Connect with us

storie horror

THE CONJURING 2 – IL CASO ENFIELD RACCONTATO DALLA VERA JANET

Published

on

The Conjuring 2

Il caso Enfield, uscito da poco sul grande schermo italiano, non è solo un film. È la voce dalla vera protagonista, Janet Hodgson, che racconta dei fenomeni paranormali, divenuti sempre più frequenti nella casa popolare di Green Street, in cui viveva con la madre e i suoi tre fratelli.

L’infanzia di Janet venne colpita da una serie di terrificanti eventi che cominciarono a manifestarsi tra quelle mura: colpi sulle pareti, tremolii, fino ad arrivare ai mobili che si spostavano da una parte all’altra della casa senza che nessuno li avesse toccati.

Quanti di noi quest’anno sono andati al cinema a vedere il sequel di “The Conjuring”, pensando di andare a vedere il solito film horror, visto e rivisto, in cui si rincontrano i famosi chilchè paranormali? E quanti di noi sono rimasti, poi, sconvolti nel momento in cui, durante i titoli di coda, venivano proiettate le vere foto d’epoca della famiglia Hodgson e le vere registrazioni?

Tutta finzione? Non si sa. Quello che sicuramente lascia sorpresi è la documentazione che è stata effettuata sul caso, e successivamente archiviata. Immagini, video, registrazioni, interviste, foto, tutte testimonianze che parlavano di qualcosa di davvero spaventoso.

Sembrava che questa strana forza avesse preso il controllo del corpicino della piccola Janet, a volte strattonandola, a volte tirandola da una parte all’altra della casa. Alcuni testimoni e tecnici dissero di averla vista levitare, per non parlare poi delle voci. La piccola Janet pareva che usasse le finte corde vocali per comunicare con una voce storpiata, dalle sembianze demoniache, ma dialogava talmente tanto a lungo coi presenti e in modo così spedito, che risultava strana l’assenza di lesioni o infiammazioni alla laringe, subito dopo.

Un caso davvero interessante e oscuro al tempo stesso, in cui dubbi e perplessità devono ancora probabilmente trovare una risposta. Sicuramente tutto quello che ci ha fatto sobbalzare sulla poltrona, tra un pop corn e l’altro, è il frutto di una raccolta di episodi segnati nella storia del paranormale degli anni ’70.

Detto questo non ci resta che mostrarvi il mini documentario che noi di “La mia vita è un Horror” abbiamo tradotto e preparato per voi…La durata è stata appositamente tenuta bassa affinché lo spettatore possa godersi tutte le “puntate” a piccole dosi senza rischiare di annoiarsi.

Traduzione e doppiaggio curato da Ilaria Fabbri.

Nato a pane e horror, fin da subito sviluppa una particolare ed accesa passione verso il mondo del cinema horror. La cosa non si è mai attenuata, ma anzi viene accentuata dopo la creazione di Horror Stab.

Continue Reading
Advertisement
Comments

Novità Film

Storie Vere Horror

Recensioni

Quiz