Connect with us
Serial Killers Serial Killers

Serial Killers

I 10 Serial Killers Più Squilibrati Di Tutti I Tempi

Published

on

I 10 Serial Killers più squilibrati che madre natura abbia mai concepito. Scopriamoli assieme in queste breve viaggio, allacciate le cinture.

Ted Bundy

ted bundy

Non devi essere americano o essere stato in giro negli anni ’70 per conoscere il nome Ted Bundy il serial killer. Bundy è facilmente uno dei serial killer più squilibrati (per non parlare dei rapitori, degli stupratori, dei ladri e dei necrofili) di tutti i tempi. Il suo modus operandi malato includeva il rapimento delle sue vittime femminili, lo stupro e il loro smembramento. Spesso teneva la testa come souvenir. Prima di essere giustiziato nel 1989, Bundy ha ammesso di aver rapito e ucciso 30 donne, sebbene questo numero sia quasi certamente molto più alto.

 

Andrei Chikatilo

Andrei Chikatilo

Tra il 1978 e il 1990, il serial killer russo Andrei Chikatilo ha aggredito, assassinato e mutilato sessualmente oltre 50 giovani donne e bambini. Uno dei più giovani aveva nove anni. Lo squilibrato Chikatilo ha ucciso le sue vittime pugnalando e tagliandole con un coltello. Chikatilo in seguito ha ammesso di essere stato in grado di raggiungere l’orgasmo solo pugnalando le donne, un fatto che gli ha reso difficile resistere ai suoi forti impulsi di uccidere. Chikatilo fu soprannominato il “Macellaio di Rostov”, lo “Squartatore rosso” e lo “Squartatore di Rostov”. Anche se ha confessato un totale di 56 omicidi brutali, è stato processato per 53 anni, condannato a morte e giustiziato dalla squadra di fuoco nel 1994.

Jeffrey Dahmer

Jeffrey dahmer

Nessun elenco dei serial killer più squilibrati sarebbe completo senza Jeffrey Dahmer. Dahmer, noto come il cannibale di Milwaukee, è stato infine condannato per l’omicidio di 17 giovani uomini per un periodo di 14 anni. Ma Dahmer non li ha semplicemente uccisi. Ha anche violentato, smembrato e talvolta persino mangiato le sue vittime. Durante il suo processo, Dahmer ha ammesso di aver praticato un buco nella testa delle sue vittime nel tentativo di trasformarle in schiave del sesso senza cervello. Anche se Dahmer sarebbe stato sicuramente giustiziato per i suoi crimini squilibrati, è stato picchiato a morte in prigione nel 1994.

Albert Fish

Albert Fish

Quando un serial killer è soprannominato “The Brooklyn Vampire”, “The Moon Maniac”, “The Werewolf of Wysteria”, “The Grey Man” e “The Boogey Man”, è quasi certo che sia completamente pazzo. Fish fu processato e dichiarato colpevole di stupro, uccisione e cannibalizzazione di tre bambini nei primi anni del 1900. Tuttavia, ha affermato di aver ucciso più di 100 bambini e si è persino vantato di aver “avuto figli in tutti gli stati”. Particolarmente sconvolto è il fatto che Fish abbia inviato una lettera alla madre di una delle sue vittime, Grace Budd, di 10 anni. La lettera descriveva in dettaglio come aveva attirato la bambina, l’aveva strangolata e poi l’ha fatta a pezzi per mangiare nel corso di nove giorni.

John Wayne Gacy

Johnwaynegacy

C’è squilibrato, e poi c’è il tipo di squilibrato che descrive il serial killer John Wayne Gacy. È stato soprannominato “Killer Clown” a causa del suo lavoro frequentando le feste di compleanno dei bambini e gli eventi di beneficenza come “Pogo the Clown”. Gacy è stato condannato per stupro, tortura e omicidio di 33 ragazzi adolescenti per un periodo di sei anni. Li attirava a casa sua, li uccideva per strangolamento o asfissia, poi li seppelliva nella sua proprietà. Gacy fu giustiziato nel maggio 1994.

Jack The Ripper

Jack the Ripper

Jack lo Squartatore può essere un nome che tutti conoscono, ma nessuno può essere sicuro della sua vera identità. Chiunque fosse veramente, Jack lo Squartatore era decisamente pazzo. Nel 1888, Jack terrorizzò il quartiere di Whitechapel a Londra tagliando la gola e l’addome di almeno cinque prostitute e lasciandole morte. A volte, rimuoveva persino l’utero della donna e lo prendeva come una sorta di premio. È improbabile che la vera identità di Jack lo Squartatore sarà mai capita, ma la “ripperologia” – lo studio e l’analisi degli omicidi – ha sicuramente ispirato parecchi romanzi e film.

Joachim Kroll

joachim kroll

Il serial killer tedesco Joachim Kroll ha ucciso almeno 14 persone, compresi i bambini piccoli, tra il 1955 e il 1976. Dopo aver strangolato le sue vittime a mani nude, Kroll avrebbe fatto sesso con i loro cadaveri, poi li avrebbe fatti a pezzi. È interessante notare che Kroll è stato finalmente catturato dopo che un vicino si è lamentato di un backup dell’impianto idraulico. I tubi erano intasati di budelle umane. Quando Kroll fu arrestato, stava per sobbollire parti del corpo prese dalla sua più recente vittima, Marion Ketter, di 4 anni.

Pedro López

pedro lopez

La folle follia omicida di Pedro López è abbastanza terrificante, ma forse ancora più terrificante è il fatto che la posizione attuale di López sia sconosciuta! Il colombiano afferma di aver violentato e ucciso più di 300 donne in Colombia, Ecuador e Perù. Almeno 100 di queste erano donne tribali. Nel 1980, il “Mostro delle Ande” fu arrestato e condusse la polizia alle tombe di 53 vittime tra i nove e i dodici anni.

López è stato dichiarato colpevole di aver ucciso 110 ragazze in Ecuador. Ha anche confessato ulteriori 240 omicidi in Perù e Colombia, ed è stato dichiarato pazzo. Incredibilmente, López è stato rilasciato nel 1998 per “buon comportamento”, e mentre ci sono molte voci, nessuno può confermare esattamente dove si trova oggi.

Gilled De Rais

Gillesderais1835

Gilles de Rais era un ricco cavaliere e signore, un capo dell’esercito francese e un compagno d’armi per Giovanna d’Arco. Era anche un serial killer totalmente squilibrato. Tra il 1432 e il 1433, secondo quanto riferito, Gilles sodomizzò e poi uccise (o ordinò l’omicidio) di almeno 40 bambini. Molti corpi nudi di giovani ragazzi furono trovati nella sua tenuta nel 1437. Una biografia di de Rais del 1971 descrive il modo in cui il cavaliere attirò i ragazzi fino alla morte. Li ha vestiti con abiti eleganti, ha fornito loro un pasto abbondante e un sacco di vino. Alla fine ha affrontato ogni ragazzo con la “vera natura della sua situazione”.

Richard Ramirez

Richard Ramirez

Per più di un anno negli anni ’80, Richard Ramirez ha terrorizzato i quartieri di Los Angeles. Soprannominato “Night Stalker”, Ramirez entrava in casa e uccideva brutalmente le sue vittime, a volte violentandole per prime. Le sue vittime andavano dai primi anni ’20 a una donna di 79 anni. Le sue armi preferite includevano pistole, coltelli, un ferro da stiro, un machete e persino un martello. Ramirez non ha mai espresso alcun rimorso per i suoi crimini. Fu condannato a morte ma morì di linfoma prima che potesse essere giustiziato.

Leggi altre storie horror.

Nato a pane e horror, fin da subito sviluppa una particolare ed accesa passione verso il mondo del cinema horror. La cosa non si è mai attenuata, ma anzi viene accentuata dopo la creazione di Horror Stab.

Continue Reading
Advertisement
Comments

Novità Film

Storie Vere Horror

Recensioni

Quiz