Connect with us

recensioni

VISIONS – RECENSIONE

Published

on

Visions

Visions è una pellicola del 2015 ed è classificato come Horror/Soprannaturale Americano con una durata di 82 minuti. Il regista della pellicola è Kevin Greutert. Nel Cast troviamo:  Isla Fisher, Anson Mount, Gillian Jacobs, Jim Parsons, Joanna Cassidy, e Eva Longoria. La pellicola è stata prodotta da Jason Blum tramite la propria casa di produzione: Blumhouse Productions. E’ stato scritto da L.D Goffigan e Lucas Susan.

Faccio una premessa: Ho visto la pellicola in lingua originale, quando ancora non era disponibile in lingua Italiana. Da poco infatti il film è divenuto disponibile in Italiano, chiunque si fosse scoraggiato un tempo ora non può più trovare scuse per non guardarla.

La pellicola parte molto bene. All’inizio devo dirvi la verità, non ero sicuro di aver scelto il giusto film. Il modo nel quale la pellicola iniziava mi lasciava abbastanza sconcertato ed esitante, su quello che potrebbero essere state le aspettative del film. Non capivo assolutamente cosa c’entrasse un incidente stradale dal trailer che avevo visto. Dopo all’incirca 25 minuti dall’inizio la pellicola inizia a farsi interessante.

La storia segue le vicende di una coppia, la quale dopo una brutta esperienza decide di lasciarsi andare ed investire i soldi nel loro più grande sogno: Aprire una cantina di vini pregiati in aperta campagna. Il paesaggio prevalentemente rurale non ci fa capire molto bene quanto possa essere horror questa pellicola, dato che tutti i nuovi horror sono ambientati in città o appartamenti. Scopriamo che in questo nuovo luogo la coppia ricerca la tranquillità perduta e la serenità per crescere il bambino che Eveleigh porta in grembo. Delle strane visioni irromperanno in questo ambiente campagnolo, eliminando lo stereotipo degli horror cittadini e creandoci una suspence ed un terrore degno di un vasto appezzamento di terra. Sono le sue visioni reali? Cosa è successo in quella casa prima del loro arrivo?

La pellicola non mi ha mai stancato, eccetto per quei 15 minuti iniziali dove appariva lenta e fuori luogo. La definirei così:

Elettrizzante! La tranquillità della campagna viene usata contro lo spettatore per fuorviarlo, mandarlo fuori strada, in un susseguirsi di tornanti spaventosi.

VOTO:8

TRAILER IN LINGUA ORIGINALE

Nato a pane e horror, fin da subito sviluppa una particolare ed accesa passione verso il mondo del cinema horror. La cosa non si è mai attenuata, ma anzi viene accentuata dopo la creazione di Horror Stab.

Continue Reading
Advertisement
Comments

Novità Film

Storie Vere Horror

Recensioni

Quiz