Connect with us

leggende

LA STRANA STORIA DELLE SETTE SORELLE SUTHERLAND

Published

on

Siamo a Cambria, New York. Verso la metà del 1800, nel giro di 14 anni, vengono alla luce 7 le sorelle Sutherland: Sarah, Victoria, Isabella, Grace, Naomi, Dora e Mary.
La famiglia, assai povera ed evitata da tutti, possiede, come dote comune, l’abilità nel canto, le chiome di capelli fluenti. Nel 1855, Naomi sposa Henry Bailey: nipote del proprietario di uno dei circhi più famosi in attività. Egli ebbe la brillante idea di creare uno spettacolo canoro in cui le sorelle potettero anche mettere in mostra i loro 37 piedi di chiome e pubblicizzare una fantomatica lozione per capelli dalla formula segreta.
Ovviamente la cosa ebbe un successo incredibile.

Le sorelle Sutherland, dopo l’enorme successo, costruiscono una villa enorme nel loro paese e vivono nel lusso più sfrenato, alla faccia di chi le aveva considerate delle reiette.
Per spiegare il “lusso sfrenato”: ognuna di loro aveva un cane con un guardaroba invernale e uno estivo, e alla morte degli animali venivano celebrati funerali principeschi con tanto di necrologi sul giornale.

Nel 1893 la svolta; Naomi muore e una maledizione si abbatte sulle restanti sorelle. La follia si impadronisce delle Sutherland, portandole pian piano alla rovina.
La prima vittima è Isabella, che nel frattempo si è fidanzata con due uomini.
Il primo si uccide nel 1897 e finisce in una bara di vetro all’interno di un mausoleo da 10 mila dollari. Il secondo, Alonzo Swain, mette Isabella contro le sorelle e la convince a creare una propria linea per capelli, ma il fallimento porta solamente alla morte della stessa.

Nel giro di pochi anni altre due sorelle, Sarah e Victoria, muoiono da sole, abbandonate dalle restanti tre.
Gli anni ’20 sono la mazzata finale per Mary, Dora e Grace: la moda dei tagli corti si diffonde come un’epidemia e, di conseguenza, le chiome che arrivano alle caviglie non interessano più a nessuno.
Le tre fanno un ultimo disperato tentativo di risollevare le proprie sorti nel 1926, con un film basato sulle loro vite peccato che, ad Hollywood, in un incidente stradale, Dora rimane uccisa e la produzione cinematografica annullata. Mary e Grace finiscono i loro giorni nella povertà assoluta da cui tutto è partito, costrette a vendere ogni avere, con la prima delle due costantemente accompagnata da attacchi psicotici.
Si chiude in questo modo il cerchio della loro vita, nuovamente evitate da tutti e con l’ombra della morte ad aleggiare sopra di loro.

Infine, pochi anni dopo la loro dipartita, la beffa finale: la grande villa vittoriana, unica testimonianza rimasta della fama delle sorelle Sutherland, viene distrutta in un incendio.

Termina così la storia delle sette sorelle Sutherland e dei loro 12 metri di capelli, un legame caratterizzato dalla follia e dalla sfortuna, oltre che dalla morte. Difficile ammettere la presenza del soprannaturale in una storia come questa, ma la nostra parte irrazionale ci dice che qualcosa sotto c’è. Chiamatela maledizione, sfiga, destino, come preferite. Volete la ciliegina? Fate un giro in rete e cercate The Seven Sutherland Sisters’ Hair Grower: una boccettina viene venduta sui 200 dollari al giorno d’oggi.

Nato a pane e horror, fin da subito sviluppa una particolare ed accesa passione verso il mondo del cinema horror. La cosa non si è mai attenuata, ma anzi viene accentuata dopo la creazione di Horror Stab.

Continue Reading
Advertisement
Comments

Novità Film

Storie Vere Horror

Recensioni

Quiz