Connect with us

film

Film Horror da Vedere Assolutamente

Scopriamo insieme i film horror che ogni appassionato deve vedere!

Published

on

film-horror-da-vedere-assolutamente

Scopriamo i film horror da vedere! Da sempre i film horror hanno spaventato e allo stesso tempo attratto persone di ogni ceto e estrazione sociale. Dal cinema soprannaturale di Georges Méliès al cinema muto degli anni 20 e trenta che ha poi fatto scatenare il mercato Hollywoodiano. Pellicole precursori del cinema contemporaneo sono capolavori come Il gabinetto del dottor Caligari (1920) e Nosferatu il Vampiro (1922). Scopriamo i film horror degni oggi di essere visti.

Film horror da vedere assolutamente

nightmare - film horror da vedere

Da sempre i film horror belli sono associati a pellicole create con un basso budget. Anche se spesso al centro di paradossi e molte critiche, questi film horror, riescono molte volte a sfondare diventando ideali nell’immaginario collettivo della paura. Diamo quindi spazio ai film horror da vedere assolutamente i quali sono anche i più apprezzati da pubblico e critica.

L’esorcista, William Friedkin (1974)

La dodicenne Regan MacNeil, figlia della nota attrice Chris, comincia a dare insoliti segni di squilibrio: dalla sua camera provengono violenti rumori, diventa isterica ed è assillata da sogni terrificanti. Oltre a ciò, un regista amico di famiglia viene trovato morto dopo essere stato da solo con lei. I medici che l’hanno in cura si dichiarano impotenti di fronte alle stranissime manifestazioni di Regan, arrivando a ipotizzare che la ragazza sia “posseduta” da forze esterne. Di ciò si convince anche la madre, che chiama un sacerdote a visitarla: ma quando il religioso rimane vittima del Maligno che alberga nel corpo di Regan, si deve far ricorso a un vero esorcista, che ingaggia un’epica notte di battaglia col demonio.

Halloween, John Carpenter (1978)

Michael Myers, un bambino di soli sei anni, uccide durante la notte di Halloween del 1963 sua sorella diciassettenne Judith. Dopo 15 anni di manicomio criminale, Michael scappa e nella notte di Halloween del 1978 torna nella sua citta’ natale Haddonfield per cercare la sorella minore sopravvissuta alla sua furia omicida.

John Carpenter e Debra Hill sono al timone di questa pellicola che con un budget iniziale di 300.000 dollari ne incassa ben 70 milioni. Halloween segna il debutto di Jamie Lee Curtis e vede  Donald Pleasence come il Dottor Loomis. La caratteristica che ha contribuito al successo e alla distinizione da altri film horror del tempo è stata la quasi assenza di sangue, dato che in Halloween il regista John Carpenter vuole fare spaventare senza mostrare ma piuttosto creare spavento nella tensione causata dell’attesa, per poi fare immaginare alla mente tutti i dettagli spaventosi e grotteschi tramite l’uso del ‘teatro della mente’.  Dal primo Halloween viene creata in seguito un vero e proprio franchise dal quale anche nuovi registi come David Gordon Green stanno ancora oggi attingendo per creare nuovi adattamenti.

Venerdì 13 , Sean S. Cunningham (1980)

Un film con Betsy Palmer, Adrienne King, Jeannine Taylor, Robbi Morgan, Kevin Bacon, Harry Crosby.

Camp Crystal Lake, un piccolo campeggio vicino ad un laghetto, riapre i battenti dopo che era stato chiuso dopo un orribile incidente, undici anni prima: un ragazzino di nome Jason era caduto in acqua ed era annegato. Ai nuovi proprietari, la gente del posto consiglia di andare via, ma loro non danno ascolto e si organizzano per preparare il camping alla stagione estiva, ma durante una notte…

Altro iconico serial killer del calibro di Michael Myers, numerosi sequel e adattamenti seguono il primo capitolo originale.

La Casa, Sam Raimi (1981)

La casa racconta di Ashely Williams, la sua ragazza, e tre amici i quali si recano in una casa nella foresta per trascorrere una notte di pazzie. Qui trovano un volume che, se letto ad alta voce, risveglia i morti. Il gruppo di amici dovra’ lottare contro qualcosa di malvagio e terrificante, i morti che si risvegliano…

Nightmare – Dal profondo della notte, Wes Craven (1985)

Uno delle pellicole iconiche del genere horror. Un pazzo con la pelle del volto bruciata inizia a prendere di mira alcuni adolescenti di Springwood. I poveri ragazzi non hanno difesa contro questo maniaco spietato dato che esso li colpisce nel momento più debole: mentre dormono. I sogni dei ragazzi sono quindi incubi reali e se muori nel sogno, muori veramente. In questo film cult horror vediamo il debutto di un giovane Johnny Depp il quale cerca di aiutare la sua ragazza Nancy a sconfiggere il pericoloso serial killer. Navigando nel profondo del film si scopre in seguito che i genitori dei ragazzi di questa piccola cittadina, sembrano saperne qualcosa di troppo.

The Blair Witch Project di Daniel Myrick (1999)

Maryland, ottobre 1994, tre studenti, Heather, Joshua e Michael si inoltrano a piedi nella Black Hills Forest per girare un documentario su una leggenda locale: quella della strega di Blair. I tre sparirono senza lasciare traccia. Un anno dopo venne ritrovato il loro filmato, un diario inquitante di quei cinque giorni trascorsi nel bosco.

La pellicola apre la strada al Mokumentary style. Film come Paranormal Activity e Cloverfield sono un mero esempio di quello che Blair aveva fatto, riprendere in prima persona un film seguendo lo stile del falso documentario.

Saw – L’enigmista, James Wan (2004)

Un film di genere thriller, horror del 2004, diretto da James Wan, con Cary Elwes e Leigh Whannell.

Due uomini si svegliano incatenati in un luogo a loro sconosciuto. Il pazzo che li ha rapiti li costringe ad un gioco mortale, dovranno usare tutta l’astuzia, il coragio e la tenacia che possiedono per riuscire a cavarsela.

Pellicola magistrale che ha poi dato il via ad un franchise enorme. Saw viene spesso definito il filone horror del nuovo millennio.

Paranormal Activity, Oren Peli (2009)

Un film di genere horror, thriller del 2008, diretto da Oren Peli, con Katie Featherston e Micah Sloat.

Una giovane coppia, Katie e Micah, si trasferisce a San Diego. La ragazza è convinta che una presenza malvagia la perseguiti da quando è bambina, e sembra averla seguita anche nel nuovo appartamento. Così il fidanzato installa una telecamera nella loro camera da letto, per registrare qualsiasi attività paranormale si possa verificare mentre dormono.

Film thriller horror da vedere assolutamente

psycho

Quando si parla di spaventare non ci si focalizza solo sul sovrannaturale, sui mostri e sui fantasmi. Alcuni dei film horror più famosi sono psicologici o basati sulla cattiveria dell’animo umano. Una commistione tra generi, film horror da vedere con delle sfumature e toni thriller.

Psycho, Alfred Hitchcock (1960)

Un film di genere thriller, horror del 1960, diretto da Alfred Hitchcock, con Janet Leigh e Anthony Perkins.

Marion, impiegata in una società immobiliare, fugge dalla città per raggiungere il suo fidanzato con una forte somma sottratta ad un cliente. Prima di raggiungere la casa del fidanzato ha la malaugurata idea di pernottare in un motel gestito da Norman, un strano tipo oppresso dal carattere autoritario della madre. Mentre sta facendo una doccia viene barbaramente uccisa da un misterioso assassino che compare all’improvviso dietro il telo cerato della doccia.

Shining, Stanley Kubrick (1980)

In questo film cupo, claustrofobico, Kubrick prende di petto il genere horror (Shining è tratto da un romanzo di Stephen King), per piegarlo al proprio genio. Film fatto di segnali ambigui, dove l’orrore è tanto più profondo quanto meno interpretabile (realtà, allucinazione?), Shining si muove tra favola e racconto gotico, con momenti memorabili: le chiacchierate tra Torrance e il fantasma del barista, Danny che si aggira nei corridoi sulla sua biciclettina e l’inseguimento finale nel labirinto innevato.

Jack Torrance (Nicholson), per trovare il giusto isolamento che gli permetterà di scrivere il suo romanzo, accetta l’incarico di custode invernale di un enorme albergo tra le montagne. Lo seguono la moglie e il figlioletto Danny. Quest’ultimo possiede poteri paranormali che gli permettono di vedere nel passato e nel futuro.

The Others, Alejandro Amenábar (2001)

Grace e i suoi due bambini, allergici alla luce, vivono in una casa isolata, su un’isola al largo delle coste inglesi. Fuori la nebbia cancella il mondo e, dentro, il buio alimenta le visioni e rende più sensibili i sensi, mentre si legge la Bibbia, si pensa al peccato e alla vita dopo la morte. Gli “altri” sono i vivi, i morti e quelli che moriranno. Dietro le tante porte chiuse e le tende tirate, ognuno deve imparare a riconoscere gli intrusi.

La Casa dei 1000 Corpi, Rob Zombie (2003)

A causa di un guasto alla macchina due coppie si ritrovano, mentre impazza una tempesta, in un posto sperduto. Bussano alla porta di una vecchia casa abbandonata e vengono accolti da una “strana” famiglia…

Turistas, John Stockwell (2006)

Un gruppo ragazzi si avventura tra le impervie vie del brasile. Quando il loro autobus rimane in panne, nulla è perduto poichè il gruppo si rifugia in uno chalet in riva al mare. I ragazzi pensano di aver trovato il paradiso in terra, birra, donne e tanto divertimento. Purtroppo però nessuno di loro si immagina, nemmeno nei loro incubi peggiori, cosa li aspetterà il giorno seguente.

Vacancy, Nimród Antal (2007)

Una delle pellicole a cui personalmente ho lasciato il cuore. Posso considerarla come la mia prima “avventura” horror del piccolo schermo, nonostante sia abbastanza di parte per la mia situazione emozionale, posso giurarvi che è veramente una pellicola non troppo impegnativa, da vedere.

La pellicola segue la storia di due coniugi in crisi relazionale: Amy (Kate Beckinsale) e David (Luke Wilson) i quali si trovano ad attraversare in auto gli stati uniti per raggiungere la mamma di lui. Purtroppo avendo scelto strade sconosciute si imboscano in un groviglio di strade dai sentieri bui lontani dalla statale. Quando la loro macchina si guasta, i due sono costretti a spendere la notte nell’unico motel disponibile: “Il Pinewood Motel”. Scopriranno un mondo intriso di terrore e sopratutto di “Snuff Movie”.

Frontiers, Xavier Gens (2007)

Una gang di ragazzi francesi si ritrova a scappare dalla polizia. Durante la fuga il gruppo si divide e quattro di loro fuggono verso la frontiera riuscendo a rifugiarsi vicino al confine con il Belgio in un ostello semi abbandonato. L’ostello è gestito da due sorelle che hanno tra di loro un rapporto morboso e da un anziano ex-colonnello dispotico e autoritario. Ospite fissa è una giovane donna che si veste e parla come fosse ancora una bambina di 11 anni. La situazione in principio provoca nei ragazzi una reazione spavalda e aggressiva nei confronti di quelle persone così strane, ma il clima che si respira nell’ostello comincia a trasmettere la sensazione che sarebbe molto meglio andarsene rapidamente.

The Strangers, Bryan Bertino (2008)

Una giovane coppia trascorre un periodo di vacanze in una casa isolata e viene terrorizzata da tre sconosciuti aggressori mascherati.

Martyrs, Pascal Laugier (2008)

Lucie è ormai scomparsa da un anno, quando viene ritrovata mentre cammina lungo una strada, in stato catatonico, incapace di ricordare cosa le sia successo. La polizia scopre il luogo dove la ragazza è stata rinchiusa, un vecchio mattatoio abbandonato. Tuttavia Lucie non presenta alcun segno di abuso sessuale o di violenza. Quindici anni dopo, si trova in una casa in mezzo alla foresta, ha un fucile in mano. E uccide un uomo.

Film horror belli da vedere

Alcuni dei più grandi maestri del cinema si sono cimentati nel genere horror, scopriamo i film horror da vedere assolutamente firmati da grandi registi.

Rosemary’s Baby – Nastro rosso a New York, Roman Polanski (1968)

Guy è un attore teatrale, sua moglie si chiama Rosemary ed è in attesa di un bambino. I vicini, i Castevet, sono cordialissimi, per quanto un po’ invadenti. E Rosemary è un tantino apprensiva e paranoica, anche se bisogna capirla se nel suo stato si mette in po’ in ansia. Forse il film fondativo dell’horror moderno, e forse il capolavoro di Polanski. La tensione (insostenibile) è creata a partire da un minuzioso realismo, e una New York luminosa e affollata diventa il luogo del terrore per eccellenza, della convivenza di paure ancestrali e fobie metropolitane. Sconvolgente il finale quasi “minimalista”. Oscar a Ruth Gordon come migliore attrice non protagonista.

Profondo rosso, Dario Argento (1975)

Marc Daly, un giovane pianista, è testimone dell’omicidio di una parapsicologa, ma non sa individuare l’assassino. Si mette a indagare per conto proprio, aiutato dall’amica Gianna, ma ben presto la situazione si fa intricatissima: tutte le persone che potrebbero aiutarlo nella soluzione del mistero rimangono vittime dell’efferato killer…

Film horror recenti da vedere

Scopriamo ora qualche film horror recente degno di nota.

  • Candyman (2021) Anthony, un artista visivo, incontra un veterano che espone la vera storia dietro Candyman. Ansioso di usare questi dettagli macabri per i dipinti, scatena inconsapevolmente una terrificante ondata di violenza.
  • A quiet place – Un posto tranquillo di John Krasinski (2018) Nel film Una famiglia deve vivere nel più assoluto silenzio per nascondersi da creature che trovano le prese seguendo suoni e rumori.
  • Hereditary – Le radici del male (2018) In seguito alla morte della matriarca della famiglia Graham, sua figlia e i suoi nipoti iniziano a scontrarsi con alcuni segreti criptici e terrificanti riguardo la propria discendenza, cercando di superare il sinistro destino che hanno ereditato.
  • The Witch (2015) Opera prima di uno dei migliori talenti emergenti Robert Eggers. Nel 1630, in Inghilterra, una famiglia di contadini accusa la giovane figlia di stregoneria quando il figlio più piccolo scompare misteriosamente.
  • It Follows (2014) Uno dei film rivelazione degli ultimi anni. Diretto da David Robert Mitchell. In seguito a un incontro sessuale, un’adolescente è tormentata da visioni terrificanti e si convince di essere perseguitata da una presenza malefica.

Altri film horror belli da vedere

E se quelli che vi ho presentato non vi soddisfano o magari ne volete altri, cliccate qui e scoprite una intera lista di film horror che vale la pena vedere.

La Notte dei Morti Viventi (film 1968), il capolavoro di George A. Romero. La Notte dei Morti Viventi è un film del 1968 diretto, scritto, fotografato, montato e musicato da George A. Romero e interpretato da Duane Jones e Judith O’Dea.

  • Non aprite quella porta (1974),
  • Carrie – Lo sguardo di Satana (1976),
  • Alien (1979),
  • Il giorno degli zombie (1985),
  • IT (1990),
  • Il seme della follia (1994),
  • Il Silenzio degli Innocenti (1991),
  • 28 giorni dopo (2002),
  • The Ring (2002),
  • Hostel (2005),
  • Omen – Il presagio (2006),
  • Il labirinto del fauno (2006),
  • Annabelle (2014),
  • Unsane (2018),
  • The Visit (2015).

Nato a pane e horror, fin da subito sviluppa una particolare ed accesa passione verso il mondo del cinema horror. La cosa non si è mai attenuata, ma anzi viene accentuata dopo la creazione di Horror Stab.

Continue Reading
Advertisement
Comments

Telegram

Facebook

Novità Film

Storie Vere Horror

Recensioni