzo in se è molto complicato e di nicchia. I temi trattati non sono semplici. Parliamo di una donna ammanettata a un letto, con un marito appena deceduto dopo un gioco sessuale finito in malo modo, viaggi onirici, violenze e abusi.

Le scene sono molto introspettive e quello che a noi sembrano poche ore, in realtà si trasformano in giorni.

Lo spettatore viene rapito dal bisogno di sopravvivenza che la protagonista stessa prova. Allucinazioni date dalla disidratazione e la fame, disegnano ombre oscure e quando vediamo fare capolino un cane randagio affamato, non capiamo se è reale o fonte della nostra stessa fantasia.

A differenza dei film di Flanagan, dove troviamo un’importante gioco di suoni che stuzzicano le paure umane, in questo caso l’unico effetto sonoro che notiamo, è quello del silenzio.

La novella viene reinterpretata da Jeff Howard, grande collaboratore di Flanegan. Nel cast troviamo Carla Cugino e Bruce Greenwood, visto di recente in American Crime Story. Un’attore controverso e poco amato, ma che ha sempre ricoperto il ruolo del perfetto cattivo.

Lo stesso Stephen King ha descritto il film come “spaventoso ed ipnotico”.

Non ci resta altro che attendernene l’uscita dal nostro caro Netflix che non smette più di stupirci.

IT - Recensione Italiana Ufficiale
hot line news, recensioni,

LA PRIMA RECENSIONE ITALIANA UFFICIALE DI “IT”

4 comments

IERI 08 SETTEMBRE 2017 E’ SBARCATO NEGLI STATI UNITI “IT” L’ATTESISSIMO RIFACIMENTO TRATTO DAL ROMANZO DI “KING”, CI TROVAVAMO A NY ALL’INTERNO DELL’AMC 25 A TIMES SQUARE E VI SCRIVIAMO LA PRIMA RECENSIONE UFFICIALE IN ITALIANO – NO SPOILER

Ebbene si gli stati uniti hanno già assistito allo sbarco di questa nuova pellicola, purtroppo però per il nostro “bel paese” ci toccherà aspettare il mese di Ottobre. Per fare passare questa estenuante attesa lo staff di HS ha deciso di farvi una breve recensione senza spoiler per farvi capire bene cosa ci attenderà.

Francesco IT

Francesco pronto per vedere per voi “IT”

Ieri notte alla visione di mezzanotte c’era una gran fermentazione e nonostante l’ora tarda la sala era completamente piena e la gente non vedeva l’ora di assaporare la pellicola. La pellicola si apre con la scena di Georgie il fratellino piccolo che è eccitato all’idea di provare la barchetta di carta che il fratello maggiore gli ha accuratamente preparato. Georgie corre lungo la strada mentre il fratello maggiore lo guarda dalla finestra, non appena vicino al tombino la barchetta cade nelle profondità delle fogne e Georgie sporgendosi per vederla si imbatte nella faccia del nuovo Pennywise.

Dopo la scomparsa di Georgie si assaporano molte scene del “Gruppo dei perdenti”, ci si imbatte nelle loro sporadiche battute all’entrata ed all’uscita dalla scuola, i loro rapporti con i bulli e le loro scorrazzate in bici. Una caratteristica molto ben portata a termine di questa pellicola è la rappresentazione cruda e realistica dei genitori dei piccoli protagonisti. Il regista Andrès Muschietti sembra essere riuscito a rappresentarli descrivendoli come nel libro, loro stessi trasmettevano una forte paura ed emotività, quasi più del clown stesso, quasi fossero li per significare che quello era il vero disagio della cittadina di Derry.

I bulli rappresentano un punto focale dell’opera di Stephen King e vengono ritratti sufficientemente reali anche nel film. La scena del ragazzo di colore che viene salvato dal “gruppo dei perdenti” viene ritratta con parecchia fedeltà includendo anche la vittoria del gruppo con i lanci dei sassi contro il gruppo dei bulli, costringendoli ad una ritirata devastante.

Divertente notare quanto i dettagli della pellicola siano realistici, anche la parte in cui l’unica ragazza del gruppo viene colpita da una ondata di sangue mentre si trova nel bagno di casa sua e di come il padre non noti nulla del disastro che era successo. Interessante il modo nel quale il regista ha voluto regalare allo spettatore una scena terrificante di Pennywise per ogni bambino della gang, dopo di questo il gruppo dei ragazzini viene spinto ad indagare sempre più a fondo e sarà Bill (il fratello maggiore di Georgie) a spingere il gruppo a seguirlo nell’impresa.

PICCOLA CLIP DALLA SALA

In conclusione senza spingermi oltre posso dire che la pellicola è ben fatta, gli effetti speciali sono buoni e generalmente il contenuto viene riportato in modo genuino. L’apparizione costante e negativa di Pennywise forse spinge un po troppo la pellicola sul ridicolo e la generalizza lasciando poco spazio all’immaginazione. Un problema fondamentale che ho riscontrato nella pellicola è l’ilarità che essa scatenava nel pubblico in sala, molte scene sono in fatti eccessivamente troppo ridicole, le quali portano a far sembrare in alcuni tratti la pellicola una commedia. E’ anche vero che il romanzo di King (opera originale) narra le vicende con un misto di ironia, qualche volta l’ironia è presente ma nel film si esagera. Nonostante questa piccola nota negativa, la pellicola merita sicuramente di essere vista.

VOTO 7

VAI ALLA SCHEDA FILM

IT
hot line news, news horror, novità film horror,

L’ATTESA PELLICOLA “IT” TRATTA DAL ROMANZO DI KING PRONTA A SBARCARE NEGLI USA

no comment

IL MOMENTO E’ ORMAI GIUNTO, GLI STATI UNITI INIZIERANNO A GALLEGGIARE DA DOMANI.

Ebbene si dopo mesi e mesi di attese e speculazioni, è finalmente giunto il momento di guardare più da vicino la nuova e attesissima pellicola di “IT”, la quale rappresenterà una nuova trasposizione del famoso “bestseller” del maestro romanziere Stephen King. Prima di partire con la revisione vi anticipiamo alcuni dati:

Data Di Uscita Italiana: 19 Ottobre 2017

Data Di Uscita Americana: 08 Settembre 2017

Regista: Andy Muschietti

Cast: Bill Skarsgård, Jaeden Lieberher, Jeremy Ray Taylor, Sophia Lillis, Chosen Jacobs, Finn Wolfhard

TRAMA

 L’originale romanzo di Stephen King, da cui poi è stata tratta una mini-serie nel 1990, racconta la storia di alcuni ragazzini presi di mira da una creatura malvagia dalle sembianze di un clown, questi si nutre delle loro paure, ma non solo… la seconda parte del romanzo è invece incentrato sui ragazzi, già divenuti grandi, pronti a fermare la creatura tornata a mietere vittime. Il film sarà diviso in due parti, così come la mini serie degli anni novanta, la prima con i protagonisti da piccoli, la seconda con gli stessi protagonisti cresciuti.

 

It - Movie Image

BD – Immagine dall’interno del film.

TRAILER ITALIANO

La pellicola sarà rilasciata a partire da domani Venerdì 08 2017 nelle sale USA, mentre per quanto riguarda il nostro bel paese ci toccherà aspettare fino al 19 Ottobre 2017.

REVISIONE

IT si apre nell’ottobre del 1988 con due fratelli, Georgie (Jackson Robert Scott) e Bill Denbrough (Jaeden Lieberher), che stanno costruendo insieme una barca di carta. Georgie si dirige verso la tempesta di pioggia solo per vedere la sua barca galleggiante lungo una fogna dove è immediatamente visibile il clown Pennywise (Bill Skarsgård). Pennywise di Skarsgård è invitante e mortificante. Georgie, apparentemente ignorando il suo istinto raggiunge la sua barcetta senza accorgergi che il perfido clown lo ha gia trascinato in fondo alle fogne.
È ora l’estate del 1989 e il Loser’s Club (Jaeden Lieberher, Finn Wolfhard, Jack Dylan Grazer, Wyatt Oleff) è un gruppo di bambini che cercano di essere bambini; stanno guidando le loro biciclette, combattendo i bulli, giocando e facendo scherzi costanti.
Non vogliamo dire altro per non rovinare la visione della pellicola, ma possiamo riassumere che anche se non un film perfetto, questa pellicola riesce ad impressionare in diversi livelli lo spettatore, il che fa di esso un horror completo.

IN QUANTI DI VOI ANDRANNO A VEDERE IL FILM?

Mick_Taylor
hot line news, news horror, novità film horror,

MIK E’ TORNATO NEL PRIMO TEASER TRAILER DELLA SECONDA STAGIONE DI “WOLF CREEK”

1 comment

Una seconda stagione della serie televisiva “Wolf Creek” (basata sulle pellicole di Wolf Creek) di Stan è in corso e vedrà John Jarratt riprendere nuovamente il ruolo di Mick Tayler il serial killer dell’outback australiano.

La nuova stagione viene descritta come un thriller psicologico di sei parti e di fascia alta “che pone un gruppo diverso di personaggi contro un paesaggio inospitale e remoto, i cui pericoli letali sono personificati nel ” famigerato killer seriale “.

Mick Taylor incontra un’occasione irripetibile quando si trova davanti ad un grosso gruppo di ragazzi provenienti da tutto il mondo, i quali si trovano li per allenamento.  I viaggiatori inconsapevoli cominciano un’avventura nell’outback australino che nessuno di loro avrebbe mai potuto immaginare.

Greg McLean ci ha detto di recente che Mick “porterà il suo hobby di caccia e uccisione a nuovi e sconvolgenti livelli che sconvolgeranno la psiche umana”.

Primo teaser della Stagione 2 qui sotto!

Il cast di questa stagione include Tess Haubrich (Alien: Alliance), Matt Day, Ben Oxenbould, Laura Wheelwright, Stephen Hunter e Chris Haywood.