Connect with us

recensioni

La recensione de “La prima notte del giudizio”

Published

on

Ebbene si, sono pronto per raccontarvi “La prima notte del giudizio” (The First Purge), il quarto capitolo del Franchise horror sulla notte più pazza dell’anno.


Dopo l’ultimo capitolo “The Purge – Election year” non vedevo l’ora di gustarmi questo nuovo scorcio sulla purga annuale dove ognuno è libero di scatenare la bestia, anche uccidendo. In questo quarto capitolo vengono raccontate le origini della purga annuale, se nei primi la purga era già in voga, qui assistiamo ad “una prima volta”. Questo esperimento sociale viene infatti attuato solamente nel distretto di New York City chiamato Staten Island. Qui seguiamo le vicende di varie persone quasi tutte povere che cercano di mettersi in salvo dai pazzi.


Le sequenze sono ben strutturate, i colpi di scena si susseguono velocemente senza lasciare troppo spazio alla noia. Il ritmo del film è inclazante e non lascia tregua. Ci sono anche alcuni colpi di scena, anche se sono abbastanza prevedibili. La pellicola non racconta qualcosa che non sapevamo già, lasciando il colpo di scena finale, abbastanza amorfo. Una pellicola che parte con modeste aspettative guadagnandosi comunque la sua fetta. Un bel film da guardarsi e che ha parer mio, nonostante la distinta inferiorità con gli altri capitoli, ha saputo mantenere alto il nome del franchising. Guardatevelo!

Nato a pane e horror, fin da subito sviluppa una particolare ed accesa passione verso il mondo del cinema horror. La cosa non si è mai attenuata, ma anzi viene accentuata dopo la creazione di Horror Stab.

Advertisement
Comments
Advertisement