Browsing Tag

horrormovie

geralds-game
hot line news, novità film horror, prossimamente,

THE GERALD’S GAME-IL RIADATTAMENTO DELLA NOVELLA DI STEPHEN KING FIRMATO NETFLIX

no comment

Questo è decisamente l’anno di Stephen King. Netflix il 29 Ottobre 2017, lancerà nei paesi in cui è concesso, la pellicola dedicata al romanzo “The Gerarld’s Game”, proprio di King. 

Il regista è Mike Flanagan, ancora fresco del successo di Ouija: le origini del male. Questa volta il regista decide di voltare dall’horror paranormale al thriller psicologico.

La sfida è altissima; il romanzo in se è molto complicato e di nicchia. I temi trattati non sono semplici. Parliamo di una donna ammanettata a un letto, con un marito appena deceduto dopo un gioco sessuale finito in malo modo, viaggi onirici, violenze e abusi.

Le scene sono molto introspettive e quello che a noi sembrano poche ore, in realtà si trasformano in giorni.

Lo spettatore viene rapito dal bisogno di sopravvivenza che la protagonista stessa prova. Allucinazioni date dalla disidratazione e la fame, disegnano ombre oscure e quando vediamo fare capolino un cane randagio affamato, non capiamo se è reale o fonte della nostra stessa fantasia.

A differenza dei film di Flanagan, dove troviamo un’importante gioco di suoni che stuzzicano le paure umane, in questo caso l’unico effetto sonoro che notiamo, è quello del silenzio.

La novella viene reinterpretata da Jeff Howard, grande collaboratore di Flanegan. Nel cast troviamo Carla Cugino e Bruce Greenwood, visto di recente in American Crime Story. Un’attore controverso e poco amato, ma che ha sempre ricoperto il ruolo del perfetto cattivo.

Lo stesso Stephen King ha descritto il film come “spaventoso ed ipnotico”.

Non ci resta altro che attendernene l’uscita dal nostro caro Netflix che non smette più di stupirci.

Cattura
hot line news, novità film horror, prossimamente,

MICHAEL MYERS: AAA CERCASI COINQUILINO. IN AFFITTO UNA STANZA DELLA SUA CASA D’INFANZIA.

no comment

Le case dei film horror hanno  sempre destato fortissimo interesse tra i fan e non.

Tra le più famose c’è quella della pellicola “Halloween”, luogo dove è cresciuto lo spietato Michael Myers.

Un uomo di nome  Kenny Caperton, ne ha costruita una copia identica in North Carolina. Lo stesso  ha pubblicato sulla pagina ufficiale Facebook di Myers House NC , un annuncio dove ricerca il coinquilino perfetto.

Se siete quindi fan del franchise di Halloween, non perdete tempo e mettetevi subito in contatto col signor Caperton.  

Di seguito il testo dell’annuncio con il link:

Chi vuole vivere nella Casa di Myers?! Se si, oggi hai avuto fortuna! Sto cercando un coinquilino! Disponibile da subito. Maschi o femmine sono benvenuto. Appartamento non arredato,  camera da letto con cabina armadio e collegamento bagno. L’appartamento si trova nella zona limitrofa di  Hillsborough, North Carolina (10 minuti dal centro di Hillsborough, 20 minuti da Chapel Hill, 25 minuti da Burlington, 30 minuti dal centro di Durham e a 50 minuti dal centro di Raleigh). Contattatemi  per maggiori informazioni. Solo richieste serie.

https://www.facebook.com/myershousenc/posts/10155199832242107:0

Se non cercate casa, ma siete nei pressi di Hillsborough, non dovreste farvi sfuggire l’occasione di una visita a questa copia del tutto realistica. Soprattutto in vista del prossimo film della saga che sarà in uscita il 19 Ottobre 2018, un progetto del regista David Gordon Green (Pineapple Express) in collaborazione con  Danny McBride.

4318
storie vere,

208 MADISON AVENUE –LA VERA STORIA CHE ISPIRO’ IL FILM “IL MESSAGGERO”

no comment

Per chi non ricordasse il film “the Haunting in Connecticut” , “Il Messaggero” nella versione italiana, è una pellicola che tratta di un caso di infestazione demoniaca, all’interno di una abitazione, ex casa funeraria, acquistata a basso prezzo da una famiglia con un figlio gravemente malato.  Uno dei tanti casi studiati dai ben amati coniugi Warren, i parapsicologi più famosi di tutti i tempi.

Ma cosa c’è di vero in questa storia? Come è andata realmente?

La famiglia Snedeker nel 1986 decise di acquistare al 208 di Madison Avenue di Southington (CT),  una proprietà chiamata Hallahan Home, per essere il più possibile vicini all’ UCONN Hospital, dove il figlio, Philip Snedeker, doveva sottoporsi giornalmente a delle cure, a causa di un cancro del sistema immunitario, chiamato “Linfoma di Hodgkin”. 

Scoprirono che la casa era appartenuta precedentemente a Darrel Kern,  titolare di una casa funeraria, l’”Hallahan Funeral”, entro cui si occupava della cura dei defunti, imbalsamazione, sepoltura  ecc.

All’interno del seminterrato dove era sito il laboratorio, trovarono un buon quantitativo di materiale, come foto di defunti morti e ancora in vita, materiale per eseguire autopsie, urne funerarie, oggetti personali e molto altro.

Gli Snedeker erano persone molto pratiche e con i piedi per terra, quella casa l’avevano pagata una miseria ed era funzionale alle loro esigenze, non ci fecero caso e si trasferirono.

I primi segnali iniziarono a manifestarsi dopo qualche settimana,  il primo ad esserne coinvolto fu proprio il figlio maggiore, Philip, che decise di occupare la stanza più grande della casa, che non era altro che il seminterrato adiacente alla camera funeraria, insieme al fratello Bradley.
Philip iniziò a lamentare allucinazioni, nella sua stanza vedeva un gran movimento di persone, più o meno reali , ma pensarono tutti, lui compreso, che si trattassero degli effetti collaterali dovuti alle cure a cui era sottoposto.

La sua personalità si fece sempre più cupa, divenne sempre più scontroso e interessato all’esoterismo, scriveva poesie molto oscure, tutte tematiche che non aveva mai menzionato fino ad allora.

Il resto della famiglia, composta da madre padre e 4 figli, notarono una serie di strani eventi che iniziarono ad accadere in maniera piuttosto cadenzata.

Secondo la madre, Carmen Snedeker, l’acqua che sgorgava dai rubinetti diventava rosso sangue, l’odore ferroso si faceva fortissimo in quei momenti. Susseguivano poi cali di temperatura fortissimi da una stanza all’altra, che secondo gli studiosi del paranormale è sintomo di infestazioni.

Capitava che la figlia più grande apparecchiasse la tavola e i piatti sparissero qualche minuto dopo.  Oppure che le luci si spegnessero e accendessero a intermittenza, pur avendo tolto le lampadine.

Philip un giorno, rivolgendosi alla madre disse:

Mamma, non vedi i graffi sulle pareti? Credi che li abbiano fatti i gatti che non abbiamo?

Il culmine lo raggiunsero quando, una sera, Carmen stava facendo la doccia e la tenda cerata le si appiccico addosso, tentando di soffocarla, solo l’intervento della nipote salvò la donna.

Ed e Lorraine Warren

Decisero di chiamare gli allora già noti Ed e Lorraine Warren.  Entrambi furono d’accordo che si trattava di possessione demoniaca. Le anime latenti all’interno dell’edificio venivano probabilmente veicolate da forze molto oscure.

Decisero inizialmente di tenere la questione nascosta, l’interessamento della Chiesa, non avrebbe giovato al caso e volevano sbrigare la questione senza intralci. Ed e Lorraine si trasferirono nella casa per qualche giorno. Grazie  ai poteri sensitivi di Lorraine si scoprì che i vecchi proprietari non si erano limitati alla necrofilia, ma ci furono persino riti satanici e sedute spiritiche, permettendo alle forze maligne di entrare e non uscire mai più dall’edificio.

Le presenze divennero sempre più reali, tanto che i componenti degli Snedeker, raccontarono di essere stati violentati più volte da due demoni. Uno era alto e molto magro, cogli zigomi sporgenti e pochi capelli lunghi, unti e neri, indossava piccoli occhiali tondi ed un cappello a cilindro, uguale a quelli che venivano usati per la sepoltura dei defunti di altoborgo. L’altro aveva capelli neri corti, occhi azzurri ed indossava uno smoking gessato.

I Warren chiesero allora permesso al  Vaticano di eseguire un esorcismo, che avvenne il 6 Settembre 1988, da li non ci fu più nessun tipo di attività paranormale all’interno della casa.

Gli attuali proprietari sono convinti che la storia degli Snedeker sia stato un caso di psicosi collettiva e i Warren fossero dei ciarlatani in cerca di fama.

Per chi fosse interessato, Ed e Lorraine Warren scrissero un libro a sei mani, con Ray Garton, intitolato “In the Dark Place”, pubblicato molto tempo dopo, nel 2014.

The-Exorcist
novità film horror, storie vere,

WILLIAM FRIEDKIN SVELA IL RAPPORTO ESCLUSIVO CON  IL VATICANO – “MI HANNO CONTATTATO PER DOCUMENTARE UN VERO ESORCISMO”

1 comment

Il regista William Friedkin ha svelato il rapporto con lo stato del Vaticano. E’ stato contattato circa un anno fa direttamente dalla Santa Sede per filmare e fotografare un esorcismo fatto da uno dei funzionari esorcisti del Vaticano, cosa che non era mai stata permessa fino ad ora. 

Racconta di come la realtà sia veramente simile a quello che lui aveva già proposto nel famosissimo “The Exorcist” del 1973. Questa dichiarazione è stata fatta a Cannes a Maggio dell’anno scorso, durante una lezione di cinema. 

Non credo sarò mai lo stesso, dopo aver visto la vera cerimonia eseguita da veri sacerdoti.

La risposta del Vaticano, non è arrivata nell’immediato, ma qualche giorno dopo tramite l’ufficio stampa, France Press, che sostiene che non abbiano un esorcista “nella loro squadra”. Cosa non vera, da ricerche tangibili si è a conoscenza di figure che lavorano nel campo, assoldate dal Vaticano, insieme a un team di professionisti come medici, psicologi, scienziati e infine uomini di chiesa.

Loro stessi raccontano dei casi che hanno affrontato nei lunghi anni di carriere nella lotta contro al demonio, che in realtà si è manifestato rarissime volte, in rarissime forme, se non praticamente mai.

La pellicola come tutti la conosciamo è basata su un libro di William Peter Blatty, che racconta appunto di una ragazzina di 14anni impossessata. Blatty sostiene che la trama originale del bestseller era basata sulla storia reale di un adolescente di nome Roland, che si presumeva fosse stato più volte posseduto. Solo dopo la successiva chiamata dell’arcidiocesi cattolica di Whashington DC, lo scrittore cambiò trama e personaggi, a quanto pare non volevano creare attenzione mediatica sul Roland, ma si pensa volessero insabbiare il caso.

Il documentario girato qualche mese fa da Friedking, segue la vicenda della possessione demoniaca di una bambina di 12 anni di Saint Louis, Missouri, e dei tentavi di vincerla da parte della madre e di un rito eseguito da due sacerdoti.

Sono convinto non ci fosse un’altra spiegazione, ho letto i diari dei sacerdoti, dei medici e degli infermieri coinvolti al ST Louis Hospital. Tutto ciò che ha a che fare con la psichiatria e la medicina è stato tentato, ma questa bambina ha davvero sofferto delle stesse afflizioni di cui parlo nel mio film del 1973.

Friedkin ha  accettato di girare questo cinedocumentario, come credente delle possessioni,  non l ha fatto perché appartenente a qualche gruppo religioso o di propaganda, ma perché ha deciso di portare a galla questa vicenda, il male esiste in molte forme e il mondo deve prenderne consapevolezza.

Sta di fatto che a un anno e più dal rilascio di questa notizia, non abbiamo visto ancora nessun documentario, ci piace credere che il Vaticano abbia ritirato la proposta di divulgazione della storia per qualche motivo misterioso.

7-Witches-Brady-Hall-Movie-Poster
novità film horror,

7 WITCHES. IL RITORNO DEL PARANORMALE IN ACCOPPIATA ALLE STREGHE.

no comment

7 witches (USA 2017), è un horror dedicato al filone stregoneria, dopo la proiezione negli Stati Uniti,hanno previsto la release in DVD e on demand qualche giorno fa, il 9 Maggio 2017, ma ancora non è uscito neanche il trailer in italiano.

Diretto dal regista Brady Hall, su una sceneggiatura scritta a quattro mani con Ed Dougherty.
Racconta di una coppia che decide di celebrare il proprio matrimonio su un’isola, come al solito semi deserta, non sapendo peró che la data coincide con il ritorno di una vendicativa congrega di streghe, che devono portare a termine un’antica maledizione iniziata 100 anni prima.

La trama si rifà a fatti realmente accaduti nel corso del 1800. Come possiamo immaginare questa informazione attrae spettatori a frotte, anche solo per avere qualcosa da dire la sera successiva a cena con gli amici.

È proprio il connubio tra paranormale con tema stregoneria e fatto realmente accaduto, che fa rientrare 7 witches nella categoria del pophorror. Per i veri amanti dell’horror, la categorizzazione di questa storia potrebbe essere un deterrente per il loro interessamento, ma come possiamo ben immaginare, l’obiettivo della casa di produzione è quello di fare vendite.

L’uscita di The Witch (USA-CANADA 2016), ha risvegliato la tematica della stregoneria, con anche l’aiuto di serie TV come “Salem”, che ha visto addirittura la partecipazione di star del calibro di Marylin Manson e la celebre Lucy Lawless, conosciuta al grande pubblico come Xena Principessa guerriera.
Questo tipo di tematiche danno un risvolto molto tenebroso alla storia, in cui l’elemento della stregoneria e la possibile presenza del maligno sono utili a lasciare lo spettatore in tensione per tutto il corso della proiezione e l’effetto a sorpresa dovrebbe essere ben sfruttato. Se il regista fosse furbo.

Mi auguro sia l’inizio di un bel ciclo di pellicole che abbiano come tema quello delle streghe, che permettono un vero e proprio riscatto alla figura femminile all’interno del panorama horror.

Si prega di attivare i Javascript! / Please turn on Javascript!

Javaskripta ko calu karem! / Bitte schalten Sie Javascript!

S'il vous plaît activer Javascript! / Por favor, active Javascript!

Qing dakai JavaScript! / Qing dakai JavaScript!

Пожалуйста включите JavaScript! / Silakan aktifkan Javascript!
[ Disattiva AdBlock per visitare Horror Stab e una volta fatto ricarica la pagina oppure clicca qui ]