Connect with us

recensioni

[Recensione] Crucifixion: Il Male E’ Stato Invocato

Published

on

Le credenze popolari e religiose spesso sono più pericolose della realtà stessa.

La Trama

In una Romania dominata dalla paura del Maligno, una suora viene crocifissa. Una giornalista decide di indagare ma nulla di ciò che scoprirà sarà come se lo era immaginato.

L’Analisi

Il regista francese Xavier Gens non delude nemmeno questa volta. Dopo il successo di Frontiérs confeziona un’altro horror niente male. Affiancato da Chad e Carey Hayes (già autori di pellicole quali L’Evocazione – The Conjuring, Redemption – Identità Nascoste) riesce a regalare allo spettatore un film dai toni cupi tipici dei paesi dell’est. La storia, a differenza di The Nun, è realmente accaduta in Romania negli anni 2000 (precisamente nel 2005). Tutto inizia quando una novizia, probabilmente affetta da schizofrenia, muore durante un esorcismo. Convinti che fosse, invece, posseduta, il Pope e le consorelle decidono di rinchiuderla nella sua cella senza cibo né acqua. Alla fine di questo supplizio, visto che il demone non sembrava avere intenzione di andarsene, la legano ad una croce di legno, la imbavagliano e la lasciano morire. Tutto il cast è autoctono della Romania (a partire dall’attore Corneliu Ulici fino ad arrivare a Ad Lupu), tranne la giornalista che viene interpretata dall’attrice inglese Sophie Cookson (che abbiano già visto nel film Kingsman: Secret Service). Ricorrendo a jump scares un po’ legati ai cliché del genere, Gens cerca di rendere interessante questa pellicola. Scenari suggestivi e location interessanti fanno la loro parte in questa pellicola, purtroppo, un po’ troppo prevedibile.

Pareri Personali

Dai fratelli Hayes probabilmente ci si sarebbe aspettati qualcosa di più visto il buon lavoro fatto con L’evocazione – The Conjuring. Sembra quasi che in questo film il regista ed il suo team abbiano messo il freno a mano al genere e abbiano scelto di lasciare allo spettatore il compito di arrivare, faticosamente, alla fine. Non una pellicola che delude ma nemmeno che sorprende. Un film interessante sotto il punto di vista del tema ma manchevole, in certi casi, di una caratterizzazione dei personaggi. Manca, soprattutto nella scena dell’esorcismo, quel calcare la mano che rende le pellicole a sfondo demoniaco veramente interessanti. Comunque un film da vedere quando la serata in casa si fa smorta e c’è voglia di emozioni. Non forti ma apprezzabili.

Voto

Lorenzo, 32 anni, appassionato ed accanito lettore, principalmente riguardo il soprannaturale. Amante dei buoni film e degli scenari horror. Ricercatore e studioso del paranormale.

Continue Reading
Advertisement
Comments

Novità Film

Storie Vere Horror

Recensioni

Quiz