Connect with us

novità

TREMORS 7 – Michael Gross torna nel sequel in uscita l’anno prossimo

Published

on

Prepariamoci a sentir nuovamente tremare il terreno, torna Michael Gross con un nuovo sequel di Tremors in arrivo nel 2019.

“Scavano come dei maledetti, ci sono dei mostri sotto terra!”

Cattive notizie invece per il sequel diretto da Kevin Bacon, che probabilmente sarebbe stata una serie tv, e che non vedrà mai la luce grazie all’insuccesso ottenuto dall’episodio pilota che sembrerebbe non essere stato gradito dai produttori.

La sesta pellicola del franchise è stata rilasciata all’inizio di quest’anno e un’altra arriverà il prossimo anno. Infatti Michael Gross ha appena confermato sui social di aver firmato il contratto per Tremors 7.  La saga è sempre stata discretamente apprezzata perchè molto divertente, ma anche grazie alla presenza costante di Michael Gross che interpreta Burt Grummer ovvero, il cacciatore di Graboid. 

Burt ricomincerà l’assidua caccia ai Graboid nell’autunno del 2019! A volte ritornano…i Graboid!

Tremors è una pellicola del 1990 diretta da Ron Underwood, in cui la critica fu molto favorevole. Vennero apprezzati gli effetti speciali e la simpatia del protagonisti.

In Nevada, gigantesche creature sotterranee simili a grossi ed adorabili vermoni sfrecciano per il deserto mietendo vittime. Nel frattempo Valentine Mckee e Earl Basset trovano i primi cadaveri, decidono quindi di restare assediati insieme a Chang, il proprietario di un emporio che definisce le creature “vermi assaltatori”( che nel secondo film verranno poi denominati graboid),Nancy, la figlia Mindy, gli amici Nestor e Miguel, Melvin e, appunto, i cogniugi Gummer, la coppia con la passione per le armi che abita in una casa isolata.

Non ci resta che capire se “si tratta di mutazioni dovute alle radiazioni o se li ha fatti costruire il governo per i Russi”. Possiamo anche sperare che un graboid vada di corpo a forza di mangiare pecore, intanto che speriamo e supponiamo, attendiamo anche questo nuovo e…tremante film!

Buona attesa vermi scavatori del mio cuore!

Cresciuto a pane e horror, coltiva questa passione fin da piccolo che lo ha portato ad aprire Horror Stab insieme a Francesco per condividere questo meraviglioso genere con tutti i fan del genere.

Advertisement
Comments
Advertisement

 

Visualizza questo post su Instagram

 

La vera storia della bambola assassina! STORIA COMPLETA👇 Siamo nel 1906 quando Robert Eugene Otto, a cinque anni, ricevette in regalo, da un servitore di origini africane, una bambola. Secondo la leggenda, tale servitore era un praticante della magia nera e di rituali voodoo, che gli donò la bambola per lanciargli una maledizione. Robert il bambolotto, omonimo del suo nuovo piccolo padrone diede il via a svariati inquietanti episodi: i genitori erano del parere che la bambola parlasse e i vicini sostenevano di averla vista addirittura muoversi durante la loro assenza, notando i suoi movimenti da una finestra all’altra parte della casa. Secondo alcune fonti, Robert Eugene era davvero ossessionato dalla bambola, al punto che da adulto, dopo essersi sposato con sua moglie Anne, fece allestire nell’abitazione di famiglia un’intera stanza per il piccolo Robert con tanto di mobili in miniatura. La moglie Anne dubitò più volte della sanità mentale del marito e spesso, nascondeva la raccapricciante bambola in soffitta; ma il legame tra Robert la bambola e Robert Eugene era troppo forte per essere spezzato, riuscivano sempre a ritrovarsi. Fino alla sua morte, avvenuta nel 1974, Robert Eugene sosteneva che la bambola fosse maledetta.La bambola rimase in soffitta fino a quando la casa non venne acquistata da un’altra famiglia. La nuova famiglia aveva una bambina di dieci anni, che trovò la bambola girovagando per la casa. Una notte la bimba gridò e affermò ai suoi genitori che la bambola l’aveva aggredita, nel tentativo di assassinarla. Ancora oggi, da adulta, continua a sostenere la presunta vitalità di Robert. Robert Oggi la bambola si trova ancora nella casa di Eugene, trasformata in un museo locale chiamato East Fort Martello Museum, dove desta ancora oggi molta curiosità e divenendo la maggiore attrazione della città. Infatti, secondo le varie testimonianze dei visitatori, i poteri paranormali della bambola sono ancora attivi. #dark #legend #scary #horror #creepy #death #mystery #horrormovies #notte #darkmemes #paranormal #storia #horrorart #fotodelgiorno #horroraddict #horrorjunkie #horrorfanatic #horrorfilm #horrorfamily #horrorcollector #horrorclub #horrorstories

Un post condiviso da Horror Stab - Storie Horror (@horror_stab) in data: