Connect with us

novità

Creepshow – Una nuova serie in arrivo

Published

on

Greg Nicotero e Shudder stanno lavorando sodo per riportare sul piccolo schermo Creepshow sotto forma di serie tv, serie che si arricchisce sempre con nuove entrate nel cast.

David Arquette (Scream), Tricia Helfer (Battlestar Galactica,  Lucifer) e Dana Gould (I Simpson, Stan Against Evil) saranno i protagonisti della prima stagione e si uniranno al cast già presente formato da Adrienne Barbeau, Giancarlo Esposito e Tobin Bell.

Arquette sarà il protagonista di “Times is Tough in Musky Holler”, diretto da John Harrison e scritto da John Skipp e Dori Miller, basato su un loro racconto. I leader che una volta controllavano una città attraverso la paura e l’intimidazione avranno un assaggio della loro stessa medicina.

Helfer reciterà in “Better Half di Lydia Layne”, scritto da John Harrison, basato su un racconto di Harrison e Greg Nicotero, e diretto da Roxanne Benjamin. Una donna avida nega una promozione al suo protetto e amante ma non riesce ad anticipare la ricaduta.

Benjamin dirigerà anche “Skincrawlers”, interpretato da Gould e scritto da Paul Dini e Stephen Langford. Un uomo considera un nuovo trattamento miracoloso per la perdita di peso che invece risulta avere complicazioni inaspettate.

La stagione di sei episodi sarà caratterizzata da dodici segmenti totali basati su storie di altri scrittori horror pluripremiati e acclamati, tra cui:

  • “By the Silver Water of Lake Champlain” di Joe Hill, diretto da Tom Savini!
  • “House of the Head” di Josh Malerman (Bird Box),
  • “The Companion” di Joe Lansdale (The Bottoms),
  • “L’uomo nella valigia” di Christopher Buehlman (The Lesser Dea ),
  • “All Hallows Eve” di Bruce Jones (The Hitchhiker),
  • “Night of the Paw” di John Esposito (The Walking Dead: Webisodes),
  • “Bad Wolf Down” di Rob Schrab (Monster House).

“Avere l’opportunità di abbracciare lo spirito di  Creepshow  ed espandere ciò che George e Steve hanno creato è, senza dubbio, un sogno che dura da una vita “, ha detto il produttore esecutivo Greg Nicotero. “Essendo cresciuto a Pittsburgh, Creepshow  vive in un posto speciale per me. Ho avuto la fortuna di visitare il set da adolescente. Sono stato in grado di guardare dietro la cortina del cinema, e mi ha cambiato per sempre. Sono onorato di continuare a raccontare le storie del mondo dei “fumetti che prendono vita” di cui i fan si sono innamorati. Questo autunno “apriremo la bara” e scateneremo sul mondo le nostre storie dementi e orribili, create dai migliori scrittori.”

Il nuovo cast si unisce ad Adrienne Barbeau, Giancarlo Esposito e Tobin Bell, precedentemente annunciato per la trama di Stephen King “Grey Matter”, adattato da Byron Willinger e Philip de Blasi e diretto da Nicotero stesso.

Altre puntate saranno dirette da  David Bruckner, regista dell’acclamato film horror  The Ritual e V/H/S e Southbound, Roxanne Benjamin e  Rob Schrab.

John Harrison, che è stato il primo assistente alla regia di George Romero nel film originale di  Creepshow e che ha anche composto il tema del film, dirigerà una storia che ha scritto insieme a Nicotero.

KNB EFX GROUP Inc. di Greg Nicotero gestirà gli effetti speciali e i Make-Up della serie.

La serie TV sarà prodotta da Cartel insieme a Monster Agency Productions, Taurus Entertainment e Striker Entertainment.

Creepshow sarà presentato in anteprima su Shudder entro la fine dell’anno.

Cresciuto a pane e horror, coltiva questa passione fin da piccolo che lo ha portato ad aprire Horror Stab insieme a Francesco per condividere questo meraviglioso genere con tutti i fan del genere.

Advertisement
Comments
Advertisement

 

Visualizza questo post su Instagram

 

La vera storia della bambola assassina! STORIA COMPLETA👇 Siamo nel 1906 quando Robert Eugene Otto, a cinque anni, ricevette in regalo, da un servitore di origini africane, una bambola. Secondo la leggenda, tale servitore era un praticante della magia nera e di rituali voodoo, che gli donò la bambola per lanciargli una maledizione. Robert il bambolotto, omonimo del suo nuovo piccolo padrone diede il via a svariati inquietanti episodi: i genitori erano del parere che la bambola parlasse e i vicini sostenevano di averla vista addirittura muoversi durante la loro assenza, notando i suoi movimenti da una finestra all’altra parte della casa. Secondo alcune fonti, Robert Eugene era davvero ossessionato dalla bambola, al punto che da adulto, dopo essersi sposato con sua moglie Anne, fece allestire nell’abitazione di famiglia un’intera stanza per il piccolo Robert con tanto di mobili in miniatura. La moglie Anne dubitò più volte della sanità mentale del marito e spesso, nascondeva la raccapricciante bambola in soffitta; ma il legame tra Robert la bambola e Robert Eugene era troppo forte per essere spezzato, riuscivano sempre a ritrovarsi. Fino alla sua morte, avvenuta nel 1974, Robert Eugene sosteneva che la bambola fosse maledetta.La bambola rimase in soffitta fino a quando la casa non venne acquistata da un’altra famiglia. La nuova famiglia aveva una bambina di dieci anni, che trovò la bambola girovagando per la casa. Una notte la bimba gridò e affermò ai suoi genitori che la bambola l’aveva aggredita, nel tentativo di assassinarla. Ancora oggi, da adulta, continua a sostenere la presunta vitalità di Robert. Robert Oggi la bambola si trova ancora nella casa di Eugene, trasformata in un museo locale chiamato East Fort Martello Museum, dove desta ancora oggi molta curiosità e divenendo la maggiore attrazione della città. Infatti, secondo le varie testimonianze dei visitatori, i poteri paranormali della bambola sono ancora attivi. #dark #legend #scary #horror #creepy #death #mystery #horrormovies #notte #darkmemes #paranormal #storia #horrorart #fotodelgiorno #horroraddict #horrorjunkie #horrorfanatic #horrorfilm #horrorfamily #horrorcollector #horrorclub #horrorstories

Un post condiviso da Horror Stab - Storie Horror (@horror_stab) in data: