Connect with us

storie horror

SIETE PRONTI A FESTEGGIARE HALLOWEEN!? CONOSCIAMONE LE ORIGINI

Published

on

Halloween

La festa conosciuta come Halloween deriva da una tradizione celtica, poiche per essi l’anno terminava il 31 Ottobre e non il 31 Dicembre. Per loro il giorno 31 Ottobre era un vero e proprio capodanno, questo rappresenta il motivo per il quale la festa di Halloween viene anche chiamata “Capodanno Celtico”.

Halloween

Costumi di Halloween

Per i Celti, in questa specifica data tutte le leggi naturali e spirituali che normalmente regolavano e separavano il mondo dei vivi da quello dei morti venivano temporaneamente sospese ed il mondo degli spiriti si univa a quello dei viventi. Anche la frase usata e riusata, quasi diventata parte della nostra cultura, “Dolcetto o Scherzetto” risale alla tradizione Celta.

LA LEGGENDA

La leggenda della nascita di Halloween racconta che durante la notte del 31 ottobre, delle “fate” (le quali non erano considerate buone, come oggi) erano solite fare “scherzi” molto cattivi, come quello di spingere uomini a camminare sulle colline, dove sarebbero poi rimasti intrappolati per sempre. Per fare si che le “fate” non se la prendessero con loro, i Celti erano soliti offrirgli cibo e latte, i quali venivano lasciati sui gradini delle proprie case.

Anche l’usanza di travestirsi deriva sempre dal popolo Celto, i quali usavano le pelli di animali morti per spaventare e scacciare gli spiriti malvagi. Essi erano soliti indossare costumi e maschere grottesche marciando verso il villaggio, illuminando il cammino con delle lanterne.

JACK-O’-LANTERN

Jack o Lantern

Le origini di Jack-ò-Lantern.

La leggenda più famosa all’interno proprio di Halloween è quella di Jack-ò-lantern: ovvero “Jack e la Lanterna”; la quale parla di un avido e spilorcio fabbro irlandese che durante la notte di Halloween incontrò il diavolo.

Il signore delle tenebre era quasi riuscito a farlo cadere nelle proprie grinfie, ma per una fatalità, uno scherzo del destino, Jack la fece franca. Nonostante la sconfitta il diavolo non si diede pervinto e continuò ad andare a trovarlo per cercare di rubargli l’anima, ma in qualche modo Jack riusciva sempre ad averla vinta. Nonostante l’uomo era convinto di avere vinto contro il suo nemico, ben presto il pensiero più cupo e malevolo si fece largo nella sua mente.

Una volta morto sarebbe andato all’inferno a causa delle peccaminose azioni da lui commesse. Quando quel giorno arrivò il diavolo ebbe la sua rivincita e non appena lo vide all’inferno gli tirò addosso un tizzone ardente, come segno di spregio.

L’uomo usò quel tizzone per trovare la strada di ritorno al nostro mondo, a causa del forte vento, l’uomo mise il tizzone sotto una rapa. Da allora Jack è diventato il simbolo delle anime dannate, le quali si presentano durante la notte del 31 ottobre con un lume. Dato che la rapa non era molto conosciuta nella tradizione americana, essa venne sostituita con la classica zucca che tutti conosciamo.

Oltre a questa che io e non solo ritengo come il pilastro fondamentale sulla quale si basa tutta la tradizione di Halloween, esistono altri simboli e figure emblematicamente oscure ed affascinanti che popolano questa fascinosa e sfarzosa notte di terrore.

Le Streghe: insieme alle zucche rappresentano il simbolo più antico e più esplicativo di Halloween. In molte zone d’Europa, il cui popolo era prevalentemente pagano, si credeva fortemente all’esistenza della stregoneria.

Uno degli aspetti più importanti consisteva nella celebrazione del Sabba, durante il quale le streghe si radunavano sulla cima dei monti per poter liberamente evocare diavoli e demoni. Un importante rito celebrativo del 31 Ottobre era chiamato Black Sabbath (come la famosa band capitanata da Ozzy).

Lo “stato cattolico” in Italia e nel mondo cercò fin da subito di reprimere questa festività etichettandola e considerandola “la festa del male” per il fatto dei riti che vi ho spiegato all’inizio dell’articolo. La chiesa utilizzò la festa di Tutti i Santi ed Il Giorno Dei Morti per cercare di arginare la popolarità che questo “capodanno celtico” stava avendo.

Nonostante il “rimedio” che la chiesa cercò di attuare, la festa di Halloween si è sempre ingigantita e mai fermata, diventando un “fenomeno” anche nel nostro paese, portando l’atmosfera notturna sotto l’attenzione dei media e dei giornalisti.

Halloween oggi

E adesso che Halloween è alle porte siamo pronti ad augurarvi una buona festività all’insegna delle creature che da sempre popolano i nostri più bei film preferiti.

Nato a pane e horror, fin da subito sviluppa una particolare ed accesa passione verso il mondo del cinema horror. La cosa non si è mai attenuata, ma anzi viene accentuata dopo la creazione di Horror Stab.

Continue Reading
Advertisement
Comments

Telegram

Facebook

Novità Film

Storie Vere Horror

Recensioni