Connect with us

film

Film Zombie, Che Non Ti Puoi Proprio Perdere

Published

on

film zombie

Zombie: non morti o morti viventi?

Sono creature spaventose che popolano i sogni di chiunque di noi. Che effetto fa rivivere i propri incubi vedendoli sul grande schermo?

1. Re-animator

Un film della fine degli anni ’80. In un ospedale del Perù, durante una rivoluzione con migliaia di vittime, due medici e ricercatori scoprono una sostanza capace di ridare vita ai morti. C’è un solo, piccolo, effetto collaterale: le creature che “risorgeranno” saranno incontrollabili.

2. Io Sono Leggenda

Un Will Smith in una versione inedita. L’ultimo sopravvissuto in una cittadina si ritrova a dover lottare contro dei famelici zombie. Dopo il tramonto la città diventa il loro regno ma durante il giorno si rintanano e si nascondono dentro gli edifici per non essere colpiti dai raggi solari.

3. Incubo Nella Città Dei Morti Viventi

Si può definirla come la pellicola che ha inventato gli zombie da corsa. Se prima si era abituati a vedere gli zombie muoversi a passo lento ed incerto, in questo film addirittura corrono. L’idea fu del regista Umberto Lenzi. Un giornalista e sua moglie rimangono intrappolati in un luna park. Per potersi salvare devono combattere un gruppo di zombie mutanti vittime di una contaminazione nucleare.

4. Dèmoni

Uno zombie movie tutto italiano. Una pellicola che vede come Lamberto Bava come regista e Dario Argento come produttore. Nostradamus non è mai stato così vicino a noi e le sue profezie iniziano ad avverarsi quando in un cinema avvengono strane mutazioni. Le persone colpite da questa mutazione si trasformano in zombie affamati di carne umana e di sangue.

5. Dead Snow

Diretto da Tommy Wirkola racconta le vicenda di un gruppo di studenti che decide di passare il periodo delle vacanze in uno chalet in Norvegia. Qui, durante la Seconda Guerra Mondiale, i nazisti effettuarono strani esperimenti sugli abitanti del luogo. Ma le conseguenze non sembrano essere passate.

6. …e tu vivrai nel terrore! L’aldilà

In questa pellicola del regista italiano Lucio Fulci terrore e paura si mescolano. Il tutto inizia quando una disegnatrice di moda americana riceve in eredità un albergo costruito sopra “le sette porte dell’inferno”. Cinquant’anni prima, proprio in quel luogo, un pittore venne barbaramente ucciso.. Nonostante la buona volontà della ragazza di rimettere in piedi e restaurare l’albergo, le presenze dell’aldilà non sono molto propense ad accettare la sua presenza. Così un esercito di zombie invade la città. L’ispirazione per questo film viene da I miti di Chtulu di Lovecraft. La scelta di non dare una vera logica alla pellicola portano lo spettatore a rimanere attaccato alla sedia ed a vivere profondamente tutte le emozioni e le sensazioni che Liza prova. Compresa la macabra poesia che accompagna l’opera cinematografica.

Vai a pagina 2!

Pagine: 1 2

Lorenzo, 32 anni, appassionato ed accanito lettore, principalmente riguardo il soprannaturale. Amante dei buoni film e degli scenari horror. Ricercatore e studioso del paranormale.

Continue Reading
Advertisement
Comments

Novità Film

Storie Vere Horror

Recensioni

Quiz