Connect with us
creepypasta creepypasta

Creepypasta

5 Creepypasta Che Non Ti Faranno Più Dormire

Published

on

Si sa che le creepypasta hanno lo scopo di spaventare. Ma ci sono delle storie che davvero riescono a togliere il sonno alle persone che le leggono.

1. Anche gli umani possono leccare

Un normalissimo padre e sua figlia abitano insieme al loro cagnolino in un appartamento poco fuori Londra. Rimasta orfana e con il padre che lavorava tutto il giorno, la bambina di notte aveva paura del buio. Il cane però, dormendo sotto il letto, quando lei si svegliava durante la notte e metteva la mano sotto il letto, lui la tranquillizzava leccandola. Ma una notte qualcosa di orribile ed inquietante accadde. La bimba, sentendo dei rumori strani provenire dal bagno si alzò dal letto e, aprendo la porta, vide il corpo esanime del cane con la gola tagliata. Sopra la parete di fronte campeggiava una frase scritta con il sangue dell’animale e diceva: “Anche le persone possono leccare”.

2. L’Angelo Che Non C’era

Per godersi una tranquilla serata in compagnia di amici, una coppia chiamò una babysitter fidata per badare i loro figli. Quando questa arrivò i bambini erano già nel mondo dei sogni così lei decise di rilassarsi sul divano. Decise di accendere la tv e chiese ai bambini, svegliandoli, se potesse guardarla in camera loro dato che al piano inferiore non poteva. Prima di accendere la tv, però, chiese ai due bimbi se potesse coprire con un lenzuolo la statua di un angelo posta fuori dalla finestra perché si sentiva a disagio. Dopo pochi minuti il telefono squillò ed una voce dall’altra parte del ricevitore disse che non avevano mai posseduto la statua di un angelo. Poche ore dopo la polizia trovò la babysitter ed i bambini brutalmente uccisi e sgozzati ma non venne rinvenuta nessuna statua.

3. Il Cacciatore Ed I Ritratti

Dopo una intensa giornata nel bosco un cacciatore si trovò in un luogo che non riconosceva. Probabilmente aveva perso l’orientamento. Decise, così, di camminare sempre nella stessa direzione sperando di uscire dal fitto del bosco, visto che la vegetazione si faceva sempre più fitta. Ad un certo punto si ritrovò davanti ad una capanna. Vista l’ora tarda decise di passare la notte in quel rifugio di fortuna. Mentre si stendeva sull’unico giaciglio che c’era notò che alle pareti vi erano una serie di ritratti raffiguranti volti in primo piano con smorfie d’odio e di malizia. Nonostante l’angoscia il suo corpo era troppo stanco e così, dopo qualche minuto, si addormentò. Ma la cosa inquietante è che il mattino successivo, guardandosi attorno, vide che alle pareti non c’erano dei quadri ma solamente delle finestre.

4. Gli Albini Con Gli Occhi Rossi

Un uomo prese una stanza in un hotel. La cosa che fin da subito lo insospettì fu che la proprietaria lo avvisò che avrebbe trovato, nel corridoio, una stanza senza numero. Non avrebbe per nessun motivo dovuto guardarci dentro. Ma la curiosità era troppa e così, la notte seguente, decise di sbirciare dal buco della serratura. Ciò che vide lo fece rabbrividire: una figura esile totalmente bianca rivolta verso la parete. Ebbe l’impulso di bussare ma poi ritrasse la mano e tornò a letto. La notte seguente, con la curiosità alle stelle, decise di tornare a guardare dalla toppa della serratura. Stavolta, al contrario della notte precedente, vide tutto rosso e non riusciva a distinguere nemmeno i mobili. Il mattino, scendendo a fare colazione chiede delucidazioni alla proprietarie dell’hotel che gli confessò quanto era accaduto qualche anno prima: in quella stanza erano stati brutalmente uccise due persone dalla pelle albina con gli occhi rossi.

5. L’Uomo Con La “S” Di Corda

Una bambina chiamò suo padre nella stanza dicendogli di sentire freddo. Il padre le aggiunse una coperta e, ad un certo punto, la bimba gli dice “Papà guarda che bello quell’uomo con la “S” di corda intorno al collo”. Il padre rimase interdetto e chiese spiegazioni. La figlia rispose che dentro l’armadio c’era un uomo che il pomeriggio le aveva raccontato una storia. Il padre decise di alzarsi e di aprire l’armadio per dimostrare alla bambina che non c ‘era nessun uomo nell’armadio. Infatti era vuoto. Ma la cosa inquietante fu che, quando si girò, la bimba ed il letto erano spariti ed al loro posto c’era un cappio appeso al muro.

Lorenzo, 32 anni, appassionato ed accanito lettore, principalmente riguardo il soprannaturale. Amante dei buoni film e degli scenari horror. Ricercatore e studioso del paranormale.

Continue Reading
Advertisement
Comments

Telegram

Facebook

Novità Film

Storie Vere Horror

Recensioni