Connect with us

novità

L’ATTESA PELLICOLA “IT” TRATTA DAL ROMANZO DI KING PRONTA A SBARCARE NEGLI USA

Published

on

IT

IL MOMENTO E’ ORMAI GIUNTO, GLI STATI UNITI INIZIERANNO A GALLEGGIARE DA DOMANI.

Ebbene si dopo mesi e mesi di attese e speculazioni, è finalmente giunto il momento di guardare più da vicino la nuova e attesissima pellicola di “IT”, la quale rappresenterà una nuova trasposizione del famoso “bestseller” del maestro romanziere Stephen King. Prima di partire con la revisione vi anticipiamo alcuni dati:

Data Di Uscita Italiana: 19 Ottobre 2017

Data Di Uscita Americana: 08 Settembre 2017

Regista: Andy Muschietti

Cast: Bill Skarsgård, Jaeden Lieberher, Jeremy Ray Taylor, Sophia Lillis, Chosen Jacobs, Finn Wolfhard

TRAMA

 L’originale romanzo di Stephen King, da cui poi è stata tratta una mini-serie nel 1990, racconta la storia di alcuni ragazzini presi di mira da una creatura malvagia dalle sembianze di un clown, questi si nutre delle loro paure, ma non solo… la seconda parte del romanzo è invece incentrato sui ragazzi, già divenuti grandi, pronti a fermare la creatura tornata a mietere vittime. Il film sarà diviso in due parti, così come la mini serie degli anni novanta, la prima con i protagonisti da piccoli, la seconda con gli stessi protagonisti cresciuti.

 

It - Movie Image

BD – Immagine dall’interno del film.

TRAILER ITALIANO

La pellicola sarà rilasciata a partire da domani Venerdì 08 2017 nelle sale USA, mentre per quanto riguarda il nostro bel paese ci toccherà aspettare fino al 19 Ottobre 2017.

REVISIONE

IT si apre nell’ottobre del 1988 con due fratelli, Georgie (Jackson Robert Scott) e Bill Denbrough (Jaeden Lieberher), che stanno costruendo insieme una barca di carta. Georgie si dirige verso la tempesta di pioggia solo per vedere la sua barca galleggiante lungo una fogna dove è immediatamente visibile il clown Pennywise (Bill Skarsgård). Pennywise di Skarsgård è invitante e mortificante. Georgie, apparentemente ignorando il suo istinto raggiunge la sua barcetta senza accorgergi che il perfido clown lo ha gia trascinato in fondo alle fogne.
È ora l’estate del 1989 e il Loser’s Club (Jaeden Lieberher, Finn Wolfhard, Jack Dylan Grazer, Wyatt Oleff) è un gruppo di bambini che cercano di essere bambini; stanno guidando le loro biciclette, combattendo i bulli, giocando e facendo scherzi costanti.
Non vogliamo dire altro per non rovinare la visione della pellicola, ma possiamo riassumere che anche se non un film perfetto, questa pellicola riesce ad impressionare in diversi livelli lo spettatore, il che fa di esso un horror completo.

IN QUANTI DI VOI ANDRANNO A VEDERE IL FILM?

Nato a pane e horror, fin da subito sviluppa una particolare ed accesa passione verso il mondo del cinema horror. La cosa non si è mai attenuata, ma anzi viene accentuata dopo la creazione di Horror Stab.

Advertisement
Comments
Advertisement

 

Visualizza questo post su Instagram

 

La vera storia della bambola assassina! STORIA COMPLETA👇 Siamo nel 1906 quando Robert Eugene Otto, a cinque anni, ricevette in regalo, da un servitore di origini africane, una bambola. Secondo la leggenda, tale servitore era un praticante della magia nera e di rituali voodoo, che gli donò la bambola per lanciargli una maledizione. Robert il bambolotto, omonimo del suo nuovo piccolo padrone diede il via a svariati inquietanti episodi: i genitori erano del parere che la bambola parlasse e i vicini sostenevano di averla vista addirittura muoversi durante la loro assenza, notando i suoi movimenti da una finestra all’altra parte della casa. Secondo alcune fonti, Robert Eugene era davvero ossessionato dalla bambola, al punto che da adulto, dopo essersi sposato con sua moglie Anne, fece allestire nell’abitazione di famiglia un’intera stanza per il piccolo Robert con tanto di mobili in miniatura. La moglie Anne dubitò più volte della sanità mentale del marito e spesso, nascondeva la raccapricciante bambola in soffitta; ma il legame tra Robert la bambola e Robert Eugene era troppo forte per essere spezzato, riuscivano sempre a ritrovarsi. Fino alla sua morte, avvenuta nel 1974, Robert Eugene sosteneva che la bambola fosse maledetta.La bambola rimase in soffitta fino a quando la casa non venne acquistata da un’altra famiglia. La nuova famiglia aveva una bambina di dieci anni, che trovò la bambola girovagando per la casa. Una notte la bimba gridò e affermò ai suoi genitori che la bambola l’aveva aggredita, nel tentativo di assassinarla. Ancora oggi, da adulta, continua a sostenere la presunta vitalità di Robert. Robert Oggi la bambola si trova ancora nella casa di Eugene, trasformata in un museo locale chiamato East Fort Martello Museum, dove desta ancora oggi molta curiosità e divenendo la maggiore attrazione della città. Infatti, secondo le varie testimonianze dei visitatori, i poteri paranormali della bambola sono ancora attivi. #dark #legend #scary #horror #creepy #death #mystery #horrormovies #notte #darkmemes #paranormal #storia #horrorart #fotodelgiorno #horroraddict #horrorjunkie #horrorfanatic #horrorfilm #horrorfamily #horrorcollector #horrorclub #horrorstories

Un post condiviso da Horror Stab - Storie Horror (@horror_stab) in data: