Connect with us

storie horror vere

STORIE HORROR BREVI: I fatti più spaventosi del deep web. Parte 2/3

Published

on

 

 

STORIE HORROR BREVI – La profondità della perversione umana come internet: 18 storie spaventose dagli abissi del web.

STORIE HORROR BREVI – Continua il nostro viaggio attraverso le stranezze e le mostruosità che si possono trovare in rete. In questa seconda parte dell’articolo vengono raccontate altre 6 storie che provengono direttamente dalle profondità del web.

 

7 – L’offerta di lavoro da 255 mila dollari

Ognuno di noi spera prima o poi di trovare il lavoro della vita. Cosa fareste se vi offrissero una paga di 255 mila dollari per svolgere un lavoro di soli 6 mesi? Sarebbe un sogno per chiunque. Ma se questo sogno fosse solo un salto nel buio che potrebbe trasformarsi in un incubo?

Nel deep web si trova un annuncio lavorativo che promette di farvi guadagnare tale cifra. Vi dovete solamente imbarcare su una nave alle seguenti condizioni:

– Avere esperienza di combattimento

– Navigare 6 mesi

– E’ severamente vietato qualsiasi contatto con il mondo esterno

– Stipendio complessivo 255 mila dollari

Non si sa quali saranno esattamente le vostre mansioni, ma non ci vuole molta fantasia per capire che difficilmente riuscirete a tornare a casa per raccontarlo, sempre che ve lo permettano.

Storie Horror Vere

 

8 – Daisy’s destruction

Peter Scully fu ideatore ed esecutore di una serie di video snuff intitolati Daisy’s destruction. Nel 2012 Scully pubblicò diverse clips nelle quali furono protagoniste delle bambine dai 18 mesi fino ai 4 anni di età. Queste venivano torturate in maniera orribile e come nel caso di una undicenne, arrivò anche ad ucciderle. Daisy era la bambina più piccola presente nei filmati, aveva solo 18 mesi quando venne sottoposta a queste pratiche inumane e ne diventò, dopo anni di prostituzione,  persino la compagna del suo carnefice. L’uomo venne arrestato e condannato all’ergastolo nel 2018 con 75 capi d’accusa sulle spalle, tra cui la vendita online del materiale da lui girato al prezzo di 10 mila dollari, acquistato da diversi pervertiti del settore.

 

9 – Salvato dalla lentezza della rete

Ci sono siti che possono reindirizzare verso altri sia automaticamente o tramite links fuorvianti. E’ il caso di questo utente, il quale navigando nel deep web si è imbattuto in questo link chiamato “For journalist and people new to deep web”. Per curiosità e un po’ di incoscienza decise di aprirlo. Il sito, prima di apparire completamente, mostrò un immagine che lentamente si stava caricando per via della connessione lenta del suo modem. Iniziò ad intravedersi caricare la foto di un vecchio dai connotati asiatici. Man mano che si rivelava nella sua interezza, si capiva che il suo corpo fosse terribilmente mutilato. A quel punto non andò oltre e, grazie alla ridotta velocità del suo server, potè chiudere la pagina prima di scoprire qualcosa di ancor più macabro.

 

10 – Esperimenti su esseri umani

La medicina ha fatto nel corso dell’ultimo secolo grandi passi avanti, ma alcuni traguardi sono stati raggiunti quando ancora l’etica sulla sperimentazione non era così sensibile come al giorno d’oggi. Ricordiamo i cruenti esperimenti di Mengele durante la seconda guerra mondiale.

Nel XXI secolo ancora c’è chi cerca materiale umano per effettuare esperimenti di qualsiasi tipo e la ricerca avviene sotto traccia tramite la rete, tra chi si offre di sua spontanea volontà o chi costretto con la forza. Di quest’ultimi vengono scelti in genere soggetti orfani, dei quali, in caso di morte del paziente, difficilmente verranno reclamati i  loro corpi.

 

11 – Foto di ragazzine morte

Tutti noi usiamo Google per cercare le foto più svariate, ma alla mente perversa di alcuni utenti non è sufficiente e hanno bisogno di materiale meno convenzionale. Nell’abisso del web sono presenti siti, peraltro molto visitati, dove potete trovare foto di ragazzine morte dai 5 ai 16 anni. Che siano decedute a causa di incidenti, attentati o morte naturale, poco importa e la cosa risulta parecchio inquietante. Solo per il piacere perverso del necro insito nell’animo umano.

Gli autori delle foto però consigliano… è proibito scaricarle sul proprio pc o la loro anima vi perseguiterà per sempre.

12 – E’ meglio che cominci a correre

Se si è neofiti del deep web evitate di cliccare su links in maniera casuale, solitamente senza sapere cosa cercare con precisione. In molti casi è accaduto che seguendo vari links con l’intento di scovare qualcosa di proibito, dopo alcuni indirizzamenti ci si è trovata davanti una pagina con una sola frase scritta e parecchio efficace a far tremare le gambe. Sappiamo come facilmente gli hackers abbiano la capacità di sapere tutto di noi con pochi semplici click, persino l’indirizzo di casa o controllare i nostri dati e movimenti. Quindi se vi appare sullo schermo la frase “You better start running” non perdete tempo ad indagare, anzi, scollegatevi dalla rete prima che sia troppo tardi.

E sperate di non essere veramente costretti a correre…

Appassionato di film e storie horror, nonchè del paranormale, ufologia e archeologia misteriosa. Di animo curioso e sempre alla ricerca di nuovi misteri da svelare e raccontare.

Advertisement
Comments
Advertisement