Connect with us

recensioni

[Recensione] – The Monster

Published

on

The Monster

In questa pellicola del 2016, diretto da Bryan Bertino, la suspense non manca. Armosfere cupe, ansia a mille e buona sceneggiatura.

La Storia

Katby e Lizzy, durante un fortunale si ritrovano bloccate su una strada isolata in mezzo al bosco. La causa è l’investimento di un lupo. Sembra l’inizio di un normale film horror ma questa pellicola di ordinario ha ben poco, se non il genere a cui appartiene. In quella situazione non sono sole. Nel folto del bosco si nasconde qualcosa di lugubre, di pericoloso. Le due figure femminili sono madre e figlia. Kathy ha problemi di dipendenza da alcol e la figlia, Lizzy, non è che abbia una buona opinione di lei. Questo, a detta di Kathy sarà il loro ultimo viaggio insieme; dopo qualche giorno dal padre le due donne si separeranno e non si vedranno più.

L’Analisi

Bertino, già regista di The Stranger e Mockinbird, riesce nell’impresa di non appesantire il clima e la trama rendendo il film piacevole e con un sottotesto simbolico da non sottovalutare. Nell’apparente monotonia delle due protagoniste chiuse in auto sotto un temporale, ecco che arrivano dei flashback a raccontare il burrascoso rapporto madre-figlia. Il mostro che le osserva dal bosco potrebbe rappresentare qualsiasi cosa: dal mostro dell’alcol che sta divorando la madre al mostro dell’odio nutrito dalla figlia. Hanno una sola scelta: ucciderlo o rimanere uccise da esso. Il rapporto che si crea all’interno dell’abitacolo lascia basito e spiazzato lo spettatore che non capisce come si possa amare ed odiare una persona nello stesso tempo.

Bryan Bertino sceglie di non rivelare la vera natura nè la provenienza del mostro ma, con un’abile mossa, lo mostra “a piccoli morsi” a partire dagli artigli, passando per le squame ed arrivando al suo piacere nel manfìgiare carne umana. In questo mostro il pubblico ha la possibilità di proiettare ed inserire le proprie paure. Esso rappresenta i mostri che ognuno di noi è portato ad affrontare nel corso della vita e che deve combattere per non rimanere vittima del loro appetito.

Pareri Personali

The Monster incarna quei timori e quelle sensazioni opprimenti, quei dolori, quelle paure, quelle sofferenze che tutti ci portiamo dentro. Bertino mantiene alta la tensione e l’ansia dall’inizio alla fine della pellicola. Il film risulta coinvolgente e mai banale, nonostante la trama sia semplice:: il rapporto genitore-figlio. Se vi aspettate una storia sappiate che una storia non c’è tranne la dinamica familiare che si sviluppa tutta in quell’abitacolo. Un rapporto che si si modifica, fino a milgiorare, sotto la pioggia in una notte buia in mezzo ad una strada vicino al bosco.

Inquadrature interessanti, fotigrafia altrettanto allettante e il sottinteso che non viene detto rendono questo film un must. Alla fine il mostro può essere sconfitto solamente appoggiandoci alle persone che abbuiamo vicino anche quando il rapporto non è dei migliori. Un film che lascia soddisfatti ed attoniti allo stesso tempo. Consigliato per chi ha voglia di capire come migliorare i rapporti con le persone a cui teniamo. Unico consiglio: non aspettate che la vostra auto si fermi in mezzo ad una strada buia mentre una creatura mostruosa vi sta guardando: potreste non essere così fortunati come Kathy e Lizzy.

Voto

Lorenzo, 32 anni, appassionato ed accanito lettore, principalmente riguardo il soprannaturale. Amante dei buoni film e degli scenari horror. Ricercatore e studioso del paranormale.

Continue Reading
Advertisement
Comments

Novità Film

Storie Vere Horror

Recensioni

Quiz