Connect with us

Published

on

Secondo Trailer – Disponbile il secondo e ultimo trailer della pellicola ‘Scary Stories to Tell in The Dark’

Il secondo trailer di Scary Stories prodotto da Guillermo del Toro è arrivato questo pomeriggio, ed è la patria di tutti i tipi di fette di carburante da incubo basati su libri.
Questo trailer ci dà un aspetto migliore dei personaggi dei libri iconici come Harold lo spaventapasseri e l’Uomo Jangly, rivelando anche più della trama. Letteralmente, le storie stanno prendendo vita …


Nell’adattamento cinematografico diretto da André Øvredal dei libri spettrali:
Un gruppo di giovani adolescenti deve risolvere il mistero che circonda le morti improvvise e macabre nella loro piccola città.

“È il 1968 in America. Il cambiamento sta soffiando nel vento … ma apparentemente lontano dai disordini nelle città è la piccola città di Mill Valley, dove per generazioni, l’ombra della famiglia Bellows è apparso in lontananza. È nella loro villa ai margini della città che Sarah, una ragazza con orribili segreti, ha trasformato la sua vita torturata in una serie di storie spaventose, scritte in un libro che ha trasceso le storie del tempo che hanno un modo di diventare fin troppo reali per un gruppo di adolescenti che scoprono il terrificante libro di Sarah. “

Zoe Colletti, Michael Garza, Gabriel Rush, Austin Abrams, Dean Norris, Kathleen Pollard, Gil Bellows, Lorraine Toussaint, Austin Zajur e Natalie Ganzhorn.
Daniel Hageman e Kevin Hageman e Guillermo del Toro hanno scritto la sceneggiatura.

Le storie prendono vita il 17 ottobre 2019 nelle nostre sale.

Nato a pane e horror, fin da subito sviluppa una particolare ed accesa passione verso il mondo del cinema horror. La cosa non si è mai attenuata, ma anzi viene accentuata dopo la creazione di Horror Stab.

Advertisement
Comments
Advertisement

 

Visualizza questo post su Instagram

 

La vera storia della bambola assassina! STORIA COMPLETA👇 Siamo nel 1906 quando Robert Eugene Otto, a cinque anni, ricevette in regalo, da un servitore di origini africane, una bambola. Secondo la leggenda, tale servitore era un praticante della magia nera e di rituali voodoo, che gli donò la bambola per lanciargli una maledizione. Robert il bambolotto, omonimo del suo nuovo piccolo padrone diede il via a svariati inquietanti episodi: i genitori erano del parere che la bambola parlasse e i vicini sostenevano di averla vista addirittura muoversi durante la loro assenza, notando i suoi movimenti da una finestra all’altra parte della casa. Secondo alcune fonti, Robert Eugene era davvero ossessionato dalla bambola, al punto che da adulto, dopo essersi sposato con sua moglie Anne, fece allestire nell’abitazione di famiglia un’intera stanza per il piccolo Robert con tanto di mobili in miniatura. La moglie Anne dubitò più volte della sanità mentale del marito e spesso, nascondeva la raccapricciante bambola in soffitta; ma il legame tra Robert la bambola e Robert Eugene era troppo forte per essere spezzato, riuscivano sempre a ritrovarsi. Fino alla sua morte, avvenuta nel 1974, Robert Eugene sosteneva che la bambola fosse maledetta.La bambola rimase in soffitta fino a quando la casa non venne acquistata da un’altra famiglia. La nuova famiglia aveva una bambina di dieci anni, che trovò la bambola girovagando per la casa. Una notte la bimba gridò e affermò ai suoi genitori che la bambola l’aveva aggredita, nel tentativo di assassinarla. Ancora oggi, da adulta, continua a sostenere la presunta vitalità di Robert. Robert Oggi la bambola si trova ancora nella casa di Eugene, trasformata in un museo locale chiamato East Fort Martello Museum, dove desta ancora oggi molta curiosità e divenendo la maggiore attrazione della città. Infatti, secondo le varie testimonianze dei visitatori, i poteri paranormali della bambola sono ancora attivi. #dark #legend #scary #horror #creepy #death #mystery #horrormovies #notte #darkmemes #paranormal #storia #horrorart #fotodelgiorno #horroraddict #horrorjunkie #horrorfanatic #horrorfilm #horrorfamily #horrorcollector #horrorclub #horrorstories

Un post condiviso da Horror Stab - Storie Horror (@horror_stab) in data: