Connect with us

storie horror vere

THE STRANGERS – LA STORIA VERA

Published

on

The Strangers

The Strangers – Il 2008 fu anno prolifico per il genere horror: mentre esplode la moda del found footage grazie a Rec e Paranormal Activity (dell’anno precedente), molti registi preferiscono non sperimentare la tecnica e si cimentano in film dalle riprese tradizionali. In particolare riesce a far parlare di se Bryan Bertino, con il suo “The Strangers”. Questo home-invasion a basso costo (solo 9 milioni) fu un successo ai box office incassando ben 80 milioni di dollari.

Il film vede protagonisti due fidanzati, Kristen e James, che decidono di trascorrere una notte in una casa della famiglia di lui. I due si ritroveranno però vittime di un gioco perverso, a cura di sconosciuti mascherati che metteranno a dura prova la loro sopravvivenza.

Sin dalla locandina è però chiara una cosa: il film è basato su una storia vera.

Ad aver ispirato Bertino è stato, infatti, un caso di cronaca nera risalente al 1981. In quell’anno, l’11 aprile, si compì il cosiddetto “The Keddie Murders”, un quadruplo omicidio che si svolse a Keddie, un’ormai ex località turistica situata nel nord California.

The Strangers

Per la 36enne Glenna Sharp stava diventando una tradizione affittare la casa delle vacanze numero 28 al Keddie Resort. In quella primavera dell’81, era sua intenzione passare due mesi dominati dalla tranquillità, proprio in quella casa, insieme ai suoi cinque figli e ad un amico di quest’ultimi, Justin.

Purtroppo le aspettative di Glenna vennero frantumate presto: la mattina del 12 aprile di quell’anno, Glenna, suo figlio di sedici anni e sua figlia Dana (di diciassette) vennero trovati senza vita nel salone della casa. Tutte e tre le vittime erano state legate con nastro adesivo e cavi elettrici a delle sedie e, tutti e tre, erano stati picchiati con un martello. Dana, infine, era stata strangolata mentre Glenna e suo figlio, erano stati accoltellati con una forza tale che la lama del coltello si piegò di 25 gradi.

Ogni singolo mobile presente nella stanza era stato distrutto con ferocia e le pareti apparivano, in ogni angolo, affrescate con schizzi di sangue.

Justin e due dei figli di Glenna, fortunatamente, non rientrarono a casa mentre gli omicidi vennero compiuti, scampando così agli “omicidi di Keddie”. Una delle figlie di Glenna, Tina, invece, rientrò mentre l’assassino infieriva sui tre corpi in salotto.

Tina venne inizialmente dichiarata scomparse ma, nel 1984, parte del suo cranio venne rinvenuto a ben 29 miglia di distanza da Keddie.

Tutt’ora gli omicidi di Keddie rimangono irrisolti.

The Strangers

 

Nato a pane e horror, fin da subito sviluppa una particolare ed accesa passione verso il mondo del cinema horror. La cosa non si è mai attenuata, ma anzi viene accentuata dopo la creazione di Horror Stab.

Advertisement
Comments
Advertisement